Misano, Libere 3: Tito Rabat ritocca il suo record

Nella scia dello spagnolo però sono vicinissimi Zarco e Rabat. Baldassarri cade, ma è il migliore degli italiani

Tito Rabat si è confermato in grande spolvero anche nel terzo turno di prove libere della classe Moto2 a Misano. Il campione del mondo in carica è infatti riuscito a ritoccare di un paio di decimi il record del tracciato romagnolo per la categoria di mezzo che aveva realizzato ieri pomeriggio, scendendo fino a 1'37"246.

Nella sua scia però sono almeno un paio i piloti da tenere sicuramente d'occhio per la caccia alla pole position. Tra questi c'è sicuramente il leader della classifica iridata Johann Zarco, secondo a 76 millesimi con la Kalex dell'Ajo Motorsport. Lo stesso discorso vale anche per Alex Rins, che è appena 13 millesimi più indietro rispetto al francese.

Nelle posizioni a seguire invece i distacchi aumentano sensibilmente e a questo va aggiunto che in quarta e quinta posizione troviamo due nomi decisamente a sorpresa, come quelli di Hafizh Syahrin e Takaaki Nakagami, entrambi distanziati di circa quattro decimi da Rabat.

Segue poi Thomas Luthi, con Lorenzo Baldassarri che è settimo ma ha terminato anzitempo la sua FP3: il pilota del Forward Racing è caduto alla curva 9 e si è allontanato dalla sua Kalex tenendosi un braccio che sembrava dolorante. Dietro di lui a completare la otp troviamo invece Jonas Folger, Dominique Aegerter ed Alex Marquez.

Come avrete notato, dalle primissime posizioni manca quindi il nome di Sam Lowes, che questa volta non è neppure riuscito ad essere il più rapido tra i piloti Speed Up, avendo chiuso 12esimo alle spalle di Julian Simon. Inoltre il britannico è incappato nella seconda caduta del suo weekend.

Dopo essere stato il più rapido nel turno inaugurale, è apparso piuttosto in difficoltà anche Simone Corsi, solamente 14esimo a poco meno di un secondo. Il quadro dei nostri si completa poi con il 21esimo tempo di Mattia Pasini ed il 24esimo di Federico Caricasulo, ancora chiamato a sostituire l'infortunato Franco Morbidelli. Disastrosa poi la prova di Mika Kallio, che è alle sue spalle.

Infine, vanno ricordate la doppia caduta di cui si è reso protagonista senza conseguenze Ricky Cardus, ma anche quella di Louis Rossi, che forse ha chiesto un po' troppo alla sua moto nel tentativo di inseguire Rabat.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Evento Misano
Circuito Misano Adriatico
Piloti Johann Zarco , Tito Rabat , Alex Rins
Articolo di tipo Prove libere