Motegi, Libere 2: Zarco attacca senza pressioni

Con il titolo in tasca il francese si rimette davanti. Nella sua scia c'è Rins che però incappa in una caduta

L'aver acquisito la certezza di essere campione del mondo della Moto2, complice il forfait obbligato di Tito Rabat, sembra aver decisamente liberato di un peso Johann Zarco. Il francese è tornato a guidare all'attacco nella seconda sessione di prove libere del Gp del Giappone ed ha fatto segnare il miglior tempo con la sua Kalex.

Il portacolori dell'Ajo Motorsport ha girato in 1'51"158 e poi non c'è stato nessuno in grado di battere la sua performance, anche se Alex Rins ci è andato davvero vicino, piazzandosi secondo a soli 39 millesimi. Lo spagnolo del Team Pons poi però ha dovuto rimandare il suo assalto alla vetta incappando in una caduta alla curva 10.

In terza posizione c'è lo svizzero Thomas Luthi, parso abbastanza in palla per ora in questo weekend, con la Speed Up di Sam Lowes in quarta nonostante un drittone alla curva 11. A sorpresa poi troviamo a completare la top five un Luis Salom in ripresa, che ha pagato circa mezzo secondo.

Dietro di lui c'è l'idolo locale Takaaki Nakagami, autore di una scivolata nel finale, così come Axel Pons, che si trova nono alle spalle del tandem tedesco composto da Jonas Folger e Sandro Cortese. A completare la top ten troviamo il malese Hafizh Syahrin, cresciuto decisamente tanto in questa parte conclusiva del campionato.

Solo 13esimo il fratellino d'arte Alex Marquez, che precede il migliore degli italiani Simone Corsi. Più attardato Lorenzo Baldassarri, 18esimo con la seconda Kalex del Forward Racing dopo una caduta nei minuti iniziali del turno. A terra, infine, anche Marcel Schrotter.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Evento Motegi
Circuito Twin Ring Motegi
Piloti Thomas Lüthi , Johann Zarco , Alex Rins
Articolo di tipo Prove libere