Kevin Strijbos rompe un digiuno di 9 anni a Lommel!

Era dalla gara del 2007 a Lierop che il pilota della Suzuki non saliva sul gradino più alto del podio. La buona notizia poi è il ritorno sul podio di Cairoli, terzo dietro a Nagl. Questa volta il leader Gajser è solo quinto.

Nessuno degli addetti ai lavori avrebbe messo il suo nome tra i papabili vincitori del GP del Belgio, quattordicesimo appuntamento del Mondiale MXGP. Invece, a sorpresa, Kevin Strijbos (Suzuki World MXGP) è tornato a vincere un GP dopo essere rimasto a digiuno per ben 9 anni (Lierop nel 2007).

Quella di Strijbos è stata una vittoria fatta di piazzamenti (due terzi posti) conquistati però con una gara regolare. Alle sue spalle si piazza Max Nagl (Rockstar Husqvarna) che vince di prepotenza gara uno, ma commette tanti errori in gara due culminati con la caduta al nono giro mentre era terzo alle spalle di un ritrovato Antonio Cairoli (Red Bull KTM) che sulla sabbia “amica”, centra il terzo gradino del podio.

Quello di Cairoli è stato un GP dai due volti. In gara uno chiude soltanto sesto a causa dell’indurimento degli avambracci mentre in gara due, già dal via, si vede che ha una guida più sciolta. Partito secondo alle spalle di Gajser (Honda Gariboldi), Antonio spinge forte e recupera diversi secondi allo sloveno ma poi desiste e decide di portare a casa un secondo posto importante per la classifica generale.

Alle spalle dell’otto volte Campione del Mondo, si piazza Jeremy Van Horebeek (Monster Yamaha) autore di una bella prova, soprattutto la prima quando da 15° termina settimo. Tim Gajser è quinto e per la prima volta in quattordici GP non va a podio. La causa è la caduta di gara uno che lo ha visto chiudere al 15esimo posto mentre occupava la quarta piazza.

Arrivano i terreni sabbiosi e si rivede nelle posizioni di vertice Shaun Simpson (Wilvo Performance KTM). L’inglese potrebbe anche fare un risultato migliore, ma alla seconda piazza della prima manche, abbina un mesto 12esimo in gara due e chiude sesto a un solo punto dal quarto. Buona la settima piazza di Glen Coldenhoff. Il compagno di squadra di Cairoli nel Team Red Bull KTM, totalizza ventinove punti grazie ad un ottavo e ad un quinto.

Clement Desalle (Monster Kawasaki) è ottavo con gli stessi punti di Coldenhoff e precede uno spento Evgeny Bobrishev (Honda HRC) ed un coriaceo Tanel Leok che con un Team privato e senza scritte sulla sua KTM, si permette il lusso di stare davanti a piloti “Ufficiali” come Gautier Paulin (Honda HRC), Jordy Tixier (Monster Kawasaki) e Romain Febvre (Monster Yamaha) piazzati molto indietro.

Non ha brillato il Campione del Mondo in carica della MXGP ma la causa è da imputare alla troppa foga che il francese mette nella sua guida quando parte male e deve rimontare. Buona gara uno con la conquista della quinta piazza pur rimontando dall’undicesima. Da buttare gara due a causa di un paio di cadute.

GP DEL BELGIO - CLASSIFICA MXGP

1° Kevin Strijbos (Belgio - Suzuki) 40 punti; 2° Max Nagl (Germania - Husqvarna) 39; 3° Antonio Cairoli (Italia - KTM) 27; 4° Jeremy Van Horebeek (Belgio - Yamaha) 34; 5° Tim Gajser (Slovenia - Honda) 31; 6° Shaun Simpson (Inghilterra KTM) 31; 7° Glen Coldenhoff (Olanda - KTM) 29; 8° Clement Desalle (Belgio - Kawasaki) 29; 9° Evgeny Bobryshev (Russia - Honda) 26; 10° Tanel leok (Estonia – KTM) 22.

CLASSIFICA CAMPIONATO MXGP

1° Tim Gajser (Slovenia - Honda) 607 punti; 2° Antonio Cairoli (Italia – KTM) 504; 3° Max Nagl (Germania - Husqvarna) 490; 4° Romain Febvre (Francia - Yamaha) 464; 5° Evgeny Bobryshev ( Russia Honda) 445; 6° Jeremy Van Horeebek (Belgio – Yamaha) 417; 7° Valentin Guillod (Svizzera – Yamaha) 292; 8° Glen Coldenhoff (Olanda KTM) 277; 9° Clement Desalle (Belgio – Kawasaki) 273; 10° Kevin Strijbos (Belgio - Suzuki) 264.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross MxGP
Evento GP del Belgio
Sub-evento Domenica
Circuito Lommel
Piloti Kevin Strijbos
Articolo di tipo Gara