Moto2: Baldassarri resiste a Luthi e in Qatar suona ancora l'inno italiano

condivisioni
commenti
Moto2: Baldassarri resiste a Luthi e in Qatar suona ancora l'inno italiano
Di:
10 mar 2019, 16:20

Il pilota del Pons Racing segue Morbidelli e Bagnaia nell'albo d'oro della gara di Losail, battendo in volata Luthi. Schrotter completa il podio, mentre Marini è solo ottavo. Bene Bastianini, nono e primo tra i rookie. Male le KTM.

Continua il dominio italiano nel GP del Qatar di classe Moto2. Per il terzo anno di fila, infatti, è un pilota di casa nostra a salire sul gradino più alto del podio. E questo è sicuramente di buon auspicio per Lorenzo Baldassarri, visto che per Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia è arrivato anche il titolo iridato dopo l'affermazioni sotto le luci artificiali del tracciato in mezzo al deserto.

Una vittoria meritatissima per il portacolori del Pons Racing, che si è portato al comando fin dalle primissime fasi e poi si era costruito un piccolo margine sugli inseguitori. Nel finale poi è stato bravissimo a resistere alla rimonta poderosa di Thomas Luthi, che nella seconda parte di gara è diventato nettamente il più veloce in pista dopo essere stato ai margini della top 10 nelle prime fasi.

L'ex pilota di MotoGP è arrivato nella scia di "Balda" praticamente ad un giro e mezzo dalla fine, ma il pilota italiano gli ha chiuso ogni singolo varco, anche se lo svizzero ci ha provato in ognuna delle ultime quattro curve. Il pilota del Pons Racing però non si è arreso alla pressione e si è presentato sul traguardo con 26 millesimi di vantaggio, centrando la sua terza vittoria in Moto2 in carriera.

Per la Dynavolt Intact GP è stata comunque una domenica molto positiva, perché a completare il podio c'è la seconda Kalex del team, quella di Marcel Schrotter. E anche per il gradino più basso c'è stata una battaglia davvero infuocata, con il figlio d'arte Remy Gardner che ha mancato l'appuntamento con la prima top 3 della carriera per appena 2 millesimi. Ma c'è da scommettere che lo rivedremo davanti spesso, vista la crescita mostrata nel corso dell'inverno.

Leggi anche:

Decisamente buona anche la serata del Pons Racing, che oltre alla vittoria di Baldassarri si è portato a casa il quinto posto in rimonta di Augusto Fernandez, che è riuscito a mettersi dietro un gruppetto di piloti che invece hanno un po' deluso le aspettative: a capitanarlo c'è Sam Lowes, solo sesto con la Kalex del Gresini Racing dopo essere stato il mattatore dell'inverno.

Male anche i due della Marc VDS, con Alex Marquez settimo e Xavi Vierge addirittura decimo dopo aver preso il via dalla prima fila ed essere stato anche a lungo secondo. Purtroppo nell'elenco dei delusi va messo anche Luca Marini, solo ottavo per i colori dello Sky Racing Team VR46, senza dare mai la sensazione di avere il ritmo per stare con i migliori pur scattando dalla seconda fila.

Discorso esattamente opposto per Enea Bastianini, che con il nono posto si è regalato la top 10 all'esordio, risultando anche il migliore dei rookie con la Kalex dell'Italtrans Racing. Buonissima però anche la prova di Fabio Di Giannantonio, 12esimo con la Speed Up al debutto nella categoria. Punti poi anche per Andrea Locatelli, 13esimo con la Kalex dell'Italtrans Racing.

E' stata veramente notte fonda invece per le KTM: Brad Binder ha perso via via sempre più posizioni, fino a tagliare il traguardo in 12esima posizione. Un esordio molto negativo per uno dei principali candidati al titolo. Il suo compagno, il rookie Jorge Martin, si è invece piazzato 15esimo, alle spalle di Jesko Raffin, che ha regalato due punti anche alla NTS.

Non troppo brillante anche l'esordio delle MV Agusta, che hanno chiuso 18esima con Dominique Aegerter e 20esima con Stefano Manzi. Tra di loro si è piazzata invece la Kalex di Simone Corsi. Peccato anche per Marco Bezzecchi, caduto nel corso del primo giro alla curva 6 e alla fine solo 26esimo.

E' andata anche peggio a Nicolò Bulega, la cui prima gara in Moto2 è durata appena poche centinaia di metri: il pilota dello Sky Racing Team VR46 ha speronato Iker Lecuona alla prima curva, coinvolgendo nel loro incidente anche Jorge Navarro.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   7 Italy Lorenzo Baldassarri Kalex 20 39'56.109     161.6   25
2   12 Switzerland Thomas Lüthi Kalex 20 39'56.135 0.026 0.026 161.6   20
3   23 Germany Marcel Schrötter Kalex 20 39'58.232 2.123 2.097 161.5   16
4   87 Australia Remy Gardner Kalex 20 39'58.234 2.125 0.002 161.5   13
5   40 Spain Augusto Fernandez Kalex 20 39'58.414 2.305 0.180 161.5   11
6   22 United Kingdom Sam Lowes Kalex 20 39'59.443 3.334 1.029 161.4   10
7   73 Spain Alex Marquez Kalex 20 40'01.127 5.018 1.684 161.3   9
8   10 Italy Luca Marini Kalex 20 40'03.445 7.336 2.318 161.1   8
9   33 Italy Enea Bastianini Kalex 20 40'09.058 12.949 5.613 160.7   7
10   97 Spain Xavi Vierge Kalex 20 40'09.974 13.865 0.916 160.7   6
11   21 Italy Fabio Di Giannantonio Speed Up 20 40'11.634 15.525 1.660 160.6   5
12   41 South Africa Brad Binder KTM 20 40'12.700 16.591 1.066 160.5   4
13   5 Italy Andrea Locatelli Kalex 20 40'14.776 18.667 2.076 160.4   3
14   2 Switzerland Jesko Raffin NTS 20 40'15.025 18.916 0.249 160.3   2
15   88 Spain Jorge Martin KTM 20 40'18.880 22.771 3.855 160.1   1
16   64 Netherlands Bo Bendsneyder NTS 20 40'18.931 22.822 0.051 160.1    
17   89 Malaysia Khairul Pawi Kalex 20 40'20.087 23.978 1.156 160.0    
18   77 Switzerland Dominique Aegerter MV 20 40'23.013 26.904 2.926 159.8    
19   24 Italy Simone Corsi Kalex 20 40'23.139 27.030 0.126 159.8    
20   62 Italy Stefano Manzi MV 20 40'36.383 40.274 13.244 158.9    
21   3 Germany Lukas Tulovic KTM 20 40'39.112 43.003 2.729 158.8    
22   16 United States Joe Roberts KTM 20 40'40.321 44.212 1.209 158.7    
23   65 Germany Philipp Ottl KTM 20 40'43.766 47.657 3.445 158.5    
24   20 Indonesia Dimas Pratama Kalex 20 40'53.705 57.596 9.939 157.8    
25   18 Andorra Xavi Cardelus KTM 20 41'14.858 1'18.749 21.153 156.5    
26   72 Italy Marco Bezzecchi KTM 20 41'31.926 1'35.817 17.068 155.4    
  dnf 45 Japan Tetsuta Nagashima Kalex 2 4'08.708 18 Laps 18 Laps 155.7 Accident  
  dnf 96 United Kingdom Jake Dixon KTM 2 4'13.242 18 Laps 4.534 152.9 Accident  
  dnf 35 Thailand Somkiat Chantra Kalex 1 2'10.587 19 Laps 1 Lap 148.3 Retirement  
  dnf 9 Spain Jorge Navarro Speed Up           Accident  
  dnf 11 Italy Nicolò Bulega Kalex           Accident  
  dnf 27 Spain Iker Lecuona KTM           Accident
 
Prossimo Articolo
Moto2, Losail: prima pole per Schrotter, Baldassarri in prima fila

Articolo precedente

Moto2, Losail: prima pole per Schrotter, Baldassarri in prima fila

Prossimo Articolo

Mondiale Moto2 2019: il primo leader è Lorenzo Baldassarri

Mondiale Moto2 2019: il primo leader è Lorenzo Baldassarri
Carica commenti
Be first to get
breaking news