Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

Argentina, Libere 1: Antonelli inizia con il piede giusto

Pista molto sporca e tempi alti, ma Nicco precede Kent e Vinales. Bene anche Fenati e Bastianini

Dopo un ritardo dovuto alla presenza di olio sulla pista, i protagonisti della Moto3 hanno inaugurato la prima giornata di prove del Gp d'Argentina e si sono dovuti confrontare con un asfalto particolarmente sporco e con un vento piuttosto fastidioso. Se non altro, però, possono consolarsi per non essere stati colpiti dalla pioggia, visto che sul tracciato di Termas de Rio Hondo ci sono dei nuvoloni neri davvero molto minacciosi.

Viste le condizioni complicate della pista, per la maggior parte del turno le squadre hanno preferito lavorare con le gomme dure per preservare quelle a mescola media. Solo nel finale, dunque, si è vista una sorta di attacco al tempo che ha posto in cima alla classifica Niccolò Antonelli con la Honda della Ongetta Rivacold.

Il pilota italiano ha girato in 1'51"523 e in questo modo è riuscito a distanziare di 171 millesimi il leader del Mondiale Danny Kent, a sua volta in sella ad una Honda, ma con i colori del Leopard Racing. Terzo tempo poi per la Husqvarna di Isaac Vinales, mentre la prima delle KTM, che è quella di Miguel Oliveira, si ritrova a pagare quasi mezzo secondo.

Dopo un avvio di stagione un po' in ombra, finalmente si rivede nelle posizioni di vertice Romano Fenati, che ha piazzato al quinto posto la sua KTM dello Sky Racing Team VR46, giusto davanti alla Honda di Enea Bastianini. Nella top ten poi c'è anche il suo compagno di squadra Andrea Locatelli, che con il decimo tempo si conferma una volta di più uno dei piloti migliori del lotto in questa prima parte di stagione (davanti a lui c'è anche la miglior Mahindra con Jorge Martin in ottava posizione).

Reduce dal podio di Austin, qui sembra faticare un pochino di più Fabio Quartararo, che si è dovuto accontentare del 17esimo tempo. Il francese comunque è andato meglio rispetto al resto della pattuglia tricolore, anche se per esempio il 21esimo tempo di Stefano Manzi va considerato positivo, visto che non aveva mai girato su questa pista.

A deludere forse è soprattutto il 26esimo posto di Francesco Bagnaia, che con la sua Mahindra era stato sempre protagonista nei primi due Gp. Subito davanti a lui ci sono Alessandro Tonucci ed Andrea Migno, mentre Matteo Ferrari completa il quadro in 29esima piazza. Da segnalare, infine, la doppia caduta di cui si è reso protagonista Gabriel Rodrigo, fortunatamente senza conseguenze.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Ferrari: "Ripartiamo dal risultato di Austin"
Prossimo Articolo Argentina, Libere 2: Danny Kent a passo da record

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia