Luis Salom era in arresto cardiaco all'arrivo dei soccorsi

condivisioni
commenti
Luis Salom era in arresto cardiaco all'arrivo dei soccorsi
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
03 giu 2016, 20:38

Nella serata il Medical Team della MotoGP ha divulgato altri dettagli sulla morte del pilota spagnolo. E' stato rianimato per 18 minuti a bordo pista e per tutto il trasfrimento in ospedale, ma non c'è stato nulla da fare per salvarlo.

Luis Salom, SAG Racing Team
Luis Salom, SAG Racing Team
Luis Salom, SAG Racing Team
Luis Salom, SAG Racing Team
Luis Salom, SAG Racing Team
Luis Salom, SAG Racing Team
Luis Salom, SAG Racing Team

Il Medical Team della MotoGP ha divulgato nella serata di oggi ulteriori dettagli relativi alla morte di Luis Salom, avvenuta in seguito al terribile incidente alla curva 12 di cui è stato vittima durante la seconda sessione di prove libere del GP di Catalunya della Moto2: una volta scivolato, il maiorchino e la sua Kalex hanno proseguito la loro corsa scivolando verso le barriere. La moto ha impattato l'airfence prima di lui, rimbalzando, e purtroppo Salom ha finito per colpirla molto duramente.

Il comunicato firmato dal dottor Angel Charte spiega che all'arrivo dei soccorsi sulla scena dell'incidente, lo spagnolo era già in arresto cardiaco, quindi il personale medico ha immediatamente provveduto ad intubare le vie respiratorie e ad effettuare la rianimazione cardiopolmonare.

Successivamente gli è stato fatto indossare un collarino e sono state introdotte due linee endovenose. Una volta completate queste operazioni, sono riprese le compressioni toraciche.

Essendo stato chiaro da subito che Salom si trovava in arresto cardiaco, gli sono stati somministrati dei farmaci volti a stabilizzare il quadro cardiopolmonare e circolatorio.

La rianimazione è proseguita per 18 minuti a bordo pista, ma tenendo conto delle condizioni del maiorchino, è stato deciso di predisporre un trasporto su strada verso l'ospedale.

Il trattamento è continuato anche durante i 40 minuti necessari al trasferimento in ambulanza, ma durante il tragitto è peggiorata la saturazione dell'ossigeno. Per questo gli è stata fatta una toracostomia bilaterale, mentre è stato allertato l'Hospital General de Catalunya sulle condizioni di Luis.

Salom è arrivato in ospedale alle ore 16:10 ed è stato immediatamente trasferito al pronto soccorso, dove è stata portata avanti la rianimazione. Successivamente è stato sottoposto ad una laparotomia esplorativa dai chirurgi.

Il decesso del paziente è stato dichiarato alle ore 16:55. Lo staff medico poi ha garantito che tutte le procedure, dall'evacuazione, al trasporto, fino al ricovero in ospedale, hanno rispettato gli standard più elevati.

Prossimo articolo Moto2
Sessione di qualifiche sospesa per la caduta di Efren Vazquez

Articolo precedente

Sessione di qualifiche sospesa per la caduta di Efren Vazquez

Prossimo Articolo

Bagnaia l'antidoto alla delusione Fenati: lui in Moto2 con VR46?

Bagnaia l'antidoto alla delusione Fenati: lui in Moto2 con VR46?
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Moto2
Evento Barcelona
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Luis Salom
Team SAG Racing Team
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie