Gresini: "Proseguiamo con la stessa passione ed impegno da 20 anni"

condivisioni
commenti
Gresini:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
26 feb 2016, 14:23

Il grande capo della Gresini Racing ha presentato con grandi aspettative i team Moto2 e Moto3 che correranno nel Mondiale 2016.

Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione
Gresini Racing Moto2, presentazione

In Romagna, questa mattina, la Gresini Racing ha svolto la presentazione dei team Moto2 e Moto3, tenuta a battesimo dal grande capo della squadra di Faenza, Fausto Gresini, che nella stagione 2016 del Motomondiale festeggerà il 20° anno di attività.

Nel reparto corse si sono tolti i veli sulle moto che guideranno Sam Lowes (in Moto2) e il duo Fabio Di Giannantonio e Enea Bastianiani (in Moto3), con grande soddisfazione di Gresini, il quale si è mostrato davvero fiducioso di poter ambire a qualcosa di importante.

"Sono molto felice di essere qui a presentarvi i nostri team - ha dichiarato l'ottimo Fausto - Sono passati oltre 30 anni da quando ero in pista e vincevo Titoli, per cui è un grande orgoglio proseguire questa avventura con la mia squadra, nella quale metto la stessa passione ed impegno. Nella stagione 2016 festeggeremo il 20° anno di attività, per cui sono felicissimo di ciò che abbiamo fatto in passato e che faremo in futuro. Siamo parte della storia del motociclismo".

La Gresini Racing è attivissima, infatti, nel Motomondiale, avendo tre squadre schierate nei box: "Questa per me è una passione, il percorso è impegnativo perché siamo attivi in Moto3, Moto2 e MotoGP, quindi su tutti i fronti, dalle basi al top della categoria motociclistica. So che è difficile, ma ringrazio le oltre 60 persone che lavorano qui con noi, sono tutti importanti, così come i partner che ci danno la possibilità di continuare a sognare e fare le cose assieme".

MotoGP a parte, oggi i riflettori erano puntati sulle altre due Classi delle due ruote, che sono la rampa di lancio per quella regina: "Nel 2010 abbiamo vinto il Mondiale Moto2 ed è stata una grande soddisfazione che ci ha dato ulteriori motivazioni nel proseguire il progetto. La Moto3 è un programma dedicato ai giovani italiani, costruito praticamente in casa. Il mio sogno voglio trasmetterlo e farlo vivere anche ai ragazzi che correranno con noi. Siamo consapevoli che nel corso degli anni ci sono stati tanti cambiamenti per migliorare e oggi il motociclismo è diverso grazie anche al lavoro di persone e piloti come lo sono stato io, i quali hanno messo passione ed impegno per crescere".

Le aspettative di Gresini, dunque, partono dal Team Federal Oil di Moto2, nel quale i fari saranno puntati su Sam Lowes: "In Moto2 continueremo a correre con il nostro partner indonesiano Federal Oil che ci segue da 5 anni, ci fa molto piacere che una azienda di quel paese abbia deciso di continuare ad affiancarci nonostante non siamo riusciti a raccogliere ciò che ci aspettavamo. Oggi siamo in una realtà diversa perché Sam Lowes ha accettato di correre coi nostri colori e vogliamo dargli il massimo supporto tecnico per poter ambire a qualcosa di importante. Oggi abbiamo pilota, moto e squadra per puntare al Mondiale e sono certo che daremo il massimo pr riuscirci. Con Sam è ci siamo trovati bene fin da subito, questa unione ci fa ben sperare e proseguire con lo spirito giusto il lavoro. Sappiamo che non mancheranno i momenti difficili, ma la partenza con così tanto entusiasmo e divertimento ci dà una bella carica. Sono certo che potremo fare bene".

Ben diverso è il discorso per quanto riguarda il team Del Conca Moto3, con il quale Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio porteranno in giro per il mondo il tricolore: "La Moto3 è il mio orgoglio. Enea è partito con noi due anni fa, è cresciuto molto e ha fatto un bel 2015; magari poteva finire meglio, però a questi livelli la difficoltà è alta e so che è difficile restare sempre al top quando si è giovani. Un anno in più di esperienza gli servirà tantissimo, soprattutto in questa categoria. Non voglio caricarlo di responsabilità, ma sa anche lui che in questo progetto può essere protagonista".

"Di Giannantonio è una mia scommessa, nel 2015 l'ho visto gareggiare in Rookie Cup ed è andato molto forte, per questo l'ho scelto e con lui ho voluto fare un accordo a lungo termine per tenerlo con noi e crescere. Lo avverto: non deve addormentarsi perché la Moto3 è una categoria di altissimo livello e bisogna impegnarsi al massimo per raggiungere gli obiettivi, sono certo che non ci deluderà".

Infine un commento sulla grande novità della Moto3, la Honda che Enea e il "Digia" cercheranno di piazzare davanti a tutti: "La Honda ha fatto un lavoro pazzesco, la moto è totalmente nuova rispetto allo scorso anno, molto ben definita in ogni dettaglio. Le basi sono ottime e stiamo lavorando tanto, bene e sereni, ci aspettiamo di poter raccogliere risultati in fretta".

Prossimo articolo Moto2
A Faenza tolti i veli ai team Gresini Racing Moto 2 e Moto 3

Articolo precedente

A Faenza tolti i veli ai team Gresini Racing Moto 2 e Moto 3

Prossimo Articolo

Lowes: "Voglio fare bene in Moto2 per poi approdare alla MotoGP"

Lowes: "Voglio fare bene in Moto2 per poi approdare alla MotoGP"
Carica commenti