A terra entrambi i piloti del San Carlo Team Italia

Prima giornata di prove travagliata per Matteo Ferrari e Stefano Manzi a Jerez de la Frontera

A terra entrambi i piloti del San Carlo Team Italia

Al Circuito de Jerez (Spagna) il San Carlo Team Italia ha dovuto superare diverse avversità nel corso delle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna. Se Efren Vazquez (1'47"088) e Fabio Quartararo (1'47"256) si sono spartiti la leadership rispettivamente nel primo e secondo turno di attività, i portacolori della Federazione Motociclistica Italiana sono incappati in due distinte cadute nel corso della FP2.

Mostrandosi soddisfatto per il bilanciamento di messa a punto trovato con la propria Mahindra MGP3O, Matteo Ferrari (1'49"015, 25°) è stato protagonista di un highside in piena percorrenza della curva intitolata a Sito Pons. Risalito in sella, "Bigin" ha migliorato i propri riferimenti cronometrici con la consapevolezza che si è trattato soltanto di un contrattempo nel corso di una produttiva giornata di prove.

Discorso similare per Stefano Manzi (1'49"314, 27°), finito a terra per una scivolata al primo giro di pista della FP2, battuta d'arresto che non pregiudica la sua fiducia per il prosieguo del weekend. Il distacco contenuto dalla vetta lasciano al sedicenne pilota riminese tutte le premesse per scalare la classifica domani già a partire dalla terza sessione di prove libere.

Matteo Ferrari: "Nella mattinata abbiamo affrontato tutto il turno con la stessa gomma "M" (mescola media) completando 20 giri senza problemi. Il distacco di 2" non era del tutto veritiero, considerato che gli altri piloti avevano cambiato gomme. Nel pomeriggio sono partito con due "H" (mescola dura) che ha sicuramente dei pro, ma anche dei contro: c'era meno grip sul posteriore, questa è stata una delle ragioni che hanno comportato la caduta. Una volta risalito in sella con la "M" ho subito migliorato il mio crono, senza dubbio aver ritrovato prontamente la fiducia in sella è positivo. Per il prosieguo del weekend resto fiducioso, ci resta da migliorare la fase di percorrenza-curva".

Stefano Manzi: "Sfortunatamente al primo giro di pista della FP2 sono caduto, in questo frangente ho un pò perso la concentrazione. Sono tornato in pista con l'obiettivo di migliorarmi, senza riuscirci. Cercheremo di progredire domattina per presentarci al meglio in vista delle qualifiche".

Cristiano Migliorati (Direttore Sportivo - San Carlo Team Italia Moto3): "Siamo partiti con il piglio giusto questa mattina, nel pomeriggio purtroppo le due innocue scivolate hanno un pò complicato il nostro programma di lavoro, ma certamente non il weekend. Restiamo ottimisti considerando che siamo a soltanto 1"7-2"0 dalla pole e ci sono tutti i presupposti per migliorarci domattina. Di quanto lo scopriremo soltanto nel corso delle prove, ma c'è tutto il potenziale per scalare posizioni in classifica".

condivisioni
commenti
Bastianini: "Ho faticato di più con le gomme nuove"

Articolo precedente

Bastianini: "Ho faticato di più con le gomme nuove"

Prossimo Articolo

Fenati: "Ripartiti da quanto di buono fatto in Argentina"

Fenati: "Ripartiti da quanto di buono fatto in Argentina"
Carica commenti