Qualifiche difficili per il San Carlo Team Italia ad Indy

Sia Stefano Manzi che Matteo Ferrari hanno chiuso oltre il 30esimo posto. Si prospetta una gara in salita

Le prime qualifiche ufficiali del Mondiale Moto3 dopo la pausa estiva non hanno prodotto risultati in linea con quanto di buono espresso nel corso delle prove dai piloti del San Carlo Team Italia. In un turno avvincente che ha proiettato per la quarta volta quest'anno in pole position il capoclassifica di campionato Danny Kent (Honda), in 1'40"703 autore del nuovo primato della pista per quanto concerne la entry class, gli alfieri della Federazione Motociclistica Italiana non sono andati oltre un piazzamento che vale soltanto l'undicesima fila in griglia di partenza.

Autore di un'apprezzabile performance nel corso della terza sessione di prove libere, Matteo Ferrari in 1'42"517 ha staccato il 31esimo riferimento cronometrico, suo malgrado protagonista nel finale di una scivolata alla curva 10 risoltasi senza conseguenze. Non è andata meglio al proprio compagno di squadra Stefano Manzi, in 1'42"702 qualificatosi 33esimo senza riuscire a replicare il convincente passo velocistico mostrato ieri al debutto assoluto sul veloce tracciato dell'Indiana.

Dall'undicesima fila i due piloti del San Carlo Team Italia faranno di tutto per recuperare posizioni in gara, determinati a mantenere un passo costante nel corso dei 23 giri dell'Indianapolis Motor Speedway da percorrere.

Matteo Ferrari: "Speravo decisamente in qualcosa di meglio dopo una terza sessione di prove tutto sommato positiva. Sfortunatamente non sono riuscito a trovare il giusto 'traino' per guadagnare qualche fila dello schieramento, da sempre determinante qui a Indy. Il mio ideal time è mezzo secondo meglio rispetto all'effettivo tempo sul giro, ma sarebbe cambiato poco in termini di posizioni acquisite in griglia. Nel finale sono scivolato, ho perso l'anteriore alla curva 10, ma fortunatamente senza conseguenze. Domani faremo una gara di rimonta".

Stefano Manzi: "Una giornata certamente non positiva. Sono un pò deluso da me stesso perchè non sono riuscito a replicare i buoni tempi della giornata di ieri, restando lontano dai livelli evidenziati nella seconda sessione. Con la squadra lavoreremo per trovare qualcosa in più per emergere domani in gara e lasciarci alle spalle una qualifica da dimenticare".

Cristiano Migliorati (Direttore Sportivo - San Carlo Team Italia Moto3): "Ci aspettavamo di scendere con entrambi i piloti sotto il muro dell'1'42", purtroppo non ci siamo riusciti. Dal nostro punto di vista era un traguardo alla portata in base a quanto di buono espresso ieri pomeriggio da Manzi e questa mattina da Ferrari, ma le qualifiche non sono andate nel verso giusto. Scendere sotto l'1'42" sarebbe stata un'iniezione di fiducia utile per il morale dei nostri ragazzi in vista di domani, partendo di conseguenza già a buon punto per poter dire la nostra sulla distanza. A questo punto non ci resta che fare del nostro meglio in squadra per riattestarci su convincenti livelli, confidando nell'impegno dei due piloti per risalire la china".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Evento Indianapolis
Circuito Indianapolis Motor Speedway
Piloti Matteo Ferrari , Stefano Manzi
Team Team Italia FMI
Articolo di tipo Ultime notizie