Paulin ritrova la vittoria dopo due anni e sul podio c'è Herlings

Grande prova del pilota della Husqvarna a Valkenswaard, che era stata la sede della sua ultima vittoria nel 2015. Dietro di lui ci sono Herlings e Van Horebeek, mentre Cairoli si deve accontentare del quarto posto.

Paulin ritrova la vittoria dopo due anni e sul podio c'è Herlings
Gautier Paulin, Rockstar Husqvarna
Gautier Paulin, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing
Jeffrey Herlings, Red Bull KTM Factory Racing Team
Jeffrey Herlings, Red Bull KTM Factory Racing Team
Jeremy van Horebeek, Yamaha Factory Team
Jeremy Van Horebeek, Monster Yamaha Factory
Tony Cairoli, Red Bull KTM Factory Racing
Antonio Cairoli, Red Bull KTM Factory Racing
Tim Gajser, HRC Honda
Tim Gajser, HRC Honda
Evgeny Bobryshev, HRC Honda
Evgeny Bobryshev, HRC Honda
Carica lettore audio

E’ stato un GP pieno di sorprese, quello che si è corso sul sabbioso e infernale tracciato di Valkenswaard. Tutti avrebbero indicato Tim Gajser (Team HRC MXGP) ed Antonio Cairoli (Red Bull KTM) come protagonisti del sesto appuntamento del Mondiale MXGP, ma così non è stato perché sovvertendo ogni pronostico, Gautier Paulin (Rockstar Husqvarna) è tornato alla vittoria dopo due anni di digiuno.

L’ultima vittoria infatti, è stata nel 2015 proprio su questa pista, al suo primo anno in Honda. Da quel GP, Paulin aveva piano piano perso grinta ed entusiasmo. Per ora sembra che il cambio di casacca – da Honda a Husqvarna – gli stia facendo bene. Paulin vince gara uno dal primo all’ultimo giro ed in gara due da quarto termina secondo.

Un’altra importante sorpresa la troviamo sul secondo gradino del podio. Si chiama Jeffrey Herlings (Red Bull KTM) e sembra tornato il “The Bullet” che spadroneggiava in MX2. A Herlings è innegabile che a lui Valkenswaard piace tanto. In MX2 ha vinto per sette anni consecutivi il GP di casa e sempre con doppia vittoria di manche. La terza piazza è di uno stremato Jeremy Van Horebeek (Monster Yamaha Factory) che sul podio lo abbiamo visto vacillare per lo sforzo fisico speso in gara due.

Antonio Cairoli (Red Bull KTM) è arrivato quarto ma avrebbe potuto raccogliere più punti ed anche puntare alla vittoria assoluta se nella prima manche, un problema agli occhiali, non gli avesse fermato la sua rimonta. Partito dopo i venti, Cairoli in cinque giri è nono ma per il problema al Roll-Off non riesce a guidare al meglio e si ferma, appunto, alla nona piazza. In gara due, dopo una strepitosa partenza, Antonio prende il comando e vince la gara riuscendo però a sopravanzare Tim Gajser che gli arriva alle spalle, ma soprattutto gli guadagna altri quattro punticini nella classifica Generale.

La settima piazza è del rookie Arminas Jasikonis (Team Suzuki MXGP) che piano piano si sta affacciando alle prima posizioni. Già al GP di Arco di Trento, su un tracciato duro, il gigante lituano si era messo in mostra centrando la decima posizione finale. Qui, sulla sabbia, si è espresso al meglio e già dal prossimo GP della Lettonia, che si correrà fra quindici giorni, sempre su un terreno sabbioso, potrebbe essere ancora nel gruppo dei primi.

Per Romain Febvre (Monster Yamaha Factory) continua il periodo “incolore”. Il Campione del Mondo MXGP 2015, è veloce ma non riesce ad essere concreto come lo era lo scorso anno, come lo era prima della brutta caduta al GP di Inghilterra. Da quel momento Febvre ha recuperato bene, ma pensiamo non sia ancora al 100%. In gara uno da terzo chiude nono per una caduta. Nella seconda termina sesto lontano dai primi.

Nona posizione per Glen Coldenhoff, un altro specialista della sabbia, ma che qui a Valkenswaard non è mai partito bene e non ha mai trovato il ritmo giusto per rimontare. Gara incolore anche per Max Nagl (Rockstar Husqvarna) che chiude decimo davanti a Clement Desalle (Monster Kawasaki), pure lui discontinuo e facile all’errore.

Alessandro Lupino (Honda RedMoto) prende un punticino in gara uno mentre si ritira al primo giro per una caduta di gruppo al via della seconda manche.

GP D’EUROPA 2017 – Classifca Finale MXGP

1° Gautier Paulin (Rockstar Husqvarna) 47; 2° Jeffrey Herlings (Red Bull KTM) 40; 3° J.V. Horebeek (Monster Yamaha Factory) 38; 4° Antonio Cairoli (Red Bull KTM) 37; 5° Tim Gajser (Team HRC MXGP) 33; 6° Evgeny Bobryshev (RUS - Team HRC MXGP) 31; 7° Arminas Jasikonis (Suzuki World MXGP) 30; 8° Romain Febvre (FRA - Monster Yamaha Factory) 25; 9° Glen Coldenhoff (Red Bull KTM) 24; 10° Max Nagl (Rockstar Husqvarna) 21.

CLASSIFICA CAMPIONATO MXGP

1° Tim Gajser (SLO - Team HRC MXGP) 234; 2° Antonio Cairoli (ITA - Red Bull KTM) 220; 3° Paulin Gautier (FRA – Rockstar Husqvarna) 192; 4° Jeremy V. Horebeek (BEL - Monster Yamaha Factory) 182; 5° Evgeny Bobryshev (RUS - Team HRC MXGP) 176; 6° Clement Desalle (BEL - Monster Kawasaki) 172; 7° Romain Febvre (FRA - Monster Yamaha Factory) 131; 8° Jeffrey Herlings (NED - Red Bull KTM) 124; 9° Arnaud Tonus (SVI – Wilvo Yamaha) 120; 10° Max Nagl (GER - Rockstar Husqvarna) 116.

condivisioni
commenti
Antonio Cairoli inizia con il piede giusto anche a Valkenswaard
Articolo precedente

Antonio Cairoli inizia con il piede giusto anche a Valkenswaard

Prossimo Articolo

Jeffrey Herlings vince la sua prima qualifica in MXGP in Lettonia

Jeffrey Herlings vince la sua prima qualifica in MXGP in Lettonia