Arbolino: "Ridatemi Aragon e magari non finiva così..."

Nonostante una grande rimonta dal 27esimo al quinto posto nella gara di Portimao, il portacolori della Rivacold Snipers si è arreso ad Albert Arenas per appena 4 punti. A questo punto è stato impossibile non recriminare per la gara saltata ad Aragon a causa della quarantena COVID-19.

Arbolino: "Ridatemi Aragon e magari non finiva così..."

"Ho dato veramente tutto, non potevo fare di più". Si fa fatica a smentire quanto Tony Arbolino ha detto a caldo, pochi minuti dopo aver chiuso al quinto posto il Gran Premio del Portogallo ed essersi quindi piazzato secondo nel Mondiale Moto3, a soli 4 punti dal campione Albert Arenas.

Il suo finale di stagione è stato entusiasmante: a Valencia ha conquistato una bellissima vittoria dopo aver preso il via dalla 13esima casella dello schieramento. A Portimao, però, ha fatto anche di più, convertendo una qualifica da dimenticare in una rimonta da incorniciare.

Sabato pomeriggio, infatti, il pilota della Rivacold Snipers ha sbagliato la strategia, rallentando in Q1 quando stava realizzando un ottimo giro per non dare il traino a chi lo seguiva. Il tutto con la convizione di fare in tempo a fare un altro giro. Una valutazione errata che lo ha relegato addirittura al 27esimo posto in griglia.

Tony però non si è dato per vinto ed ha sfoderato una gara da vero campione. Nello spazio di appena un giro è riuscito a recuperare ben dieci posizioni e circa a metà gara è arrivato nello stesso trenino dei rivali Arenas ed Ai Ogura, con i quali ha provato ad ingaggiare anche dei duelli piuttosto "maschi".

Alla fine, nonostante il 12esimo posto finale di Arenas, la sua quinta piazza non è bastata, anche se Arbolino è sereno per aver dato tutto: "Ho provato ad andare allo scontro sia con Arenas che con Ogura, ma non è bastato. Comunque sono il primo tra i piloti Honda, vice-campione a 4 punti".

E qui la testa però è andata immediatamente allo snodo cruciale della sua stagione, il Gran Premio di Aragon. La gara che il pilota lombardo è stato costretto a saltare a causa delle norme COVID-19, pur non essendo mai risultati infetto. Durante il viaggio di ritorno da Le Mans, infatti, è stato a contatto con un positivo e quindi è stato costretto ad affrontare 10 giorni di quarantena.

Pensare di aver perso il titolo per soli 4 punti, avendone persi potenzialmente 25 in maniera completalmente incolpevole, non deve essere per niente facile da digerire: "Ridatemi la prima gara di Aragon e magari non finiva così, però non posso dormire male stanotte perché ho dato il 200% dalla prima all'ultima gara".

Se non altro, c'è una cosa positiva anche in questa sconfitta, perché Arbolino ha sentito intorno a sé davvero tanto affetto: "Voglio dire grazie a tutte le persone anche a casa, perché ho avuto un grande sostegno anche sui social, si vedeva che ci credevano".

Il bilancio della sua avventura in Moto3 rimane comunque positivo, con il quarto posto nel Mondiale dello scorso ed il secondo di quest'anno, conditi da tre vittorie e da altri nove piazzamenti a podio, oltre a sei pole position. Il prossimo capitolo però si chiama già Moto2, un'avventura che inizierà con i colori della Intact GP.

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
1/16

Foto di: Motogp.com

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
5/16

Foto di: MotoGP

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il Campione del Mondo Albert Arenas, Aspar Team, secondo posto Tony Arbolino, Snipers Team, terzo posto Ai Ogura, Honda Team Asia
Il Campione del Mondo Albert Arenas, Aspar Team, secondo posto Tony Arbolino, Snipers Team, terzo posto Ai Ogura, Honda Team Asia
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tony Arbolino, Snipers Team
Tony Arbolino, Snipers Team
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: il palmarès completo della stagione 2020
Articolo precedente

MotoGP: il palmarès completo della stagione 2020

Prossimo Articolo

Moto3: il Max Racing Team appieda Alonso Lopez

Moto3: il Max Racing Team appieda Alonso Lopez
Carica commenti