E' morto Koki Takahashi, il fratello di Yuki

E' morto Koki Takahashi, il fratello di Yuki

Il 23enne per ora aveva corso solo nei campionati nazionali giapponesi

Pochi mesi fa era toccato a Shoya Tomizawa, il primo vincitore della categoria Moto2. Nella notte tra sabato 23 e domenica 24 è stato purtroppo Koki Takahashi a salutarci, il fratello di Yuki Takahashi, ex pilota MotoGp e attualmente impegnato nella Moto2 con il Team di Gresini. L’incidente è avvenuto su strada, intorno alle quattro della mattina nei pressi di Saitama, mentre Koki, che ci lascia ad appena 23 anni, tornava a casa da un evento benefico per le vittime del terremoto presso il tracciato RT311 di Okegawa. Koki Takahashi era un pilota di buon livello. L’esordio nel 2002 con le 125cc nel campionato regionale di Saitama, per poi gareggiare due anni dopo per un famoso team giapponese, il MIU Racing (team tra l’altro, in cui il fratello Yuki aveva corso), per la classe 250 GP. Con la squadra giapponese è subito fortissimo tra gli esordienti, e disputa anche due gare nel Mondiale come wild card presso Motegi, raccogliendo un 16° posto nel 2005 e un 20° posto l’anno dopo. L’anno successivo Koki passa alla ST600 (Supersport giapponese) e tra il 2008 e il 2009 è nel Keihin Kohara Racing Team. Nel 2010 Takahashi gareggia nella neonata J-GP2, la Moto2 giapponese, e porta dunque all’esordio la RBB del Burning Blood Racing Team ancora una volta a Montegi, nel Mondiale, conquistando un 34° posto e un ottimo quarto posto nel Campionato Nazionale Giapponese. Per questo 2011 Koki doveva tornare a gareggiare nella ST600 con una Kawasaki ZX-6R.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Articolo di tipo Ultime notizie