Brno, Libere 2: Tito Rabat beffa Luthi. Corsi terzo

Lo spagnolo si mette davanti allo svizzero a pochi minuti dalla fine del turno. Terzo un ottimo Simone Corsi

Anche il secondo turno di prove libere della Moto2 sul tracciato ceco di Brno è stato caratterizzato da temperature molto elevate dell'asfalto, che non ha permesso ai piloti di svolgere un lavoro preciso sulle rispettive moto per quanto riguarda l'assetto e le valutazioni sugli pneumatici.

A staccare il miglior tempo del turno è stato il solito Esteve Rabat, il quale ha svolto il classico lavoro che da anni lo contraddistingue nelle prove libere del venerdì. Lo spagnolo ha girato molto nei primi tre quarti dei 45 minuti di prove, per poi scatenarsi negli ultimi cinque primi e andare alla ricerca del tempo. "Tito" ha fermato il cronometro in 2'02"714, mettendo alle proprie spalle lo svizzero Thomas Luthi. 

Proprio il pilota elvetico è stato il grande protagonista per gran parte delle Libere 2 grazie a un ottimo crono, che gli ha consentito di rimanere davanti a tutti per diverse decine di minuti. Solo un Rabat in grande forma gli ha strappato il miglior riferimento e solo per 97 millesimi di secondo. 

Terzo crono per il rientrante Simone Corsi. il nostro connazionale è stato tra i più veloci per tutto il turno del pomeriggio, poi negli ultimi minuti si è migliorato ulteriormente e ha centrato una terza posizione che lascia ben sperare. Il pilota del team Forward ha così mostrato di non aver perso velocità e di essere molto concentrato nonostante le recenti difficoltà del team di Giovanni Cuzari.

Proprio nei secondi finali del turno Johann Zarco è riuscito a risalire la china dopo un turno complesso, chiudendo così con il quarto riferimento del pomeriggio. Il pilota francese, che si trova al comando della classifica generale dedicata ai piloti della categoria, ha denotato parecchie difficoltà di messa a punto della sua moto, mostrando inoltre un po' di nervosismo con alcuni piloti rei - a suo avviso - di averlo rallentato proprio mentre era in cerca di un tempo più valido.

Sandro Cortese ha invece centrato il quarto tempo, ma è stato anche l'ultimo pilota a far segnare un distacco contenuto dai primi della graduatoria. Jonas Folger, quinto assoluto, si trova infatti in ritardo da Rabat di 633 millesimi di secondo, con Sam Lowes ad appena 26 millesimi dal quinto posto della classifica delle Libere 2. Proprio il britannico è stato autore di una caduta negli ultimi istanti della sessione, in cui si è procurato una botta a una gamba.

Julian Simon ha preceduto Dominique Aegerter per circa un decimo, cogliendo un buon ottavo posto, mentre Takaaki Nakagami ha chiuso la Top Ten. In difficoltà i due protagonisti di Indianapolis: Alex Rins non è andato oltre al dodicesimo crono assoluto, mentre il nostro Franco Morbidelli ha fatto peggio chiudendo diciannovesimo a oltre un secondo e mezzo da Tito Rabat. Bravo invece Lorenzo Baldassarri, che si trova appena alle spalle del rookie del team Pons. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Thomas Lüthi , Tito Rabat , Simone Corsi
Articolo di tipo Prove libere