Phillip Island, Day 3: Rabat vola... In tutti i sensi!

Phillip Island, Day 3: Rabat vola... In tutti i sensi!

Lo spagnolo realizza un gran tempo, ma cade due volte e distrugge la sua Kalex della Marc VDS

E' stata sorpattutto la doppia caduta di Esteve Rabat a caratterizzare l'ultima giornata dei test gomme della classe Moto2 a Phillip Island. Il pilota spagnolo della Marc VDS è stato il grande protagonista sia in positivo che in negativo: in positivo perchè è stato nuovamente il più veloce, in negativo invece perchè ha letteralmente distrutto la sua Kalex con il secondo incidente di giornata, provocando anche una doppia bandiera rossa. Il suo 1'32"194 è un tempo davvero interessante, perchè distanziato di appena 3"1 dal miglior riferimento realizzato in MotoGp da Jorge Lorenzo. Segno evidente del fatto che la Dunlop sembra aver trovato una gomma molto prestazionale, oltre ad aver apparentemente risolto i problemi di durata dei suoi pneumatici sul tracciato australiano (lo scorso anno fu accorciata anche la corsa della classe di mezzo). Anche oggi Rabat ha rifilato distacchi importanti a tutti: basta pensare che Jordi Torres, pur realizzando il miglior crono della sua Suter in 1'32"998, ha chiuso con un distacco di ben 804 millesimi. Chiudono il gruppo la Kalex di Mika Kallio e l'altra Suter di Nico Terol, entrambe distanziate di oltre 1" dalla vetta. MOTO2, Phillip Island, 05/03/2014 Terza giornata di test Dunlop 1. Esteve Rabat - Kalex - Marc VDS - 1'32"194 - 40 giri 2. Jordi Torres - Suter - Team Aspar - 1'32"998 - 77 3. Mika Kallio - Kalex - Marc VDS - 1'33"149 - 61 4. Nico Terol - Suter - Team Aspar - 1'34"443 - 53

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie