Johann Zarco conquista anche Misano

Sesta vittoria stagionale per il leader del mondiale. Secondo Rabat, quarto Simone Corsi

Anche il Gran Premio di San Marino porta la firma di Johann Zarco. Il francese, sempre più leader del mondiale, ha conquistato la sua sesta vittoria stagionale sul tracciato di Misano, dominando una gara che ha visto sparire troppo presto due grandi protagonisti, Alex Rins e Dominique Aegerter.

In partenza Zarco è scattato benissimo, seguito come un'ombra da Aegerter. Lo svizzero ha subito tentato di superare il francese regalando al pubblico un duello spalla contro spalla entusiasmante. Aegerter è riuscito a superare Zarco, sopravanzato successivamente da Rins apparso subito a proprio agio sul tracciato italiano.

Purtroppo la foga dello spagnolo ha prevalso sulla ragione quando, tentando il sorpasso su Aegerter, è arrivato lungo in frenata colpendo lo svizzero compromettendo la gara di entrmabi.

Dell'errore di Rins ne ha subito approfittato Zarco per tornare indisturbato al comando sino alla bandiera a scacchi, mentre alle sue spalle si assisteva ad una gara emozionante e movimentata grazie, soprattutto, ad una fantastica rimonta di Tito Rabat, giunto secondo, e autore di un duello intenso con Nakagami, terzo.

Quarta posizione per Simone Corsi, autore di una corsa solida grazie anche all'utilizzo della gomma dura. Il pilota del Forward Racing ha dato il tutto per tutto in corsa sino a raggiungere la seconda posizione a metà gara, per poi cedere lentamente terreno sino a giungere quarto a poco più di un decimo da Nakagami.

Julian Simon è riuscito a conquistare la quinta posizione negli ultimi giri, riuscendo a prevalere su un fantastico Jonas Folger, sesto, ed autore di una prima parte di gara entusiasmante che lo aveva visto risalire sino al terzo posto per poi, nella seconda metà, duellare con Nakagami e Corsi.

Un plauso merita il settimo posto di Lorenzo Baldassarri, sceso in pista con una spalla lussata. Il compagno di team di Corsi è stato più forte del dolore ed ha condotto una gara solida, senza sbavature, certamente da ricordare.

Sandro Cortese, Thomas Luthi ed Axel Pons hanno chiuso la Top Ten, dove non troviamo Alex Rins. Come detto, lo spagnolo ha colpito nei giri iniziali un incolpevole Aegerter finendo per compromettere sia la propria gara che quella dello svizzero. Rientrato in pista in ventiquattresima posizione, Rins ha iniziato a girare su ottimi tempi sino a trovarsi nel gruppo in lotta per la seconda e la terza posizione. Dopo aver superato Simone Corsi, la direzione gara ha deciso inizialmente di penalizzarlo con due posizioni nella classifica finale, per poi esporre la bandiera nera e squalificarlo dalla competizione.

Poche gioie dagli altri italiani in gara. Mattia Pasini ha concluso in sedicesima posizione, mentre Luca Marini, fratellino minore di Valentino Rossi, ha colto la posizione numero 21. Caduta senza conseguenze e ritiro per Federico Caricasulo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Evento Misano
Circuito Misano Adriatico
Piloti Johann Zarco , Tito Rabat , Takaaki Nakagami
Team Ajo Motorsports
Articolo di tipo Gara