Bulega: "All'ultima curva mi sono detto: o mi stendo o passo!"

Con un grande doppio sorpasso all'ultima curva ai danni di Pecco Bagnaia e Jorge Navarro, il portacolori dello Sky Racing Team VR46 ha conquistato il suo primo podio nel Mondiale Moto3 a Jerez de la Frontera.

In tanti erano pronti a scommettere sul talento di Nicolò Bulega, ma forse nessuno si sarebbe aspettato che il portacolori dello Sky Racing Team VR46 potesse essere capace di conquistare il suo primo podio nel Mondiale Moto3 dopo appena quattro gare. Ma è esattamente quello che è successo oggi a Jerez de la Frontera, per di più con un doppio sorpasso clamoroso ai danni di Pecco Bagnaia e Jorge Navarro all'ultima curva.

E' normale quindi che fosse particolarmente emozionato quando si è presentato alle interviste di rito: "E' stata una gara incredibile, molto dura. All'inizio stavo lì ed ero andato anche in testa. Navarro e Pecco andavano veramente molto forte e non credevo così tanto. In certi punti della pista perdevo, ma ho fatto di tutto per rimanere con loro. Nell'ultimo giro questi pezzi della pista li ho fatti davvero con gli occhi chiusi per perdere il meno possibile. Sono riuscito ad arrivare abbastanza vicino all'ultima curva e mi sono detto: o mi stendo o passo! Sono riuscito a passare ed è stato incredibile. Mi è andata bene perché la moto ha tenuto molto bene, ma ho staccato decisamente più in là rispetto ai giri prima".

Ecco il suo racconto delle ultime curve: "Al penultimo curvone Navarro si è infilato all'interno di Pecco e lui quindi è stato costretto ad allargarsi. Ho rischiato tantissimo perché sono quasi finito nella terra. All'ultima curva poi mi sono buttato dentro con tutto il cuore".

Ma già alla Dry Sac aveva fatto un bellissimo sorpasso per portarsi provvisoriamente in seconda posizione all'ultimo giro: "Ci ho provato perché sapevo che poi perdevo parecchio alla curva 8 e avevo paura che mi avrebbero staccato, quindi mi sono buttato dentro a vita persa. Ho dato un gran pestone sul freno dietro e sono riuscito a far girare la moto lo stesso, ma poi avevo paura che Pecco o Navarro mi incrociassero la linea. Però sono riuscito ad uscire anche abbastanza forte, quindi sono rimasto davanti".

Durante la corsa c'era stato anche un momento in cui aveva pensato che non sarebbe stato possibile salire sul podio oggi: "Quando è arrivato Binder, che ero quarto e vedevo che un pochettino perdevo, lì ho pensato che forse non sarei riuscito a salire sul podio. Però non ho mollato, sono rimasto lì fino alla fine e all'ultimo giro mi sono buttato dentro".

In partenza ha anche sfruttato un consiglio di Valentino Rossi: "Eh non sono partito male, grande consiglio di Valentino. Stavolta sono riuscito a partire meglio delle altre gare infatti".

A Jerez ha fatto bene sulla prima pista che conosceva già, conquistando pole e primo podio. La prossima è Le Mans, un'altra pista che già conosce: "L'anno scorso nel CEV sono andato bene in qualifica, ma poi ho fatto un incidente alla prima curva, quindi non ho fatto delle gran gare sia nel 2014 che nel 2015. Però posso provare a stare davanti anche lì".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Evento Jerez
Circuito Circuito de Jerez
Piloti Nicolò Bulega
Team Team VR46
Articolo di tipo Intervista