Nelle qualifiche di Teutschenthal si rivede Benoit Paturel

Il pilota della Yamaha ha centrato la sua prima vittoria in una qualifica, precedendo il leader iridato Pauls Jonass e Jeremy Seewer. Quarto però c'è un ottimo Michele Cervellin, risalito dall'ottavo posto.

Nelle qualifiche di Teutschenthal si rivede Benoit Paturel
Pauls Jonass KTM 250 SX-F
Pauls Jonass, Red Bull KTM Factory Racing
Jeremy Seewer, Suzuki World MX2
Jeremy Seewer, Suzuki World MX2
Michele Cervellin, Team HRC
Thomas Covington, Rockstar Husqvarna

Benoit Paturel (Kemea Yamaha,) in terra di Germania vince la sua prima gara di qualifica in MX2 con una prova convincente. Partito sesto, il pupillo di Jacky Vimond ha piano piano rimontato portandosi al comando a soli tre giri dal termine. Dopo aver fatto una prima parte di stagione con i primi della categoria, negli ultimi GP si era un po’ perso. Qualche suo errore e qualche rottura di troppo lo avevano allontanato dalle prime posizioni.

Oggi sembra ritornato al top, vedremo se si confermerà nelle due manche di domani. Alle sue spalle si piazza la red plate Pauls Jonass (Red Bull KTM) che ha dato l’impressione di accontentarsi della seconda piazza e di essere tranquillo nella gestione della gara. Terzo è Jeremy Seewer (Suzuki Wolrd MX2) mentre quarto termina Michele Cervellin (Honda HRC) che sembra finalmente aver risolto il problema al dito della mano sinistra. Partito ottavo, il pilota delle Fiamme Oro ha guidato con grinta ed è sembrato a suo agio nei profondi canali di Teutschenthal.

Thomas Covington (Rockstar Husqvarna), è quinto ma ad inizio gara sembrava poter vincere. E’ anche stato in testa per un paio di giri ma poi è caduto lasciando strada agli altri. La sesta piazza è dell’australiano Hunter Lawrence (Suzuki World MX2) mentre Brian Bogers (HSF Logistic KTM) è settimo. Samuele Bernardini (TM Factory), termina ottavo dopo una bella rimonta dalla 17esima piazza e precede Kjer Olsen (Rockstar Husqvarna,), che è soltanto nono.

Il vincitore del GP della Lettonia, dopo la caduta di Covington, ha preso la testa della gara ma dopo tre giri al comando, cade pure lui finendo indietro. Chiude la top ten Prado Garcia (Red Bull KTM) anche lui caduto mentre era quinto in rimonta dalla decima piazza.

Bene Ivo Monticelli (Marchetti Racing) che chiude 13esimo e bene anche Simone Furlotti (SM Action Yamaha), che partecipa a questa prova del Mondiale MX2 perché l’Europeo EMX250, Campionato che lo vede fra i protagonisti, è fermo. Furlotti termina 18esimo quattro posizioni davanti a Morgan Lesiardo – tabella rossa nell’Europeo EMX250 – al debutto con la Kawasaki del Team Monster Kawasaki.

GP DI GERMANIA – Qualifiche MX2

1° Benoit Paturel (Kemea Yamaha); 2° Pauls Jonass (Red Bull KTM); 3° Jeremy Seewer (Suzuki World MX2); 4° Michele Cervellin (Honda HRC); 5° Thomas Covington (Rockstar Husqvarna); 6° Hunter Lawrence (Suzuki World MX2); 7° Brian Bogers (HSF Motorsport KTM); 8° Henry Jacobi (STC Racing KTM); 9° Samuele Bernardini (TM Factory); 10° Kjer Olsen (Rockstar Husqvarna); 11° Prado Garcia (Red Bull KTM); 12° Alvin Ostlund (Kemea Yamaha); 13° Ivo Monticelli (Marchetti Racing KTM); 14° Stephen Rubini (Monster Kawasaki); 15° Lars Van Berkel (HSF Motorsport KTM); 16° Julien Lieber (LRT KTM); 17° Brian Hsu (Husqvarna Maurer); 18° Simone Furlotti (SM Action Yamaha); 19° Darian Sanyei (DRT Kawasaki); 20° Freek Van der Vlist (KTM).

 

condivisioni
commenti
Thomas Kjer Olsen vince il suo primo GP di MX2 in Lettonia

Articolo precedente

Thomas Kjer Olsen vince il suo primo GP di MX2 in Lettonia

Prossimo Articolo

In Germania trionfa Seewer, ottimo settimo posto per Cervellin

In Germania trionfa Seewer, ottimo settimo posto per Cervellin
Carica commenti