La MXGP arriva in Italia: l'ottavo round è ad Arco di Trento

Si tratta della prima delle tre tappe iridate che si svolgeranno in Italia e c'è grande attesa dopo il ritorno alla vittoria di Tony Cairoli in Germania, anche se il "Ciclamino" non è tra le piste preferite del pilota della KTM.

Quello di domenica prossima sarà l’ottavo GP della stagione ed il primo in Italia (avremo anche il GP di Lombardia a Mantova in giugno ed il Motocross of Nations a Maggiora a settembre).

Ad ospitare il Circus della MXGP è il tracciato che si trova in località Pietramurata a pochi chilometri da Arco di Trento. E’ una pista dal fondo duro e scivoloso, adatta a chi è molto preciso e attento nella guida e dove in passato i nostri piloti hanno spesso primeggiato proprio per la loro attitudine ai percorsi come questo.

Il “Ciclamino” (questo è il nome della pista) ha ospitato la sua prima prova Mondiale nel 1987 e quello di questo fine settimana è il settimo appuntamento con le gare iridate. Oltre alle classi MXGP E MX2, domenica si disputerà la quarta prova dell’Europeo 250 ed il secondo round dell’Europeo 125.

La scorso anno, la MX2 è stata vinta da Tim Gajser (Honda Geriboldi) che proprio la settimana scorsa al GP di Germania ha tolto la red plate della MXGP dalle mani di Romain Febvre (Monster Yamaha Factory). Visto quanto successo nelle precedenti gare, pensiamo che quest’anno il nome del vincitore della MX2 potrebbe essere quello di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM) con Jeremy Seewer (Suzuki World MX2) e Max Anstie (Rockstar Husqvarna) come protagonisti.

C’è attesa anche per Samuele Bernardini (TM Factory) e per Michele Cervellin (Honda Martin). I nostri portacolori, saranno attesi ad una prova che li possa vedere nelle prime posizioni, come del resto è nelle loro possibilità ed avranno nel pubblico presente una spinta in più.

Per quanto riguarda la MXGP, è dal primo appuntamento in Qatar che assistiamo a gare combattute fra Gajser e Febvre. I due hanno monopolizzato i podi dei primi sei GP disputati ma poi è arrivato prepotentemente Antonio Cairoli (Red Bull KTM) che ha dato una lezione ai due “ragazzi” vincendo entrambe le manche del GP di Germania.

Quella di Arco di Trento è una pista poco gradito all’otto volte Campione del Mondo. Lui ama i terreni più soffici ma, comunque, è sempre riuscito a difendersi. Questo è il suo score dal 2013 al 2015: Primo – Quinto – Secondo.

Sarà il GP di casa anche per Alessandro Lupino che speriamo si sia ripreso al meglio dalla frattura al naso subita al GP del Messico. Alessandro è stato assente al GP di Lettonia ed è rientrato lo scorso GP ma non è ancora a posto al 100%.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross MxGP
Evento GP del Trentino
Circuito Corssodromo Ciclamino
Articolo di tipo Preview