Settebello di Jeffrey Herlings nel GP di Germania

Con quella di Teutschenthal sono sette le doppiette del pilota della KTM, che ha anche un diverbio con Jeremy Seewer alla conclusione di gara 2. In classifica ora ha 80 punti di vantaggio proprio su quest'ultimo.

Dall’inizio di questo Mondiale 2016, quando si parla della MX2, è automatico associare la vittoria al nome di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM). Siamo al settimo appuntamento e siamo ancora una volta a parlarvi di lui che vince praticamente ogni volta che scende in pista. Bene, ancora una volta è così ma qui, sul tracciato di Teuschenthal molto "hard" e pieno di profondi canali, ha dovuto impegnarsi più del solito per vincere le due manche.

In gara uno il solito Dylan Ferrandis (Monster Kawasaki) parte davanti ma Herlings è subito dietro e dopo sei giri lo passa e si invola verso l’ennesima vittoria di manche. Ferrandis riesce a chiudere secondo mentre terzo si piazza Max Anstie (Rockstar Husqvarna) in rimonta dall’ottava piazza. Jeremy Seewer (Suzuki World MX2) parte male (è solo 14° al primo passaggio) ma sappiamo che è un pilota “tosto” e dopo un’ottima rimonta, passa Pauls Jonass (Red Bull KTM) a due giri dal termine e si prende il quarto posto.

Al via di gara due, tutti pensano all’ennesima cavalcata solitaria di Herlings ma, fortunatamente, tutti si sbagliano. Questa volta è Max Anstie a partire davanti e ci resta per ben undici dei diciotto giri della seconda manche. Alle sue spalle il solito Ferrandis seguito da Benoit Paturel (Kemea Yamaha) a sua volta seguito da Seewer e Herlings.

Quest’anno non si è mai visto "L’olandese volante" viaggiare al quinto posto per dieci giri. Poi, poco dopo metà gara, avvengono una serie di circostanze che portano Herlings nella possibilità di vincere anche gara due. Cosa succede: succede che Anstie cade, che Paturel non riesce a mantenere il ritmo dei primi e che Herlings "si sveglia" ed in sette giri si porta al comando dopo una dura battaglia con Seewer e relativo contatto fisico dove Herlings ha la peggio quando viene colpito alla caviglia dallo svizzero della Suzuki. Dopo l’arrivo i due hanno avuto uno scambio di opinioni piuttosto acceso e siamo certi che questa accesa rivalità andrà avanti fino al termine del Mondiale.

Brent Van Doninck (Kemea Yamaha) chiude al sesto posto assoluto davanti ad un ottimo Vsevolod Brylyakov (Monster DRT Kawasaki), a Pauls Jonass (Red Bull KTM) soltanto 12esimo in gara due, a Brian Bogers (HSF Motorsport KTM) ed a Aleksandr Tonkov (Wilvo Standing Yamaha).

Samuele Bernardini (TM Factory Racing) dopo una prima manche terminata al ventesimo posto per una scivolata mentre si trovava sesto, rimonta dalla nona piazza di gara due fino alla sesta, prendendo punti importanti per la classifica generale. Benino anche Giuseppe Tropepe (Team 8Biano Husqvarna) che riesce e prendere punti con una certa costanza mentre Michele Cervellin (Honda Martin) conquista solo quattro punti. Rientro positivo per IvoMonticelli.

CLASSIFICA MX2

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 50 punti; 2° Dylan Ferrnadis (Francia – Kawasaki) 42; 3° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 40; 4° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 36; 5° Benoit Paturel (Francia – Yamaha) 32; 6° Brent Van Doninck (Belgio – Yamaha) 27; 7° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 25; 8° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 25; 9° Brian Bogers (Olanda – KTM) 23; 10° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 23.

CLASSIFICA CAMPIONATO

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 350 punti; 2° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 270; 3° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 218; 4° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 186; 5° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 186; 6° Petar Petrov (Bulgaria Kawasaki) 183; 7° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 162; 8° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 157; 9° Samuele Bernardini (Italia – TM) 149; 10° Brent Van Doninck (Belgio – Yamaha) 129.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross Mx2
Evento GP di Germania
Sub-evento Domenica
Piloti Jeffrey Herlings
Team Red Bull KTM Factory Racing
Articolo di tipo Gara