Jerez, Day 1: il riferimento è sempre Tito Rabat

condivisioni
commenti
Jerez, Day 1: il riferimento è sempre Tito Rabat
Di: Matteo Nugnes
18 feb 2014, 19:24

Lo spagnolo della Marc VDS precede Luthi e Kallio. Bene anche Vinales, quinto, mentre Corsi è nono

La prima giornata dei test collettivi della Moto2 a Jerez de la Frontera sembra aver confermato i valori emersi la scorsa settimana a Valencia. Come i piloti della Moto3, anche quelli della classe di mezzo hanno dovuto fare i conti con l'asfalto umido in mattinata, ma poi nel pomeriggio sono riusciti a realizzare dei tempi di tutto rispetto. Basta pensare che Esteve Rabat non solo si è ribadito in ottima forma con la sua Kalex della Marc VDS, ma con il suo 1'42"747 ha sfiorato il primato assoluto del tracciato spagnolo, che appartiene ancora a Stefan Bradl, che lo aveva messo a referto nel 2011. Oltre a lui, sotto al muro dell'1'43" ci è scesa solamente la Suter di Thomas Luthi, sicuramente un altro dei candidati al titolo. Distacchi più importanti per tutti gli altri, a partire da Mika Kallio, che paga mezzo secondo con la moto gemella di quella del battistrada. Ottimo però il quarto tempo della Speed Up del campione del mondo Supersport Sam Lowes, perchè arrivato nel secondo turno. Stesso discorso che vale anche per la sesta prestazione di Takaaki Nakagami. Tra i due si è inserito il campione del mondo in carica della Moto3, ovvero Maverick Vinales, che quindi si è nuovamente dimostrato in grado di battagliare per le posizioni di vertice, facendo capire di essere un pilota da temere fin da subito. Discreta anche la prova del suo compagno di squadra Luis Salom, ancora nella top ten con il decimo tempo. Davanti allo spagnolo troviamo la Forward KLX di Simone Corsi, che altro non è che una Kalex 2013 rinominata. Più indietro invece gli altri ragazzi di casa nostra, a partire dal sammarinese Alex De Angelis, che occupa l'11esima piazza con la Suter del Tasca Racing. 16esimo Mattia Pasini con la moto gemella di quella di Corsi. Attardati infine i rookie Franco Morbidelli e Lorenzo Baldassarri, che sono rispettivamente 24esimo e 25esimo.

Moto2 - Test Jerez - Day 1

Prossimo articolo Moto2
Dunlop "colora" le mescole per Moto2 e Moto3

Previous article

Dunlop "colora" le mescole per Moto2 e Moto3

Next article

Tre giorni di test in crescendo per Baldassarri

Tre giorni di test in crescendo per Baldassarri

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Tito Rabat
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie