Il Team Italia punta ad una gara d'attacco a Sepang

Matteo Ferrari ed Andrea Locatelli infatti non sono riusciti ad andare oltre all'ottava e alla nona fila

Il Team Italia punta ad una gara d'attacco a Sepang

L'alto livello di competitività del Mondiale Moto3 ha reso avvincente il turno unico di qualifiche ufficiali al Sepang International Circuit, teatro del diciassettesimo e penultimo appuntamento stagionale. Grazie al crono di 2'12"450 l'ex capo-classifica Jack Miller (KTM) si è assicurato l'ottava pole della carriera demolendo la precedente pole-record 2013 di Luis Salom (2'13"867), mentre gli alfieri del San Carlo Team Italia si sono garantiti un posto in ottava e nona fila rispettivamente con Matteo Ferrari e Andrea Locatelli.

Ritrovatosi dodicesimo dopo il primo tentativo di "time attack", nel finale Matteo Ferrari (Mahindra MGP3O #3), complice il consueto traffico di piloti più lenti davanti a sé, non ha potuto migliorare il best lap 2'15"509 conseguito al terzo dei dieci giri effettuati ritrovandosi costretto a scattare dalla ventitreesima casella.

Prenderà il via dalla ventisettesima posizione invece Andrea Locatelli (Mahindra MGP3O #55), trovando tuttavia spunti interessanti per ambire ad una pregevole rimonta nell'arco dei diciotto impegnativi giri di gara.

Matteo Ferrari: "Posso esser contento perchè ho ottenuto nel corso delle qualifiche il mio miglior crono del weekend, ma certamente partendo così indietro non posso ritenermi completamente soddisfatto. Ho fatto il mio tempo subito al primo tentativo, poi nel finale vuoi per il traffico, vuoi per non aver trovato la scia giusta, non mi sono ritrovato nella situazione più congeniale per scalare posizioni in classifica. Con la moto il feeling è buono, ci resta da apportare qualche modifica sul davanti per migliorare l'equilibrio della moto in fase di ingresso curva: questo dovrebbe garantirci più chance per rimontare diverse posizioni in gara".

Andrea Locatelli: "Il feeling con la moto è buono: questo certamente mi conforta. Purtroppo sapevamo di incontrare qui più difficoltà del solito, sono proprio le caratteristiche di questa tipologia di tracciati a non esaltare i nostri punti di forza. Se a Phillip Island in 1"6 erano racchiusi 30 piloti, qui per arrivare a noi ci sono 3". Sfortunatamente perdo troppo al primo e l'ultimo settore, i due tratti veloci di Sepang dove concentreremo i nostri sforzi per trovare una soluzione in vista della gara. Per domani darò tutto per recuperare più posizioni possibili, sarà indispensabile partir bene e stare nel 'trenino' giusto sin dai primi giri".

Virginio Ferrari (Responsabile Piloti - San Carlo Team Italia Moto3): "La posizione in classifica non riflette appieno l'impegno profuso dai nostri ragazzi. Seguendo Matteo e Andrea da bordo pista si evince come stiano seguendo le traiettorie giuste, dando il massimo in ogni situazione e superando le avversità. Di questo possiamo esser soddisfatti, ancor più pensando alla loro determinazione: insieme a tutta la squadra stanno lavorando in vista della gara con il chiaro intento, ove possibile, di recuperare posizioni sin dallo spegnimento del semaforo".

condivisioni
commenti
Bastianini soddisfatto, Antonelli sperava di fare di più

Articolo precedente

Bastianini soddisfatto, Antonelli sperava di fare di più

Prossimo Articolo

Trionfa Vazquez, ma Miller tiene aperto il Mondiale

Trionfa Vazquez, ma Miller tiene aperto il Mondiale
Carica commenti