Primi giri a Valencia per la Kalex con il motore Triumph

Nei test privati di questa settimana, l'azienda tedesca ha affidato a Jesko Raffin un prototipo dotato del propulsore che debutterà in Moto2 nella prossima stagione. I primi riscontri sono stati positivi.

Primi giri a Valencia per la Kalex con il motore Triumph

La Kalex inizia a guardare con interesse al 2019, quando nella classe di mezzo saranno protagonisti i motori Triumph 765cc. Mentre alcune squadre erano impegnate in una serie di prove private al Ricardo Tormo di Valencia e in pista è sceso un prototipo con il motore inglese unito al telaio tedesco, già in uso nella categoria.

In sella alla Kalex del futuro Jesko Raffin, costretto poi a chiudere anzitempo le prove a causa dell’arrivo del maltempo. Un lavoro estremamente importante volto a far evolvere, in un matrimonio perfetto, il telaio e il propulsore. Ovviamente ci saranno altre prove a breve, ma il giudizio per ora è positivo.

"Siamo molto contenti di come sono andati questi test. Per così dire era il 'giro 0' e nel primo giorno le condizioni erano ottime. Purtroppo il cambio climatico ha poi posto fine anticipata alla nostre prove" ha detto Alexander Baumgartel, CEO e Chief Designer della Kalex.

"Jasko Raffin ha fatto un gran lavoro, senza errori, offrendoci una visione chiara di come si comporta il nostro telaio con il motore Triumph: si è rivelato un po’ rigido anche se il propulsore non è ancora quello ufficiale. Il suo primo commento è positivo. Abbiamo utilizzato solo componenti standard e siamo molto soddisfatti di questi primi test dove la cosa più importante è stato fare giri e chilometri" ha aggiunto.

condivisioni
commenti
Le basse temperature rovinano il test dello Sky Racing Team VR46 a Valencia

Articolo precedente

Le basse temperature rovinano il test dello Sky Racing Team VR46 a Valencia

Prossimo Articolo

Test Jerez, Giorno 1: Bagnaia continua a fare la voce grossa

Test Jerez, Giorno 1: Bagnaia continua a fare la voce grossa
Carica commenti