Bastianini: "L'emozione più bella della mia vita"

Dopo la prima vittoria Enea non si arrende nella caccia iridata a Kent e non si sbilancia sul suo futuro

Quella di oggi è una giornata che sarà sempre magica per Enea Bastianini: non solo ha conquistato la sua prima vittoria nel Mondiale Moto3, ma è riuscito in quest'impresa a pochi chilometri da casa, sulla pista di Misano. Un'affermazione arrivata dopo aver già firmato la sua terza pole position stagionale proprio ieri e che in un certo senso lo può anche rilanciare anche nell'inseguimento a Danny Kent, che comunque rimane davanti di ben 55 lunghezze.

Il racconto di questo trionfo non poteva non partire dall'aspetto emozionale per il portacolori del Team Gresini: "E' stata senza dubbio l'emozione più bella e più grande della mia vita, perché sono riuscito a compiere una missione che inseguivo da quando sono arrivato nel Mondiale. Facevo sempre secondo e la cosa stava iniziando a darmi fastidio. Invece oggi sono riuscito a vincere la gara e farlo proprio qui a Misano, in mezzo a tutti questi tifosi italiani, mi rende veramente appagato. Ci tengo quindi a dedicare questo risultato al mio team ed alla mia famiglia".

Farlo proprio sulla pista di casa è qualcosa di speciale: "E' un qualcosa che mi rimarrà per sempre. Come dice mia mamma, quello che riesco a fare non me lo può togliere nessuno ed è senza dubbio la cosa più bella che mi potesse capitare oggi. Però devo ancora riuscire a realizzarlo bene".

In un certo senso Enea se lo sentiva, perché ieri notte si è schiarito i capelli, in maniera tale da poterli rendere tricolore nel giro d'onore: "Avrei voluto farlo anche se fossi solo salito sul podio, mentre in caso contrario forse non mi sarei neanche fatto vedere con i capelli così. Devo ringraziare anche il mio parrucchiere Ivan che mi ha fatto i capelli ieri sera alle 11".

Questa sera comunque i festeggiamenti saranno abbastanza moderati: "Stesera faremo festa, ma entro certi limiti, perché comunque sia domani abbiamo delle prove proprio qui e non bisogna mollare niente se vogliamo provare ad andare prendere Kent".

Parlando proprio di Kent, il romagnolo non vuole proprio saperne di arrendersi: "Io credo che siano recuperabili, perché fino all'ultima gara non è detto niente. A meno che non riesca a scappare via e chiuderlo prima, fino a quando è ancora possibile vincere il Mondiale matematicamente, io ci credo".

Anche perché la vittoria lo ha liberato di una sorta di peso in vista della parte conclusiva della stagione: "Per le gare di quest'anno forse si: adesso che sono finalmente riuscito a vincere, probabilmento sarò un pochino più tranquillo in gara e questo può essere sicuramente d'aiuto".

In questo weekend si è parlato tanto anche di un suo possibile cambio di casacca nel 2016, ma per il momento Enea ha preferito dribblare un po' l'argomento: "In questi giorni non ci ho pensato troppo. Inizierò a farlo domani, perché ho preferito tenere la testa libera per la gara. Al momento quindi non so niente di preciso neanche io".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Evento Misano
Circuito Misano Adriatico
Piloti Enea Bastianini
Team Gresini Racing
Articolo di tipo Commento