Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
40 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Finalmente Di Giannantonio: il pilota del Gresini Racing trionfa a Brno davanti a Canet!

condivisioni
commenti
Finalmente Di Giannantonio: il pilota del Gresini Racing trionfa a Brno davanti a Canet!
Di:
5 ago 2018, 09:58

Primo successo iridato per il pilota del Gresini Racing, che piega nel finale lo spagnolo e l'idolo locale Kornfeil. Bastianini ai piedi del podio, mentre Bezzecchi chiude sesto e torna in testa al Mondiale.

Finalmente Fabio Di Giannantonio! Alla 47esima gara in carriera, il pilota del Gresini Racing ha centrato a Brno quella vittoria che aveva solamente sfiorato in tante occasioni (a Le Mans, per esempio, lo avevano penalizzato dopo aver tagliato il traguardo per primo) e l'ha fatto meritatamente, al termine di un corsa lenta ma probabilmente tra le più combattute della stagione 2018.

Con Jorge Martin fuori dai giochi, era lecito attendersi una gara di gruppo, visto che solitamente è lo spagnolo quello che prova a fare selezione fin dalle primissime fasi, ma forse oggi si è andati un po' oltre le previsioni, perché il gruppone di testa è stato di oltre 20 piloti fino a pochissimi giri dal termine.

Solo negli ultimi tre passaggi c'è stato un gruppetto di 7-8 piloti che è riuscito a scavare un piccolo solco sugli inseguitori, restringendo la lotta per le posizioni da podio. E in questa fase "Diggia" è stato bravissimo a fare in modo che la sua Honda del Gresini Racing non arretrasse mai oltre al terzo posto.

All'ultimo giro poi ha attaccato nel primo settore, sapendo che probabilmente nel Motodrom del tracciato ceco era quello che ne aveva più di tutti. Infatti, nel tratto centrale della pista è riuscito a prendere un piccolissimo vantaggio, che però ha impedito ad Aron Canet di sfruttare la sua scia nella salita che porta all'ultima chicane.

Lo spagnolo della Estrella Galicia le ha provate tutte per avvicinarsi il più possibile, ma questa volta non è arrivata nessuna disavventura a privare Di Giannantonio di una vittoria tanto attesa quanto meritata. Un risultato pesante anche in ottica iridata, perché gli consente di accorciare decisamente la classifica, a soli 17 punti da Marco Bezzecchi.

Leggi anche:

Il portacolori della Prustel GP non ha sicuramente disputato la sua gara migliore, faticando un po' a prendere le misure al nuovo telaio della KTM, ma alla fine ha portato a casa un sesto posto importante, che gli ha permesso di tornare a scavalcare l'assente Martin, anche se per appena 3 lunghezze.

E' andata decisamente meglio al suo compagno Jakub Kornfeil, che dopo la gioia della prima pole in carriera, oggi ha provato quella del podio nella gara di casa, tagliando il traguardo in terza posizione dopo aver provato anche una mini fuga nelle primissime fasi della corsa.

Il quarto posto di oggi deve invece far aumentare i rimpianti per Enea Bastianini, che è tra quelli che ieri sono entrati in pista troppo tardi, senza riusciri a sfruttare l'ultimo tentativo e quindi è partito decisamente indietro. Il passo mostrato nella seconda parte di gara avrebbe potuto portare a qualcosa di importante oggi, anche se tutto sommato anche lui accorcia la classifica, visto che ora è quinto a -36 (davanti a lui occhio anche a Canet, quarto a -21).

A completare la top 5 c'è l'argentino Gabriel Rodrigo, mentre subito dietro a Bezzecchi troviamo le altre KTM di Marcos Ramirez (protagonista anche di un contatto che ha estromesso John McPhee), Philipp Oettl ed Albert Arenas. Decimo posto invece per Lorenzo Dalla Porta, che apre un terzetto di italiani di cui fanno parte anche Niccolò Antonelli e Dennis Foggia.

Peccato per il portacolori dello Sky Racing Team VR46, che probabilmente ha disputato la sua gara più bella nel Mondiale, battagliando per il podio fino a pochi giri dal termine, ma nel finale ha perso parecchi colpi e posizioni. Un punticino poi lo porta a casa anche Tony Arbolino, 15esimo dietro ai giapponesi Kazuki Masaki e Tatsuki Suzuki.

Fuori dai punti invece Nicolò Bulega ed Andrea Migno, rispettivamente 19esimo e 20esimo, mentre Stefano Nepa è stato costretto al ritiro. Da segnalare il brutto incidente di cui è stato vittima Kaito Toba nelle primissime fasi: il giapponese è stato portato al centro medico per accertamenti, ma fortunatamente sembra che le sue condizioni siano buone.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   21 Italy Fabio Di Giannantonio Honda 18 39'09.124     149.0   25
2   44 Spain Aron Canet Honda 18 39'09.236 0.112 0.112 149.0   20
3   84 Czech Republic Jakub Kornfeil KTM 18 39'09.463 0.339 0.227 149.0   16
4   33 Italy Enea Bastianini Honda 18 39'09.684 0.560 0.221 149.0   13
5   19 Argentina Gabriel Rodrigo KTM 18 39'09.895 0.771 0.211 148.9   11
6   12 Italy Marco Bezzecchi KTM 18 39'10.020 0.896 0.125 148.9   10
7   42 Spain Marcos Ramírez KTM 18 39'10.154 1.030 0.134 148.9   9
8   65 Germany Philipp Ottl KTM 18 39'10.221 1.097 0.067 148.9   8
9   75 Spain Albert Arenas Ovejero KTM 18 39'11.158 2.034 0.937 148.9   7
10   48 Italy Lorenzo Dalla Porta Honda 18 39'11.180 2.056 0.022 148.9   6
11   23 Italy Niccolò Antonelli Honda 18 39'11.217 2.093 0.037 148.9   5
12   10 Italy Dennis Foggia KTM 18 39'11.483 2.359 0.266 148.8   4
13   22 Kazuki Mazaki KTM 18 39'11.641 2.517 0.158 148.8   3
14   24 Japan Tatsuki Suzuki Honda 18 39'11.740 2.616 0.099 148.8   2
15   14 Italy Tony Arbolino Honda 18 39'11.894 2.770 0.154 148.8   1
16   41 Thailand Nakarin Atiratphuvapat Honda 18 39'12.798 3.674 0.904 148.8    
17   5 Spain Jaume Masia KTM 18 39'13.742 4.618 0.944 148.7    
18   72 Alonso Lopez Honda 18 39'13.994 4.870 0.252 148.7    
19   8 Italy Nicolò Bulega KTM 18 39'14.066 4.942 0.072 148.7    
20   16 Italy Andrea Migno KTM 18 39'14.078 4.954 0.012 148.7    
21   77 Spain Vicente Perez KTM 18 39'22.047 12.923 7.969 148.2    
22   71 Japan Ayumu Sasaki Honda 18 39'22.066 12.942 0.019 148.2    
23   40 South Africa Darryn Binder KTM 18 39'22.080 12.956 0.014 148.2    
24   15 Filip Salac KTM 18 39'50.635 41.511 28.555 146.4    
  dnf 7 Malaysia Adam Norrodin Honda 17 37'00.955 1 Lap 1 Lap 148.8 Accident  
  dnf 81 Stefano Nepa KTM 14 31'05.042 4 Laps 3 Laps 146.0 Retirement  
  dnf 17 United Kingdom John McPhee KTM 9 19'35.238 9 Laps 5 Laps 148.9 Accident  
  dnf 27 Japan Kaito Toba Honda 2 4'28.048 16 Laps 7 Laps 145.1 Accident

 

Prossimo Articolo
Operazione al braccio riuscita per Jorge Martin, ma non è certo che possa correre al Red Bull Ring

Articolo precedente

Operazione al braccio riuscita per Jorge Martin, ma non è certo che possa correre al Red Bull Ring

Prossimo Articolo

Mondiale Moto3 2018: Bezzecchi torna leader a +3 su Martin, "Diggia" a -17

Mondiale Moto3 2018: Bezzecchi torna leader a +3 su Martin, "Diggia" a -17
Carica commenti