Bulega firma la sua seconda pole a Motegi nel dominio italiano

I ragazzi di casa nostra hanno monopolizzato cinque delle prime sei posizioni: alle spalle di Nicolò c'è Antonelli, con Bezzecchi, Fenati e Bastianini in seconda fila. L'unico "intruso" è Canet in terza posizione. Solo 14esimo Mir.

Nicolò Bulega si è mostrato da subito particolarmente in palla nel weekend di Motegi. Solitamente il portacolori dello Sky Racing Team VR46 non ama il bagnato, ma questa volta ha fatto veramente un capolavoro, perché si è portato a casa la pole position del GP del Giappone di classe Moto3, la seconda della sua carriera iridata.

"Bulegas" si è migliorato costantemente nel corso dei 40 minuti a disposizione per le qualifiche, andando di pari passo con le condizioni dell'asfalto, e non si è scoraggiato neppure quando nel finale è andato lungo alla curva 1. Proprio sotto alla bandiera a scacchi, ha firmato il 2'09"320 che domani gli consentirà di scattare al palo.

In generale però sono stati gli italiani a brillare oggi, perché occupano cinque delle prime sei posizioni in griglia. In prima fila troviamo anche la KTM ufficiale di Niccolò Antonelli (per la prima volta in questa stagione), staccata di 272 millesimi dalla pole, e la Honda di Aron Canet, unico "intruso" alla festa tricolore delle prime posizioni.

Tutta italiana, infatti, la seconda linea dello schieramento, che si apre con la Mahindra di Marco Bezzecchi: il portacolori del Team CIP si è visto soffiare la prima a tempo scaduto, ma il quarto posto gli vale comunque il miglior risultato in qualifica in carriera, davanti a due piloti decisamente più esperti come Enea Bastianini e Romano Fenati.

Lo spagnolo Jorge Martin apre la terza fila davanti all'argentino Gabriel Rodrigo, ma si merita un applauso anche Manuel Pagliani, che con la sua Mahindra ha chiuso nono dopo essere stato il più veloce nella FP3 di questa mattina.

Bravo pure Andrea Migno, decimo nonostante sia stato costretto a saltare i primi venti minuti del turno a causa di una penalità. Sono ben sette quindi i ragazzi di casa nostra che sono riusciti ad arrampicarsi nelle prime dieci posizioni.

Delude un pochino invece Fabio Di Giannantonio, che non è riuscito a fare meglio del 17esimo tempo, mentre sono decisamente più attardati Lorenzo Dalla Porta e Tony Arbolino, che scatteranno rispettivamente 27esimo e 30esimo.

In grande difficoltà anche il leader della classifica iridata Joan Mir. Il portacolori del Leopard Racing occupa la 14esima piazza, ma dovrà anche scontare un arretramento di sei posizioni, perché nelle fasi finali della gara di Aragon è stato ritenuto colpevole di comportamente irresponsabile.

Lo spagnolo, dunque, si giocherà il suo primo match point iridato scattando dalla 20esima piazza, anche se con 80 punti di vantaggio Romano Fenati può continuare a dormire sonni abbastanza tranquilli.

Da segnalare che nel corso della sessione ci sono state diverse cadute, che hanno avuto per protagonisti Darryn Binder, Nakarin Atirtphuvapat, la wild card Tom Toparis ed Albert Arenas. Ad avere la peggio è stato quest'ultimo, finito al centro medico con una mano dolorante. Un peccato se si pensa che fino a quel momento aveva lottato addirittura per la pole position.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 8 italy Nicolò Bulega KTM 16 2'09.320     133.649 208
2 23 italy Niccolò Antonelli KTM 18 2'09.592 0.272 0.272 133.369 212
3 44 spain Aron Canet Honda 17 2'09.708 0.388 0.116 133.250 211
4 12 italy Marco Bezzecchi Mahindra 16 2'09.797 0.477 0.089 133.158 211
5 33 italy Enea Bastianini Honda 15 2'09.846 0.526 0.049 133.108 210
6 5 italy Romano Fenati Honda 16 2'09.881 0.561 0.035 133.072 210
7 88 spain Jorge Martin Honda 16 2'10.152 0.832 0.271 132.795 211
8 19 spain Gabriel Rodrigo KTM 15 2'10.227 0.907 0.075 132.719 209
9 96 italy Manuel Pagliani Mahindra 18 2'10.305 0.985 0.078 132.639 207
10 16 italy Andrea Migno KTM 9 2'10.320 1.000 0.015 132.624 209
11 64 netherlands Bo Bendsneyder KTM 16 2'10.383 1.063 0.063 132.560 207
12 41 thailand Nakarin Atiratphuvapat Honda 13 2'10.385 1.065 0.002 132.558 209
13 7 malaysia Adam Norrodin Honda 16 2'10.538 1.218 0.153 132.402 213
14 36 spain Joan Mir Honda 18 2'10.580 1.260 0.042 132.360 212
15 24 japan Tatsuki Suzuki Honda 15 2'10.737 1.417 0.157 132.201 207
16 11 belgium Livio Loi Honda 16 2'10.877 1.557 0.140 132.059 213
17 21 italy Fabio Di Giannantonio Honda 15 2'10.888 1.568 0.011 132.048 208
18 17 united_kingdom John McPhee Honda 16 2'10.925 1.605 0.037 132.011 212
19 58 spain Juanfran Guevara KTM 14 2'10.968 1.648 0.043 131.968 211
20 84 czech_republic Jakub Kornfeil Peugeot 15 2'11.012 1.692 0.044 131.923 207
21 65 germany Philipp Ottl KTM 18 2'11.097 1.777 0.085 131.838 215
22 42 spain Marcos Ramírez KTM 16 2'11.125 1.805 0.028 131.810 208
23 95 france Jules Danilo Honda 18 2'11.262 1.942 0.137 131.672 211
24 71 japan Ayumu Sasaki Honda 16 2'11.298 1.978 0.036 131.636 214
25 40 south_africa Darryn Binder KTM 14 2'11.349 2.029 0.051 131.585 208
26 75 spain Albert Arenas Ovejero Mahindra 6 2'11.361 2.041 0.012 131.573 211
27 48 italy Lorenzo Dalla Porta Mahindra 9 2'11.400 2.080 0.039 131.534 205
28 27 japan Kaito Toba Honda 17 2'11.999 2.679 0.599 130.937 209
29 4 finland Patrik Pulkkinen Peugeot 15 2'12.735 3.415 0.736 130.211 209
30 14 italy Tony Arbolino Honda 16 2'12.925 3.605 0.190 130.025 210
31 70 australia Tom Toparis KTM 10 2'16.493 7.173 3.568 126.626 202

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Evento Motegi
Circuito Twin Ring Motegi
Piloti Niccolò Antonelli , Nicolò Bulega , Aron Canet
Team Team VR46 , Red Bull KTM Factory Racing , Estrella Galicia 0,0
Articolo di tipo Qualifiche