Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Gara in
16 Ore
:
12 Minuti
:
17 Secondi
MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
5 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
12 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
16 lug
-
19 lug
Postponed
WSBK
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
19 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento concluso
G
ePrix di Berlino I
05 ago
-
05 ago
Prossimo evento tra
24 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
26 giorni
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
61 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
54 giorni

Oliveira batte Marini in volata a Brno e scavalca Bagnaia nel Mondiale

condivisioni
commenti
Oliveira batte Marini in volata a Brno e scavalca Bagnaia nel Mondiale
Di:
5 ago 2018, 11:20

Il pilota della KTM ha piegato per appena 70 millesimi il portacolori dello Sky Racing Team VR46. Pecco chiude terzo regolando Baldassarri e si vede superare di due lunghezze.

Gli italiano hanno regalato spettacolo nel GP di Repubblica Ceca di classe Moto2, ma alla fine a fare festa è stato Miguel Oliveira, che in un colpo solo si è preso la seconda vittoria stagionale ed anche la leadership iridata ai danni di Pecco Bagnaia, anche se per appena due lunghezze.

Il pilota della KTM se l'è dovuta vedere fino alla fine con i due piloti dello Sky Racing Team VR46, con Luca Marini che è arrivato davvero ad un soffio dalla sua prima vittoria Mondiale dopo aver conquistato la sua prima pole ieri e Lorenzo Baldassarri che invece alla fine ha chiuso quarto, alle spalle di Pecco.

Per buona parte della gara sono stati cinque i piloti che sembravano avere le carte in regola per poter puntare alla vittoria, ma poi a poche tornate dal termine lo spagnolo Xavi Vierge si è distanziato con la sua Kalex della Dynavolt Intact GP, rimanendo a fare solo da spettatore alla battaglia per il podio ed accontentandosi del quinto posto finale.

Nella seconda parte di gara Baldassarri era sembrato essere quello che poteva averne più di tutti, ma forse ha chiesto troppo alle sue gomme per cercare un piccolo strappo e lo ha pagato alla distanza, perché nel finale gli altri tre gli sono tornati attaccati e in questa fase si è capito che probabilmente i due più accreditati per la vittoria erano Oliveira e Marini.

Infatti, ad un paio di giri dal termine "Pecco" e "Balda" si sono scambiati più volte le posizioni nell'arco di poche curve e i primi due ne hanno approfittato per scavare un piccolo buco che poi sono riusciti ad amministrare molto bene fino alla bandiera a scacchi, nonostante un ultimo giro davvero davvero da cardiopalma.

Leggi anche:

Marini ha provato ad infilarsi alla curva 1, ma alla curva 2 è arrivata la replica con l'incrocio di Oliveira. Luca però non si è arreso e alla curva ha rimesso la sua Kalex davanti, tenendocela poi per tutto il Motodrom. Alla curva 10 il portoghese è tornato alla carica, ma è andato lungo permettendo l'incrocio a Marini.

A questo punto è stato evidente che si sarebbe deciso tutto all'ultima chicane: Marini ci ha provato all'interno, ma Oliveira ha resistito alla grande, tenendosi quindi lui la linea interna per la curva 14 che immette sul traguardo. Luca però non si è arreso e ha provato a resistergli all'esterno. Un bel tentativo da parte del pilota dello Sky Racing Team VR46, che però lo ha comunque costretto a veder sfuggire la prima vittoria per appena 70 millesimi.

Come detto, la difesa di Oliveira è stata molto importante in ottica Mondiale, perché se si fosse arreso a Marini, non avrebbe concretizzato il sorpasso iridato su un Bagnaia parso un po' in difficoltà nella seconda parte della corsa. Il quarto posto invece non basta a Baldassarri per risalire sul podio iridato, perché davanti a lui nel Mondiale rimane terzo Alex Marquez, nonostante oggi sia stato costretto al ritiro da una scivolata alla curva 14.

Detto del quinto posto di Vierge, alle sue spalle si è piazzata l'altra KTM di Brad Binder, seguita dalla Kalex di un Marcel Schrotter dal quale sicuramente ci si aspettava qualcosina in più visto il passo che aveva mostrato nelle prove. A completare la top 10 troviamo poi Jorge Navarro, Sam Lowes ed un deludente Mattia Pasini. Subito fuori invece la Speed Up di Fabio Quartararo.

Qualche punticino lo portano a casa anche Andrea Locatelli e Simone Corsi, rispettivamente 14esimo e 15esimo alla bandiera a scacchi. Ritirato per una caduta Stefano Manzi, mentre Romano Fenati ha alzato bandiera bianca dopo essere stato costretto a scontare un ride through come penalità per una partenza anticipata.

Da segnalare anche il brutto incidente che nelle prime fasi della corsa ha estromesso Joan Mir, coinvolgendo anche Bo Bendsneyder e Remy Gardner. Uno dei dei piloti del Team Tech 3 è stato anche colpito da una moto, ma fortunatamente se la sono cavata tutti senza conseguenze rilevanti.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   44 Portugal Miguel Oliveira KTM 19 39'22.324     156.4   25
2   10 Italy Luca Marini Kalex 19 39'22.394 0.070 0.070 156.4   20
3   42 Italy Francesco Bagnaia Kalex 19 39'22.849 0.525 0.455 156.4   16
4   7 Italy Lorenzo Baldassarri Kalex 19 39'23.069 0.745 0.220 156.3   13
5   97 Spain Xavi Vierge Kalex 19 39'25.686 3.362 2.617 156.2   11
6   41 South Africa Brad Binder KTM 19 39'25.967 3.643 0.281 156.2   10
7   23 Germany Marcel Schrötter Kalex 19 39'26.018 3.694 0.051 156.1   9
8   9 Spain Jorge Navarro Kalex 19 39'26.052 3.728 0.034 156.1   8
9   22 United Kingdom Sam Lowes KTM 19 39'26.362 4.038 0.310 156.1   7
10   54 Italy Mattia Pasini Kalex 19 39'27.354 5.030 0.992 156.1   6
11   20 France Fabio Quartararo Speed Up 19 39'27.477 5.153 0.123 156.1   5
12   40 Spain Augusto Fernandez Kalex 19 39'28.163 5.839 0.686 156.0   4
13   27 Spain Iker Lecuona KTM 19 39'29.181 6.857 1.018 155.9   3
14   5 Italy Andrea Locatelli Kalex 19 39'31.797 9.473 2.616 155.8   2
15   24 Italy Simone Corsi Kalex 19 39'32.378 10.054 0.581 155.7   1
16   45 Japan Tetsuta Nagashima Kalex 19 39'32.950 10.626 0.572 155.7    
17   77 Switzerland Dominique Aegerter KTM 19 39'32.982 10.658 0.032 155.7    
18   16 United States Joe Roberts NTS 19 39'40.460 18.136 7.478 155.2    
19   4 South Africa Steven Odendaal NTS 19 39'41.364 19.040 0.904 155.1    
20   89 Malaysia Khairul Pawi Kalex 19 39'43.658 21.334 2.294 155.0    
21   66 Niki Tuuli Kalex 19 39'50.402 28.078 6.744 154.6    
22   95 France Jules Danilo Kalex 19 39'56.894 34.570 6.492 154.1    
23   51 Eric Granado Suter 19 40'07.493 45.169 10.599 153.5    
24   12 Sheridan Morais Kalex 19 40'31.177 1'08.853 23.684 152.0    
  dnf 52 United Kingdom Danny Kent Speed Up 11 22'55.274 8 Laps 8 Laps 155.5 Accident  
  dnf 73 Spain Alex Marquez Kalex 8 16'35.534 11 Laps 3 Laps 156.3 Accident  
  dnf 13 Italy Romano Fenati Kalex 7 15'08.272 12 Laps 1 Lap 149.9 Retirement  
  dnf 62 Italy Stefano Manzi Suter 5 10'30.657 14 Laps 2 Laps 154.2 Accident  
  dnf 18 Xavi Cardelus Kalex 2 4'19.492 17 Laps 3 Laps 149.9 Accident  
  dnf 55 Alejandro Medina Kalex 1 2'14.187 18 Laps 1 Lap 144.9 Accident  
  dns 36 Spain Joan Mir Kalex              
  dns 64 Netherlands Bo Bendsneyder Tech 3              
  dns 87 Australia Remy Gardner Tech 3              

 

Prossimo Articolo
Luca Marini centra a Brno la prima pole position della carriera. Secondo Marquez davanti a Pasini

Articolo precedente

Luca Marini centra a Brno la prima pole position della carriera. Secondo Marquez davanti a Pasini

Prossimo Articolo

Mondiale Moto2 2018: Oliveira si porta in testa con 2 punti su Bagnaia

Mondiale Moto2 2018: Oliveira si porta in testa con 2 punti su Bagnaia
Carica commenti