San Carlo Team Italia con il lutto per Hamza Sofuoglu

Nella trasferta di Indianapolis ha deciso di dedicare un pensiero al figlio del pilota turco

Conclusa la pausa estiva, il San Carlo Team Italia si appresta a tornare in pista nel fine settimana del 7-9 agosto all'Indianapolis Motor Speedway, teatro del decimo appuntamento stagionale del Mondiale Moto3. Lasciatisi alle spalle un periodo non particolarmente esaltante in termini di risultati conseguiti, i piloti della Federazione Motociclistica Italiana lavoreranno a stretto contatto con la squadra per riattestarsi sui convincenti livelli evidenziati nella prima parte della stagione.

In zona a punti quest'anno a Le Mans, Stefano Manzi dovrà scoprire nell'arco del fine settimana un circuito a lui completamente inedito. L'approccio giusto sin dalle prime prove libere dovrebbe consentire al sedicenne pilota riminese di lavorare nel miglior modo con la squadra per definire una messa a punto congeniale al suo stile di guida, avvicinandosi sempre più all'effettivo potenziale velocistico di moto, pilota e team. Discorso analogo per Matteo Ferrari il quale, proprio ad Indianapolis, nel 2013 si assicurò con il quindicesimo posto il suo primo punto in carriera nel Motomondiale.

Per il Gran Premio Indianapolis il San Carlo Team Italia correrà listato a lutto nel ricordo di Hamza Sofuoglu, primogenito di Kenan, tragicamente scomparso nei giorni scorsi. Con questo gesto, in segno di rispetto ad un pilota amico, il San Carlo Team Italia desidera stringersi attorno alla famiglia dell'attuale portacolori del Team Puccetti nel Mondiale Supersport in questo difficile momento.

Cristiano Migliorati (Direttore Sportivo - San Carlo Team Italia Moto3): "Questa lunga pausa estiva indubbiamente è servita a tutta la squadra. Dallo scorso mese di febbraio siamo stati sempre in viaggio tra test e gare, pertanto le tre settimane di sosta si sono rivelate indispensabili per ricaricare le batterie e trovare rinnovate energie per affrontare con il piglio giusto la seconda parte della stagione. In egual misura questa sosta ha rappresentato per tutta la squadra un'encomiabile opportunità di fare il punto della situazione, analizzando cosa non ha funzionato nelle prime nove gare. Piloti, tecnici, manager, tutti in squadra abbiamo fatto un esame di coscienza, individuando le aree dove migliorarci da qui in avanti. Il giro di boa della stagione dovrà pertanto rappresentare un punto di svolta della stagione, necessario per ricollocarci ai livelli in linea con il nostro potenziale e con le prerogative del progetto Team Italia".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Matteo Ferrari , Stefano Manzi
Articolo di tipo Ultime notizie