Grande assolo di Tim Gajser: doppietta nel GP di Spagna

Il pilota della Honda Gariboldi vince entrambe le manche e manda un messaggio importante al campionato: ora ha 24 punti di vantaggio su Febvre e quasi 50 su un Cairoli che ha pagato a caro prezzo due brutte partenze.

E’ probabile che Tim Gajser (Honda Gariboldi) abbia preso Jeffrey Herlings come esempio. Spesso l’olandese della KTM è un “cannibale”, nel senso che non lascia spazio a nessun altro. Bene, Tim Gajser al nono appuntamento stagionale, ha fatto come Herlings. Ogni volta che il pilota del Team Honda Gariboldi è sceso in pista è stato davanti a tutti. Dalle prime prove libere fino alla bandiera a scacchi di gara due.

E’ un segno importante quello lasciato da Gajser in Spagna. Siamo infatti al giro di boa del Campionato 2016 e la doppia vittoria, con relativo allungo nella classifica generale, sembra un segno tangibile per il proseguimento del Mondiale MXGP.

A dire il vero, la fortuna gli ha dato una mano con l’infortunio patito da Romain Febvre (Monster Yamaha) nel corso delle qualifiche e dalle non buone partenze di Antonio Cairoli (Red Bull KTM). Però non c’è la controprova ed i 50 punti conquistati sono tutti meritati.

Max Nagl (Rockstar Husqvarna) è il più lesto nelle due partenze, ma contro il Gajser di oggi non c’era niente da fare. Il tedesco è riuscito a rimanere primo per soli due giri (quelli di gara uno) poi non potuto far altro che seguire Gajser.

Si rivede finalmente sul podio Gautier Paulin (Honda HRC), rientrato da appena due GP dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori tanto tempo. Da verificare però la costanza di rendimento perché il Paulin degli ultimi tempi ha avuto tanti alti e bassi.

Buona la prova anche di Clement Desalle (Monster Kawasaki), anche lui martoriato da infortuni vari e da tanto fuori dalle posizioni che contano. Evgeny Bobryshev (Honda HRC) si conferma costante ed anche in questo GP agguanta la top five.

Romain Febvre (Monster Yamaha) fa una grande gara e nonostante la non buona condizione fisica, chiude sesto. Febvre, infatti, ha fatto due manche con un gomito dolorante a causa di un contatto avvenuto nelle qualifiche dove, oltre a lui, sono stati coinvolti nell’ordine Shaun Simpson (Hitachi KTM) – Gautier Paulin (Honda HRC) ed Antonio Cairoli.

Proprio Antonio è il pilota che occupa la settima piazza assoluta. Non è stato un fine settimana facile per lui. Dopo due vittorie, quelle dei GP di Germania e del Trentino, il siciliano sperava in un GP migliore. Partenza di gara uno disturbata da contati vari ma Antonio e comunque nei primi dieci. Recupera qualche posizione e chiude ottavo. Molto brutta la partenza della seconda manche. Antonio carca di recuperare ma scivola ancora precipitando al nono posto che sarà poi il risultato finale.

Buona la prova di Alessandro Lupino (Honda RedMoto) che prende punti in entrambe le manche.
Quindicesimo al primo passaggio di gara uno, viene subito superato da Guillod e da Simpson, ma il suo ritmo è buono, tanto che si piazza dietro a Tixier e non lo molla. Alessandro si avvicina al francese ma non vuole prendere troppi rischi e preferisce prendere i cinque punti che del 16esimo posto.

Gara due sembrava la fotocopia di gara uno. Partenza a metà gruppo e buon ritmo ma, circa a metà manche, è sorto un piccolo problema che non gli ha permesso di spingere più del dovuto. Al termine dei trenta minuti più due giri, Alessandro è 17esimo.

GP SPAGNA - CLASSIFICA MXGP

 1° Tim Gajser (Slovenia - Honda) 50 punti; 2° Max Nagl (Germania - Husqvarna) 44; 3° Gautier Paulin (Francia – Honda) 38; 4° Clement Desalle (Belgio – Kawasaki) 35; 5° Evgeny Bobryshev ( Russia - Honda) 31; 6° Romain Febvre (Francia - Yamaha) 30; 7° Antonio Cairoli (Italia - KTM) 28; 8° Jeremy Van Horeebek (Belgio – Yamaha) 27; 9° Valentin Guillod (Svizzera – Yamaha) 27; 10° Shaun Simpson (Inghilterra - KTM) 21;

CLASSIFICA CAMPIONATO MXGP

1° Tim Gajser (Slovenia - Honda) 385; 2° Romain Febvre (Francia - Yamaha) 361 punti; 3° Antonio Cairoli (Italia – KTM) 338; 4° Max Nagl (Germania - Husqvarna) 317; 5° Evgeny Bobryshev ( Russia Honda) 295; 6° Jeremy Van Horeebek (Belgio – Yamaha) 274; 7° Shaun Simpson (Inghilterra - KTM) 210; 8° Kevin Strijbos (Belgio - Suzuki) 204; 9° Valentin Guillod (Svizzera – Yamaha) 180; 10° Glen Coldenhoff (Olanda KTM) 156.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross MxGP
Evento GP di Spagna
Sub-evento Domenica
Team Honda Gariboldi
Articolo di tipo Gara