Sfortuna per il San Carlo Team Italia a Silverstone

Sfortuna per il San Carlo Team Italia a Silverstone

Per una serie di disavventure sfuma un potenziale buon risultato per Manzi e Ferrari

La pioggia e diversi episodi sono stati gli indiscussi protagonisti della classe Moto3 a Silverstone. Con Danny Kent (Honda) vincitore di una corsa rocambolesca con un 'prodotto' del Team Italia come Niccolò Antonelli confermatosi sul podio dopo la vittoria di Brno, i portacolori del San Carlo Team Italia sono stati bersagliati da una serie di disavventure che hanno pregiudicato un possibile buon risultato.

Da sempre competitivo nelle condizioni di scarsa aderenza, Stefano Manzi si era reso protagonista di una corsa d'attacco tanto da raggiungere al giro di boa della contesa la 10° posizione.

Proprio sul più bello una scivolata l'ha fatto retrocedere ai margini della zona punti e, nel tentativo di recuperare terreno, una seconda caduta ha comportato il definitivo ritiro a pochi giri dal termine. Non è di fatto mai iniziata la gara invece di Matteo Ferrari, travolto al via da una wild card locale ritrovandosi impossibilitato a risalire in sella alla propria Mahindra MGP3O #12.

Per il San Carlo Team Italia l'appuntamento è così rimandato a Misano Adriatico (11-13 settembre), non prima di celebrare il brillante piazzamento a podio conquistato oggi in MotoGP da Danilo Petrucci, 2° a completare una top-3 tutta italiana con Valentino Rossi (1°) ed Andrea Dovizioso (3°). Prima di esordire in MotoGP nel 2012, 'Petrux' ha difeso egregiamente i colori del Team Italia laureandosi nel 2011 Campione Italiano Superstock 1000 e vice-Campione della Superstock 1000 FIM Cup con numerosi podi e vittorie da rimarcare.

Stefano Manzi:"Una gara un pò 'pazza' e purtroppo ne abbiamo pagato le conseguenze. La squadra ha lavorato meravigliosamente, oggi avevo davvero una gran moto per potermi esprimermi al meglio sul bagnato. Il feeling sin dai primi giri era buono, lo testimonia il fatto che sono riuscito a risalire fino alla decima posizione. Sfortunatamente proprio sul più bello sono scivolato: non mi sono arreso e ho fatto di tutto per portare a casa il risultato risalendo in sella, ma sono caduto nuovamente alla prima curva. Senza preavviso la moto mi è partita da dietro, in quel frangente era appena aumentata d'intensità la pioggia. Peccato perchè poteva essere una gran giornata per tutti noi, ma sono convinto che ci rifaremo a Misano".

Matteo Ferrari:"Sul bagnato siamo sempre stati competitivi e oggi potevamo ambire ad un risultato importante. Purtroppo al primo giro Taylor ha commesso un errore e siamo finiti a terra io e Rodrigo. Di fatto in quel momento si è conclusa la mia gara: ho provato a ripartire, ma a seguito di questa caduta si era un pò bloccato il freno davanti ed era impossibile proseguire. Per colpe non nostre è sfumata una concreta opportunità di far bene, ci è mancato soltanto un pò di fortuna".

Cristiano Migliorati:"Per noi poteva essere una giornata da incorniciare, invece abbiamo vissuto una sorta di 'incubo'. I nostri ragazzi da sempre sono molto veloci sul bagnato, ma come sempre in queste particolari condizioni si può fare il colpaccio così come ottenere ben poco. Manzi ha dato il massimo e prima delle sue due scivolate si era ritrovato addirittura in 10° posizione, Ferrari invece è stato centrato da un altro pilota al primo giro. Purtroppo è andata così, non ci resta che pensare a Misano continuando a dare sempre del nostro meglio per ottenere quei risultati in linea con il nostro potenziale".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Matteo Ferrari , Stefano Manzi
Team Team Italia FMI
Articolo di tipo Ultime notizie