La pioggia consegna Phillip Island a Mir: lo spagnolo è campione!

Gara interrotta nel corso del 17esimo giro e classifica omologata al 15esimo, con il pilota del Leopard Racing vincitore per la nona volta in stagione e campione del mondo. Sul podio Loi e Martin. Bastianini quinto davanti a Fenati.

Joan Mir è il campione del mondo 2017 della Moto3. Un trionfo meritatissimo, che però è arrivato in maniera rocambolesca a Phillip Island, al termine di una gara interrotta dalla bandiera rossa per l'arrivo della pioggia.

La direzione gara ha dato il via alla corsa con l'asfalto che era quasi asciutto dopo la pioggia caduta nel corso della mattinata, con l'indicazione che nel caso in cui fossero ricominciate le precipitazioni sarebbe stata interrotta.

Nell'arco dei primi passaggi ha cominciato a sgocciolare in diversi punti del tracciato, ma mai in maniera copiosa. Una sitazione che ha reso piuttosto nervosa la gara, perché tutti quanti cercavano di mettersi davanti al passaggio sul traguardo, essendo davvero concreto lo spettro della bandiera rossa.

Non a caso, abbiamo assistito anche a diversi contatti, che hanno avuto sempre per protagonista il poleman Jorge Martin, che prima ha steso Marcos Ramirez alla curva 1 e poi ha quasi concesso il bis con Enea Bastianini alla curva 4.

Mir è sempre stato nel gruppettino di testa, così come il rivale Fenati, ma alla fine c'è stato anche un pizzico di fortuna a premiare il portacolori del Leopard Racing: quando è stata esposta la bandiera rossa, all'inizio del 17esimo giro, il maiorchino aveva perso qualche posizione, ma la classifica è stata omologata al 15esimo (conta l'ultimo completato da tutti i piloti in gara), che lo vedeva al comando.

A questo punto non è stato necessario fare calcoli, perché con il primo ed il secondo posto Mir era certo del titolo iridato. Ma non è tutto, perché con il successo australiano ha portato a 9 il record di vittorie in una stagione della Moto3, raggiungendo anche Fenati in doppia cifra nella classifica di tutti i tempi della categoria.

L'italiano dello Snipers Team, classificato sesto, ha reso omaggio al suo avversario: "Ha vinto il più forte" ha tagliato corto. Però ha anche lasciato uscire un pizzico di polemica: "Avevo alzato la mano più volte, perché non ha cominciato a piovere adesso. Si poteva interrompere prima la gara e portarla in fondo con le rain".

La festa in casa Leopard è stata grandissima oggi, perché Livio Loi ha regalato addirittura una doppietta, venendo classificato secondo davanti a Martin, che ha completato il podio. "Medaglia di legno" per l'argentino Gabriel Rodrigo, davanti ad un Enea Bastianini contento per essere finalmente riuscito a finire il GP d'Australia.

Per quanto riguarda gli altri italiani, Lorenzo Dalla Porta ha chiuso decimo, risultando il migliore delle Mahindra e precedendo di un soffio Nicolò Bulega. Punti anche per Andrea Migno e Manuel Pagliani, rispettivamente 14esimo e 15esimo, mentre Tony Arbolino ha chiuso 18esimo.

Costretti al ritiro Fabio Di Giannantonio, Marco Bezzecchi e Niccolò Antonelli, finiti tutti e tre a terra fortunatamente senza particolari conseguenze.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   36 spain Joan Mir Honda 15 24'51.490     161.0   25
2   11 belgium Livio Loi Honda 15 24'51.841 0.351 0.351 161.0   20
3   88 spain Jorge Martin Honda 15 24'51.849 0.359 0.008 161.0   16
4   19 spain Gabriel Rodrigo KTM 15 24'51.878 0.388 0.029 160.9   13
5   33 italy Enea Bastianini Honda 15 24'51.898 0.408 0.020 160.9   11
6   5 italy Romano Fenati Honda 15 24'52.298 0.808 0.400 160.9   10
7   71 japan Ayumu Sasaki Honda 15 24'52.324 0.834 0.026 160.9   9
8   7 malaysia Adam Norrodin Honda 15 24'52.781 1.291 0.457 160.9   8
9   24 japan Tatsuki Suzuki Honda 15 24'55.138 3.648 2.357 160.6   7
10   48 italy Lorenzo Dalla Porta Mahindra 15 24'55.495 4.005 0.357 160.6   6
11   8 italy Nicolò Bulega KTM 15 24'55.526 4.036 0.031 160.6   5
12   84 czech_republic Jakub Kornfeil Peugeot 15 24'55.575 4.085 0.049 160.6   4
13   65 germany Philipp Ottl KTM 15 24'55.741 4.251 0.166 160.5   3
14   16 italy Andrea Migno KTM 15 24'57.494 6.004 1.753 160.3   2
15   96 italy Manuel Pagliani Mahindra 15 24'58.030 6.540 0.536 160.3   1
16   64 netherlands Bo Bendsneyder KTM 15 25'10.908 19.418 12.878 158.9    
17   41 thailand Nakarin Atiratphuvapat Honda 15 25'16.783 25.293 5.875 158.3    
18   14 italy Tony Arbolino Honda 15 25'32.290 40.800 15.507 156.7    
19   6 spain Maria Herrera Mahindra 15 25'32.348 40.858 0.058 156.7    
20   27 japan Kaito Toba Honda 15 25'35.188 43.698 2.840 156.4    
21   42 spain Marcos Ramírez KTM 15 26'30.343 1'38.853 55.155 151.0    
22   70 australia Tom Toparis KTM 14 24'59.628 1 giro 1 giro 149.4    
23   58 spain Juanfran Guevara KTM 14 25'07.867 1 giro 8.239 148.6    
24   40 south_africa Darryn Binder KTM 12 26'11.375 3 giri 2 giri 122.2    
  nc 44 spain Aron Canet Honda 10 25'15.437 5 giri 2 giri 105.6    
  dnf 4 finland Patrik Pulkkinen Peugeot 9 15'14.376 6 giri 1 giro 157.6 Accident  
  dnf 12 italy Marco Bezzecchi Mahindra 7 11'41.896 8 giri 2 giri 159.6 Accident  
  dnf 95 france Jules Danilo Honda 5 8'25.062 10 giri 2 giri 158.5 Accident  
  dnf 21 italy Fabio Di Giannantonio Honda 4 6'44.300 11 giri 1 giro 158.4 Accident  
  dnf 23 italy Niccolò Antonelli KTM 1 1'46.748 14 giri 3 giri 150.0 Accident  

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Evento Phillip Island
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Jorge Martin , Livio Loi , Joan Mir
Team Leopard Racing , Gresini Racing
Articolo di tipo Gara