Morte Salom: i piloti dubitano che il "bump" sia la causa

La maggioranza dei piloti della MotoGP non pensa che l'irregolarità dell'asfalto della Curva 12 sia la causa principale della caduta che ha provocato la morte di Luis Salom.

Lunedì scorso, a tre giorni dalla tragica morte di Luis Salom, il team SAG Racing ha diramato un comunicato contenente l'analisi dei dati raccolti dalla moto del pilota spagnolo, in cui è spiegato come Salom abbia perso il controllo della sua moto su un'irregolarità dell'asfalto alla Curva 12, arrivando in quel punto con il freno anteriore ancora in azione. Questo avrebbe messo in crisi la gomma, provocando la perdita d'aderenza e la successiva caduta, finita poi in tragedia.

A poche ore dall'incidente di Luis, alcuni piloti hanno subito pensato che la caduta potesse essere stata provocata da un guasto sulla Kalex dell'iberico del team SAG. "E' vero che l'asfalto di questa pista è molto consumato perché provano molto le monoposto di Formula 1, ma tutto ciò sarebbe potuto accadere anche nel caso contrario", ha commentato Valentino Rossi.

Il "Dottore" ha anche aggiunto: "Il mio pensiero è che la moto di Salom ha avuto un problema tecnico. Non è caduto in un punto normale. Se ti accade un problema tecnico non c'è un solo punto pericoloso, ma 300, in cui le barriere sono sempre troppo vicine alla pista. Le protezioni e le vie di fuga sono progettate per cadute normali, se succede qualcosa sulla moto e uno va dritto la curva non la fa e può farsi male. Ci sono un sacco di punti pericolosi in quei casi".

Altri, ad esempio Daniel Pedrosa, pensa che le ipotesi di quanto accaduto nelle Libere 2 della Moto2: "Sono passato molte volte alla Curva 12 nel corso dei test di lunedì e ho notato che nella parte esterna della pista, ovvero dove ti porta a girare la curva precedente, ha molti strati di vernice e che non hanno lo stesso livello di aderenza dell'asfalto".

"E' vero che su questa pista ci corre spesso la Formula 1, dunque questo va a sbriciolare parte dell'asfalto e c'è meno aderenza in frenata, ma ci sono buche molto più profonde in altri circuiti rispetto a quello che abbiamo trovato al Montmelo. Non credo proprio che questa sia stata la causa della caduta di Salom, ha commentato Aleix Espargaro, pilota ufficiale Suzuki che abita a pochi minuti dal tracciato, nella cittadina di Granollers.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2 , MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie