Moto3, Barcellona: prima vittoria di Ramirez in una gara ad eliminazione, Vietti torna sul podio

condivisioni
commenti
Moto3, Barcellona: prima vittoria di Ramirez in una gara ad eliminazione, Vietti torna sul podio
Di:
16 giu 2019, 10:06

Il pilota del Leopard Racing resiste a Canet, che conquista un secondo posto pesante in ottica Mondiale (è a +23 su Dalla Porta ritirato). Celestino beffa Lopez all'ultima curva e ora è quarto in campionato.

Il GP di Catalogna di classe Moto3 è stato una vera e propria gara ad eliminazione, che alla fine ha sorriso ai piloti spagnoli, regalando però una gioia anche ai nostri colori.

A Barcellona è arrivata infatti la prima vittoria in carriera di Marcos Ramirez, ma anche Aron Canet ha conquistato un secondo posto preziosissimo in ottica Mondiale. A tenere alto il vessillo italiano è stato invece Celestino Vietti Ramus, che proprio all'ultima curva è andato ad artigliare il gradino più basso del podio, infilandosi nella top 3 per la seconda volta in stagione.

Se Ramirez e Canet hanno condotto la loro gara tutta nelle posizioni di vertice, il discorso è diverso per il portacolori dello Sky Racing Team VR46, che scattava 21esimo e quindi ha recuperato ben 18 posizioni, beffando Alonso Lopez proprio all'ultima curva con un sorpasso che ha ricordato in parte quello di Valentino Rossi a Jorge Lorenzo nel 2009.

Come detto, però, si è trattato di una gara veramente ad eliminazione, che ha fatto molte vittime illustri e la prima è stata Lorenzo Dalla Porta: il pilota del Leopard Racing era scattato benissimo dalla terza fila, ma al quarto giro la sua Honda si è ammutolita alla penultima curva, costringendolo ad un ritiro che lo fa precipitare a -23 da Canet, pur essendo ancora secondo nel Mondiale.

Qualche giro più tardi è stata invece la volta di Tony Arbolino, che aveva preso il testimone dal connazionale, ma ha accusato un problema al cambio della Honda della VNE Snipers. Il pilota di Garbagnate ha provato a proseguire per qualche giro, ma poi ha alzato bandiera bianca.

Leggi anche:

E' andata male anche per Jaume Masia, anche lui autore di una grande rimonta dal fondo della griglia, ma poi scarenato via da Darryn Binder quando mancavano otto giri al termine. Per il sudafricano però sembra essersi quasi attivata la legge del contrappasso, perché al penultimo giro è stato tirato giù dal poleman Gabriel Rodrigo, chiudendo quindi solamente in 15esima posizione.

I colpi di scena però non erano ancora finiti, perché proprio all'ultimo giro Kaito Toba è scivolato alla curva 10 quando era in testa al gruppo, portando fuori con sé anche John McPhee, che è rimasto miracolosamente in piedi, ma si è ritrovato solo 13esimo sotto alla bandiera a scacchi.

A questo punto Ramirez ha avuto quasi la strada spianata, prendendo la testa della corsa, ma è stato bravo a chiudere ogni varco a Canet, che forse ha anche usato la testa sapendo che i suoi principali antagonisti nella corsa al titolo erano ko. Il podio di Vietti è importante anche in ottica iridata comunque, perché Celestino ora è quarto nel Mondiale, anche se staccato di 35 lunghezze da Canet.

Davanti a lui, 7 punti più avanti, c'è Niccolò Antonelli. Anche il pilota della SIC58 Squadra Corse si è in un certo senso autoeliminato dalla corsa per la vittoria, finendo lunghissimo alla prima staccata al penultimo giro, dopo aver rimontato dal 27esimo posto in griglia. Alla fine quindi si è dovuto accontentare dell'11esimo posto finale.

Merita un applauso invece Dennis Foggia, alla fine quinto al traguardo dopo essere scattato addirittura 30esimo. Settimo posto in rimonta anche per Romano Fenati, alle spalle anche di Ai Ogura. L'elenco degli italiani si completa poi con il 17esimo posto di Riccardo Rossi e con il ritiro di Andrea Migno, caduto nel corso del sesto giro. Subito giù anche Tatsuki Suzuki, centrato al primo giro da Albert Arenas e alla fine 19esimo dopo essere ripartito.

Bisogna segnalare poi il clamotoso incidente innescato da Can Oncu nel corso del quinto giro: il pilota turco è arrivato lunghissimo in staccata alla curva 5 e in un solo colpo ha eliminato Albert Arenas, Sergio Garcia, Raul Fernandez e Filip Salac.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 Spain Marcos Ramírez Honda 21 38'36.156     151.0 25
2 Spain Aron Canet KTM 21 38'36.275 0.119 0.119 151.0 20
3 Italy Celestino Vietti Ramus KTM 21 38'36.302 0.146 0.027 151.0 16
4 Spain Alonso Lopez Honda 21 38'36.391 0.235 0.089 151.0 13
5 Italy Dennis Foggia KTM 21 38'37.103 0.947 0.712 150.9 11
6 Japan Ai Ogura Honda 21 38'37.164 1.008 0.061 150.9 10
7 Italy Romano Fenati Honda 21 38'37.224 1.068 0.060 150.9 9
8 Japan Ayumu Sasaki Honda 21 38'37.514 1.358 0.290 150.9 8
9 Ryusei Yamanaka Honda 21 38'38.140 1.984 0.626 150.8 7
10 Czech Republic Jakub Kornfeil KTM 21 38'38.628 2.472 0.488 150.8 6
11 Italy Niccolò Antonelli Honda 21 38'38.885 2.729 0.257 150.8 5
12 Carlos Tatay KTM 21 38'39.136 2.980 0.251 150.8 4
13 United Kingdom John McPhee Honda 21 38'39.420 3.264 0.284 150.8 3
14 United Kingdom Tom Booth-Amos KTM 21 38'47.276 11.120 7.856 150.4 2
15 South Africa Darryn Binder KTM 21 38'54.623 18.467 7.347 149.8 1
16 Japan Kazuki Masaki KTM 21 38'58.001 21.845 3.378 149.6  
17 Italy Riccardo Rossi Honda 21 39'16.153 39.997 18.152 148.4  
18 Spain Vicente Perez KTM 21 39'30.462 54.306 14.309 147.5  
19 Japan Tatsuki Suzuki Honda 21 39'36.882 1'00.726 6.420 147.1  
  Japan Kaito Toba Honda 20 36'45.613 1 Lap 1 Lap 151.0  
  Argentina Gabriel Rodrigo Honda 19 34'55.805 2 Laps 1 Lap 151.0  
  Kazakhstan Makar Yurchenko KTM 18 33'07.550 3 Laps 1 Lap 150.8  
  Spain Jaume Masia KTM 13 23'54.876 8 Laps 5 Laps 150.9  
  Italy Tony Arbolino Honda 12 23'04.592 9 Laps 1 Lap 144.3  
  Czech Republic Filip Salač KTM 9 17'41.061 12 Laps 3 Laps 141.2  
  Italy Andrea Migno KTM 5 9'15.682 16 Laps 4 Laps 149.8  
  Turkey Can Öncü KTM 5 12'24.389 16 Laps 3'08.707 111.8  
  Spain Raul Fernandez KTM 4 7'22.433 17 Laps 1 Lap 150.5  
  Spain Sergio Garcia Dols Honda 4 7'22.684 17 Laps 0.251 150.5  
  Spain Albert Arenas Ovejero KTM 4 7'22.953 17 Laps 0.269 150.4  
  Italy Lorenzo Dalla Porta Honda 3 5'46.574 18 Laps 1 Lap 144.1  
Moto3, Barcellona: piovono penalità, ecco come cambia la griglia di partenza

Articolo precedente

Moto3, Barcellona: piovono penalità, ecco come cambia la griglia di partenza

Prossimo Articolo

Mondiale Moto3 2019: Canet allunga a +23 su Dalla Porta, Vietti sale quarto

Mondiale Moto3 2019: Canet allunga a +23 su Dalla Porta, Vietti sale quarto
Carica commenti