Il podio di "Diggia" regala al team Gresini il titolo mondiale Team di Moto3 2018!

condivisioni
commenti
Il podio di
Redazione
Di: Redazione
29 ott 2018, 15:47

L’accoppiata Martin-Di Giannantonio trova il primo obiettivo stagionale già in Australia e con i 31 punti guadagnati sul tracciato di Phillip Island consegna al Team Del Conca Gresini il primo Campionato del Mondo per squadre nella categoria Moto3.

L’accoppiata Martin-Di Giannantonio trova il primo obiettivo stagionale già in Australia e con i 31 punti guadagnati sul tracciato di Phillip Island consegna al Team Del Conca Gresini il primo Campionato del Mondo per squadre nella categoria Moto3.

Figlio di una stagione ad altissimo livello, questo titolo arriva grazie alla somma di ben otto vittorie (6 di Martin e 2 di Di Giannantonio), quattordici podi totali, e quasi il 100% di piazzamenti a punti nel 2018 eccezione fatta per l’appuntamento giapponese della scorsa settimana.

410 punti totali, che lasciano la rivale stagionale Proustel a oltre 90 lunghezze di distanza con solo due gare ancora da giocarsi, e nelle quali però rimane apertissimo il mondiale piloti con Martin e Diggia perfettamente in corsa.

Fausto Gresini: “Che dire…Fino a qui è stata una gran bella cavalcata, con qualche basso, ma tantissimi alti. Come nel 2017 tante pole, ma quest’anno siamo stati capaci di concretizzare tantissimo anche la domenica, segno inequivocabile della crescita di entrambi i nostri piloti e della squadra. Questo Campionato per Team, novità 2018, è sicuramente un bel traguardo e ci tenevamo ad essere i primi, per noi, per i nostri sponsor e per tutti i nostri tifosi. Ora testa bassa e pensiamo anche al Campionato piloti!”

Fabio Di Giannantonio: “Oggi è stata una gara tosta e sinceramente all’inizio non pensavo minimamente al podio vista la caduta in Giappone e la caduta di venerdì. Ero a posto a fisicamente, ma non al 100%. Poi pilota dopo pilota ci siamo trovati nelle prime posizioni negli ultimi giri e provarci era d’obbligo. Un bel podio che ci obbliga a dare il massimo nelle prossime due gare e vedere che succede. Iniziamo in Malesia belli carichi: sfrutteremo il nostro potenziale su una pista che mi piace molto e dove la condizione fisica sarà importantissima e io credo di essere pronto”.

Jorge Martin: “Gara da pazzi e sinceramente abbiamo salvato il salvabile. Non mi sentivo bene sulla moto e abbiamo sbagliato qualcosa a livello di cambio. In ogni caso siamo riusciti ad essere protagonisti e ora, in vista della Malesia, speriamo di risolvere qualche problema soprattutto in frenata. Sepang è un tracciato che mi piace molto e dove sono sempre andato forte, avremo il primo match point, ma penseremo solo a lavorare per vincere la gara e poi si vedrà”.

Prossimo Articolo
Bezzecchi atterrato per la seconda volta in tre gare, ma non si arrende

Articolo precedente

Bezzecchi atterrato per la seconda volta in tre gare, ma non si arrende

Prossimo Articolo

Vietti eroe a sorpresa a Phillip Island: "Correre nel Mondiale era un sogno, fare terzo è incredibile!"

Vietti eroe a sorpresa a Phillip Island: "Correre nel Mondiale era un sogno, fare terzo è incredibile!"
Carica commenti