Formula 1
05 set
-
08 set
Evento concluso
MotoGP
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Prossimo evento tra
1 giorno
WRC
12 set
-
15 set
Evento concluso
03 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
14 giorni
WSBK
06 set
-
08 set
Evento concluso
G
Magny-Cours
27 set
-
29 set
Prossimo evento tra
8 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
15 giorni

Aron Canet beffa Fenati per appena 35 millesimi ad Assen

condivisioni
commenti
Aron Canet beffa Fenati per appena 35 millesimi ad Assen
Di:
25 giu 2017, 10:02

Seconda vittoria stagionale per lo spagnolo, che torna a -30 da Mir, oggi solo nono. Anche Romano accorcia la classifica ed è solo 2 punti più indietro. McPhee completa il podio, mentre gli altri italiani deludono.

La Moto3 ha regalato ancora una volta uno spettacolo incredibile anche ad Assen, con ben 11 piloti che si sono contesi la vittoria praticamente fino all'ultima curva. A spuntarla è stato Aron Canet, autore di una rimonta strepitosa, che così si è portato a casa la seconda vittoria stagionale in un GP d'Olanda disputato sull'asciutto.

All'inizio il gruppetto di testa era composto da soli sei piloti ed è proprio merito del portacolori del Team Estrella Galicia se poi si è allargato ad 11, perché a suon di giri veloci ha riportato sotto il secondo gruppetto, che comprendeva altri cinque piloti (all'inizio si era attardato per evitare Fabio Di Giannantonio, caduto davanti a lui).

Vista la conformazione del tracciato olandese, che ha il suo tratto più veloce nel finale, è inevitabile che per la Moto3 le ultime curve siano sempre fondamentali con il gioco delle scie ed è stato così anche oggi, con Canet che è riuscito a beffare proprio in extremis un grande Romano Fenati.

Il portacolori della Marinelli Rivacold gli ha resistito alla curva 15, ma non ha potuto fare nulla quando Canet lo ha attaccato all'interno dell'ultima chicane. L'ascolano poi ha tentato l'incrocio della traiettoria in volata, ma alla fine si è dovuto arrendere per 35 millesimi.

Per lui comunque si tratta di un risultato importante per un paio di buone ragioni: la prima è che prendeva il via dal 15esimo posto in griglia, la seconda è che il suo primo podio ad Assen e l'ultima è che il leader della classifica iridata si è sciolto come neve al sole all'ultimo giro.

Pur essendo stato leader fino a poche curve dal termine, il pilota del Leopard Racing ha perso tantissime posizioni nel finale ed è transitato sotto alla bandiera a scacchi in nona piazza. Ora quindi il suo vantaggio in classifica è sceso a 30 punti su Canet e 32 su Romano.

Dopo qualche gara un po' in ombra, bisogna registrare il ritorno sul podio di John McPhee, pure lui partito dalle parti basse della griglia e bravo a risalire nella seconda parte della corsa. Continuando a scorrere la classifica troviamo poi Jorge Martin e Jules Danilo, che a poche curve dal termine si sono resi anche protagonisti di un contatto un po' oltre le righe. Nelle prime cinque posizioni quindi ci sono solo Honda.

Sesto c'è Marcos Ramirez, che quindi si prende la palma di miglior pilota KTM ancora una volta in questa stagione, precedendo l'argentino Gabriel Rodrigo, che all'ultima curva ha tirato giù la KTM ufficiale di Bo Bendsneyder, non classificato per aver tagliato il traguardo separato dalla sua moto.

Detto del nono posto di Mir, davanti a lui c'è Tatsuki Suzuki, che per la seconda gara di fila si è proposto nel gruppetto di testa con la Honda della SIC58 Squadra Corse, mentre subito dietro c'è Nicolò Bulega, autore di una gara solitaria dopo aver preso il via dalla prima fila e favorito dalla caduta all'ultimo giro di Adam Norrodin.

Un paio di punti li artiglia anche Andrea Migno, 14esimo dopo aver preso il via dal 26esimo posto, ma in generale è stata una domenica difficile per gli italiani, con il solo Marco Bezzecchi al traguardo in 16esima posizione. In realtà ha visto la bandiera a scacchi anche Lorenzo Dalla Porta, ma il pilota della Mahindra è ripartito staccato di diversi giri dopo una caduta.

Peccato per Di Giannantonio, caduto quasi subito quando era risalito dal 21esimo al settimo posto. Tra le altre cose, la sua scivolata alla chicane ha indotto all'errore anche Enea Bastianini. Lo stesso punto è stato fatale anche a Manuel Pagliani: un peccato perché il pilota del Team CIP stava battagliando per la Top 10.

Non ha neppure preso il via invece Niccolò Antonelli, che ha alzato bandiera bianca dopo il warm-up perché il dolore alla spalla infortunata nei test di Barcellona era davvero troppo.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   44 spain Aron Canet  Honda 22 38'20.364     156.3   25
2   5 italy Romano Fenati  Honda 22 38'20.399 0.035 0.035 156.3   20
3   17 united_kingdom John McPhee  Honda 22 38'20.481 0.117 0.082 156.3   16
4   88 spain Jorge Martin  Honda 22 38'20.674 0.310 0.193 156.3   13
5   95 france Jules Danilo  Honda 22 38'20.896 0.532 0.222 156.3   11
6   42 spain Marcos Ramírez  KTM 22 38'20.958 0.594 0.062 156.3   10
7   19 spain Gabriel Rodrigo  KTM 22 38'21.015 0.651 0.057 156.3   9
8   24 japan Tatsuki Suzuki  Honda 22 38'21.043 0.679 0.028 156.3   8
9   36 spain Joan Mir  Honda 22 38'21.344 0.980 0.301 156.3   7
10   8 italy Nicolò Bulega  KTM 22 38'27.336 6.972 5.992 155.9   6
11   65 germany Philipp Ottl  KTM 22 38'28.560 8.196 1.224 155.8   5
12   58 spain Juanfran Guevara  KTM 22 38'29.564 9.200 1.004 155.7   4
13   40 south_africa Darryn Binder  KTM 22 38'31.110 10.746 1.546 155.6   3
14   16 italy Andrea Migno  KTM 22 38'31.254 10.890 0.144 155.6   2
15   71 japan Ayumu Sasaki  Honda 22 38'31.284 10.920 0.030 155.6   1
16   12 italy Marco Bezzecchi  Mahindra 22 38'36.613 16.249 5.329 155.2    
17   84 czech_republic Jakub Kornfeil  Peugeot 22 38'36.708 16.344 0.095 155.2    
18   41 thailand Nakarin Atiratphuvapat  Honda 22 38'36.843 16.479 0.135 155.2    
19   27 japan Kaito Toba  Honda 22 38'54.209 33.845 17.366 154.1    
20   6 spain Maria Herrera  KTM 22 38'54.536 34.172 0.327 154.0    
21   11 belgium Livio Loi  Honda 22 38'54.702 34.338 0.166 154.0    
22   4 finland Patrik Pulkkinen  Peugeot 22 39'08.535 48.171 13.833 153.1    
  dnf 7 malaysia Adam Norrodin  Honda 21 36'36.553 1 giro 1 giro 156.3 Accident  
  dnf 64 netherlands Bo Bendsneyder  KTM 21 36'36.810 1 giro 0.257 156.3 Accident  
  dnf 31 spain Raul Fernandez  Mahindra 20 35'21.272 2 giri 1 giro 154.1 Accident  
  dnf 33 italy Enea Bastianini  Honda 14 25'22.377 8 giri 6 giri 150.3 Ritirato  
  dnf 48 italy Lorenzo Dalla Porta  Mahindra 14 31'41.945 8 giri 6'19.568 120.3 Ritirato  
  dnf 14 italy Tony Arbolino  Honda 7 12'33.158 15 giri 7 giri 151.9 Ritirato  
  dnf 96 italy Manuel Pagliani  Mahindra 6 10'38.123 16 giri 1 giro 153.7 Accident  
  dnf 21 italy Fabio Di Giannantonio  Honda 3 6'50.811 19 giri 3 giri 119.4 Accident  
  dnf 28 netherlands Ryan van de Lagemaat  KTM 2 3'48.031 20 giri 1 giro 143.4 Accident
Prossimo Articolo
Jorge Martin inarrestabile: sesta pole ad Assen! Bulega in prima fila

Articolo precedente

Jorge Martin inarrestabile: sesta pole ad Assen! Bulega in prima fila

Prossimo Articolo

La Mahindra uscirà dalla Moto3 alla fine del 2017

La Mahindra uscirà dalla Moto3 alla fine del 2017
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Moto3
Evento Assen
Location Assen
Piloti John McPhee , Romano Fenati , Aron Canet
Team Snipers Team , Estrella Galicia 0,0
Autore Matteo Nugnes