Le Mitjet Italian Series 2016 verso la penultima gara stagionale al Mugello

Tra poco meno di un mese sul tracciato toscano del Mugello andrà in scena il penultimo appuntamento stagionale delle Mitjet Italian Series, per poi concludere la stagione a Vallelunga.

Poco meno di un mese: è questo il lasso temporale che ci separa dal “rush” conclusivo della stagione. A inizio settembre la Mitjet Italian Series affronterà infatti sul circuito toscano del Mugello il quinto dei sei doppi appuntamenti di questa stagione.

Poi la volata finale di Vallelunga, alla fine dello stesso mese, dove presumibilmente verranno assegnati tutti i titoli.È un successo senza precedenti quello del campionato della MQ Corse, che giunge quest’anno alla sua seconda stagione. Un campionato che continua a contraddistinguersi per un “trend” costantemente positivo, con numeri sempre in salita ed un livello “top”.

Il “segreto” risiede in un’organizzazione perfetta, una formula tecnicamente interessante con vetture a trazione posteriore che garantiscono piacere di guidare. Una formula che non sacrifica di certo la qualità a discapito di una economicità globale di utilizzo.

La Mitjet è una vettura 2 litri 16V da 230 Cv dotata di telaio tubolare dall’equilibrio prestazionale quasi perfetto.Bisognerà aspettare l’ultimo round di Vallelunga, si diceva, per assegnare i vari titoli in palio. Sembra proprio di sì, perché la situazione è ancora estremamente aperta in tutte le classi.

Tra i Piloti B, dopo il quarto appuntamento di Monza che è andato in scena a luglio, davanti a tutti c’è Mauro Pizzola, portacolori del team Kinetic, che nonostante abbia al proprio attivo una sola affermazione messa a segno ad Adria, grazie a tre terzi, due quarti e due quinti posti è riuscito a conquistare lo scettro.

Alle sue spalle, con 22 punti in meno, c’è Lorenzo Marcucci, protagonista con una delle vetture del team The Club di una doppietta a Misano e terzo proprio a Monza. Riflettori puntati anche sul 18enne Matteo Gonfiantini, anche lui in forze al team Kinetic, per la prima volta sul gradino più alto del podio nella trasferta croata di Rijeka e poi ancora primo sul circuito brianzolo, ma anche tre volte secondo ed una terzo.

Piazzamenti che lo hanno portato ad issarsi terzo in campionato, a 57 punti dal suo compagno di squadra.Ma in agguato ci potrebbe essere anche Davide Di Benedetto, il siciliano della Costa Ovest che vanta a sua volta due centri, a Rijeka e Monza, attuale leader della classifica generale assieme a Cosimo Papi.

Tra gli altri driver a cui prestare attenzione non mancano Federico Gioia, autore di due secondi posti, e Matteo Zucchi. Tra i Piloti A al comando c’è lo stesso Papi, il quale si è imposto a Misano ed ha al proprio attivo anche un terzo posto in Croazia ed un secondo a Monza.

A 47 lunghezze seguono Filippo Bellini (Kinetic) e poco più distante Vittorio Zadotti, vincitore a Misano sempre con la Costa Ovest “Largo” anche alle donne, con Luli Del Castello (The Club) quarta e nello stesso tempo leader della classifica Lady davanti a Vicky Piria.

Un altro in grado di impensierire i primi è Alberto Massimo, con il team Composit ancora primo ad Adria.Il più vittorioso è invece Francesco Malvestiti, alfiere della Pellin e primo ad Adria e due volte a Rijeka. Tra gli “Over” Luciano Gioia primeggia invece per soli quattro punti su Riccardo Romagnoli. Dati alla mano, la Mitjet Italian Series 2016 si sta rivelando estremamente avvincente.

Intanto il “countdown” per il Mugello e Vallelunga (a separare i due eventi ci saranno solamente tre settimane) e l’atmosfera è sempre più rovente, anche se il caldo di questo mese di agosto c’entra poco…

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mitjet Italian Series
Evento Mugello
Circuito Mugello
Articolo di tipo Preview