Romain Febvre chiude in bellezza a Glen Helen

Il francese batte gli americani a casa loro e prenota anche il Motorcross delle Nazioni dopo il Mondiale

Romain Febvre chiude in bellezza a Glen Helen
Filip Bengtsson, Team 24MX Honda Racing
Carica lettore audio

Il prossimo fine settimana, in terra francese, si svolgerà il Motocross of Nations e la squadra francese dovrà difendere il titolo vinto lo scorso anno in Lettonia. Ora, per fugare ogni dubbio, Romain Febvre ha messo le mani avanti vincendo il GP degli USA e facendo vedere agli americani quanto va forte.

Vero è che mancavano due alfieri che rappresenteranno la squadra USA sulla pista di Erneè, però siamo certi che chi di dovere (leggi Roger De Coster che è il selezionatore per la squadra americana) ha visto e analizzato ogni dettaglio della guida di Febvre. Mettiamoci poi che Romain, a differenza degli americani presenti, non ha mai visto il tracciato di Glen Helen le questo la dice lunga sulla adattabilità di guida che ha l’ufficiale Yamaha Factory.

In gara uno Febvre parte quarto dietro a Cooper Web (poi secondo al traguardo), a Josh Grant e ad Antonio Cairoli. Giro dopo giro, ha rimonta chi gli stava davanti passando poi in testa a due tornate dal termine. Gara due è sembrata una fotocopia della prima. Romainparte sesto e rimonta fino al secondo posto che gli vale la vittoria assoluta.

Con 47 punti, Josh Grant è secondo davanti al connazionale Cooper Webb. Quarto si piazza l’inglese Dean Wilson che corre stabilmente in America, quinto è l’ufficiale Suzuki Glenn Coldenhoff.

Vi parliamo ora della splendida prova fatta da Antonio Cairoli che rientrava ai GP dopo averne saltati ben cinque. Bene, Antonio è stato bravissimo nonostante il poco allenamento ed un braccio sinistro, quello infortunato, non ancora al meglio. In gara uno è quinto dopo essere partito in seconda posizione. In gara due, parte davanti a tutti e ci resta per ben tre giri prima di “mollare” piano piano per poi ritirarsi proprio per la fatica accumulata.

Davide Guarneri, altro italiano in gara, ha sofferto tantissimo il caldo. Il pilota TM Factory proviene infatti dalla Sei Giorni di Enduro svoltasi in Slovacchia, dove la temperatura era di 25/30 gradi in meno di quella percepita qui a Glen Helen. Tra l’altro in Slovacchia, Guarneri ha usato per una settimana la TM 300 2T che è completamente diversa dalla 450 4T utilizzata questo fine settimana. Ad ogni modo Davide non si è risparmiato ed ha chiuso il GP 15° assoluto.

MXGP - La classifica dei primi dieci:
1. Romain Febvre (Francia - Yamaha) 47 punti; 2. Josh Grant (USA – Kawasaki) 45; 3. Cooper Webb (USA – Yamaha) 42; 4. Dean Wilson (GBR – KTM) 32; 5. Glenn Coldenhoff (Olanda – Suzuki) 30; 6. Evgeny Bobryshev (Russia – Honda) 28; 7. Gautier Paulin (Francia – Honda) 26; 8. Jeremy Van Horebeek (Belgio – Yamaha) 23; 9. Tommy Searle (GBR – KTM) 20; 10. Jason Anderson (USA – Husqvarna).

MXGP Championship Top Ten:
1. Romain Febvre (Francia - Yamaha) 735 punti; 2. Gautier Paulin (Francia – Honda) 592; 3. Evgeny Bobryshev (Russia – Honda) 567; 4. Shaun Simpson (Inghilterra – Ktm) 481; 5. Jeremy Van Horebeek (Belgio – Yamaha) 449; 6.Maximilian Nagl (Germania – Husqvarna) 442; 7. Antonio Cairoli (Italia – KTM) 432; 8. Glenn Coldenhoff (Olanda – Suzuki) 423; 9. Todd Watres (Australia – Husqvarna) 354; 10. Clement Desalle (Belgio – Suzuki) 331.

Foto: Adriano Dondi

 

Mondiale Cross MXGP - Gp degli Stati Uniti - Gara 1

Mondiale Cross MXGP - Gp degli Stati Uniti - Gara 2

condivisioni
commenti
A Josh Grant le Qualifiche del GP degli Stati Uniti
Articolo precedente

A Josh Grant le Qualifiche del GP degli Stati Uniti

Prossimo Articolo

Guarneri: "Ho fatto fatica a riadattarmi alla 450 4T"

Guarneri: "Ho fatto fatica a riadattarmi alla 450 4T"