Takahashi svetta anche con la pista umida

Takahashi svetta anche con la pista umida

Le Libere 2 sono state poco indicative perchè molti big sono rimasti a guardare ai box

La seconda sessione di prove libere della classe Moto2 ad Estoril è stata caratterizzata da un paio di scrosci di pioggia che hanno reso l'asfalto viscido del tracciato portoghese, invitando la maggior parte dei piloti alla prudenza. Con queste condizioni, infatti, in molti hanno preferito non correre rischi e se ne sono rimasti al caldo nei loro box. Yuki Takahashi invece ha dato nuovamente prova di avere tanta rabbia da buttare fuori ed è risultato ancora una volta il più veloce. La morte del fratello Koki è ancora una ferita fresca, ma il giapponese del team Gresini sembra aver trovato il giusto modo di sfogare la sua tensione, cioè portando al limite la sua Moriwaki. Alle sue spalle si è piazzato un sorprendente Ricky Cardus, seguito poi dalla moto gemella di quella di Takahashi, affidata all'italiano Michele Pirro, che quindi si conferma veloce anche con l'asfalto viscido. Davanti a tutti, dunque, ci sono tre Moriwaki, anche se la sensazione è che i tempi di oggi pomeriggio siano veramente poco indicativi. Quarto e quinto ci sono Bradley Smith e Marc Marquez, ma nella top ten si affacciano nomi che normalmente viaggiano nelle retrovie: bisogna calcolare però che tra coloro che sono rimasti ai box ci sono piloti del calibro di Andrea Iannone, Stefan Bradl e Julian Simon.

Moto2 - Estoril - Libere 2

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Yuki Takahashi
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag merchandising