Van Horebeek vince a sorpresa le qualifiche nel gelo olandese

E' arrivata addirittura la neve a ricoprire il sabato di Valkenswaard e il pilota della Yamaha si è imposto davanti a Gautier Paulin ed al rientrante Tim Gajser. Antonio Cairoli si accontenta del quarto posto, cade Jeffrey Herlings.

Van Horebeek vince a sorpresa le qualifiche nel gelo olandese
Carica lettore audio

Neve, un vento gelido che ha portato la temperatura a meno due gradi e che ha gelato la sabbia di Valkenswaard, sono le condizioni climatiche che i piloti del Mondiale MXGP hanno trovato sabato mattina. Al momento delle gare di qualifica, l’unica cosa scomparsa era la neve ma il freddo pungente era rimasto.

Nella MXGP vince Jeremy Van Horebeek ma la sua vittoria, seppur meritata, è dovuta alla caduta di Herlings nel corso del giro numero quattro. Non sappiamo se è stato un suo errore oppure se c’è stato un problema meccanico. Fatto sta che l’olandese è subito rientrato in pitlane ed i meccanici KTM gli hanno sostituito la ruota anteriore.

Rimane il fatto che una possibile vittoria si è trasformata in un 19esimo posto. Alle spalle di van Horebeek si piazza Gautier Paulin che precede il rientrante Tim Gajser. Quella del pilota ufficiale HRC è stata una qualifica che ha sorpreso un po’ tutti perchè lo sloveno viene da un periodo di inattività per frattura della mandibola e dall’inizio dell’anno, le sue gare sono state poche. Anzi nessuna visto che la prima era proprio quella dove si è infortunato (Internazionali d’Italia a Mantova).

Cairoli non ha un buono spunto allo start, ma si adopera per recuperare più posizioni possibili. Arrivato alle spalle di Gajser, prova ad attaccarlo ma i rischi su un tracciato insidioso e gelato sono troppi. Saggiamente decide che il quarto posto è più che sufficiente.

Alle sue spalle il pilota di casa Glen Coldhenoff che regola un ottimo Jeremy Seever e Clement Desalle. Buona la settima piazza di Evgeny Bobryshev che sta portando in gara l’unica Suzuki e buona anche la prova di Tommy Searle. Chiude la classifica dei primi dieci Max Nagl che sta portando spesso la TM 450 in posizioni di rilievo.

Tre gli italiani in gara ma tutti dopo la 25esima piazza. Alessandro Lupino è 26esimo, Ivo Monticelli 32esimo e Simone Zecchina 36esimo.

GP EUROPA – Qualifiche

1° Jeremy Van Horebeek – Monster Yamaha Factory; 2° Gautier Paulin – Rockstar Husqvarna; 3° Tim Gajser – Team HRC; 4° Antonio Cairoli – Red Bull KTM; 5° Glenn Coldhenoff – Red Bull KTM; 6° Jeremy Seewer – Wilvo Yamaha MXGP; 7° Clement Desalle – Monster Kawasaki; 8° Evgeny Bobryshev – BOS GP; 9° Tommy Searle – Bike DRT Kawasaki; 10° Max Nagl – TM Racing Factory; 11° Romain Febvre - Monster Yamaha Factory; 12° Kevin Strijbos – Standing KTM; 13° Shaun Simpson - Wilvo Yamaha MXGP; 14° Max Anstie – Rockstar Husqvarna; 15° Van Der Mierden – Yamaha; 16° Tanel Leok – A1M Husqvarna; 17° Ken de Dycker – KTM; 18° Petar Petrov – Honda RedMoto; 19° Jeffery Herlings – Red Bull KTM; 20° Van Berkel – Husqvarna.

 

condivisioni
commenti
In Olanda si rinnova il duello tra Antonio Cairoli ed Jeffrey Herlings
Articolo precedente

In Olanda si rinnova il duello tra Antonio Cairoli ed Jeffrey Herlings

Prossimo Articolo

Jeffrey Herlings vince il GP di casa, ma Antonio Cairoli non molla

Jeffrey Herlings vince il GP di casa, ma Antonio Cairoli non molla