Jorge Prado vince il GP d'Asia e aggancia in classifica Pauls Jonass

condivisioni
commenti
Jorge Prado vince il GP d'Asia e aggancia in classifica Pauls Jonass
Di: Adriano Dondi
08 lug 2018, 17:49

Prado e Jonass si sfideranno dalla prossima gara partendo a pari punti. Jorge ha centrato una grande vittoria in Indonesia e ha così raggiunto il compagno di squadra in testa alla classifica.

Operazione aggancio effettuata. La rincorsa alla testa della classifica da parte di Jorge Prado è riuscita ed ora, dal prossimo GP, sarà interessante vedere se Jonass ha accusato il colpo, oppure se ritorna ad essere quello di inizio stagione, quando fece sue le prime sei manche ed i primi tre GP. Gara uno ha visto il giovane “galiziano” prendere il comando e tenerlo per metà manche.

Poi Jonass lo ha superato ma non l’ha staccato. Prado è rimasto infatti alle spalle del lettone tenendolo sotto controllo approfittando eventualmente di un suo errore. Così non è stato e Jonass fa sua gara uno davanti a Prado con Watson terzo ed un sorprendente Rodriguez quarto. Gara due parte con Jonass in terra alla prima curva per una caduta di gruppo (sul traguardo sarà poi sesto). Prado ne approfitta immediatamente per scappare ed aggiudicarsi la manche e GP.

Alle sue spalle Calvin Vlaanderen, quinto in gara uno, lotta con Thomas Covington passandolo a due giri dal termine. Con questo piazzamento Vlaanderen, vincitore del suo primo GP in Indonesia sette giorni fa, è sul terzo gradino del podio relegando Ben Watson alla quarta piazza per soli due punti. Thomas Covington è quinto ma paga la caduta in gara uno dovuta ad un contatto con Thomas Olsen, suo compagno di squadra, il quale termina settimo alle spalle di un Anthony Rodriguez, molto concreto in questa gara.

Ottimo l’ottavo posto di Michele Cervellin. Il pilota veneto, dopo il sesto posto della prima manche, poteva anche fare meglio se non avesse accusato problemi allo stomaco in gara due. Alle sue spalle completano la classifica dei primi dieci Brent Van Doninck e Adam Sterry.

Presente anche Simone Furlotti, ma la sua gara è stata compromessa già dal sabato per il riacutizzarsi del mal di schiena dovuto ad un contatto subito al via di gara due nell’Italiano Prestige di domenica 24 giugno. Dopo aver preso parte alle sole prove libere, Simone ha provato a scendere in pista per le due manche della domenica, ma dopo pochi giri della prima ha preso la via dei box ed ha in seguito deciso di non partecipare alla seconda.

GP DI ASIA – Classifica GP
1° Jorge Prado - Red Bull KTM 47 punti; 2° Pauls Jonass - Red Bull KTM 40; 3° Calvin Vlaanderen – Team HRC 45; 4° Ben Watson – Kemea Yamaha 36; 5° Thomas Covington – Rockstar Husqvarna 34; 6° Anthony Rodrigueaz – Kemea Yamaha; 7° Thomas Olsen – Rockstar Husqvarna 28; 8° Michele Cervellin – SM Action Yamaha 25; 9° Brent van Doninck – Diga Supercross 24; 10° Adam Sterry – F&H Racing Team 24.

CLASSIFICA CAMPIONATO MX2
1° Pauls Jonass – Red Bull KTM 550 punti; 2° Jorge Prado - Red Bull KTM 550; 3° Thomas Olsen - Rockstar Husqvarna 422; 4° Ben Watson – Kemea Yamaha 412; 5° Kalvin Vlaanderen - Team HRC 369; 6° Thomas Covington – Rockstar Husqvarna 331; 7° Jago Geerts – Kemea Yamaha 286; 8° Michele Cervellin – SM Action Yamaha 255; 9° Henry Jacobi – STC Racing 223; 10° Davy Pootjes – LRT KTM 218.

Prossimo articolo Mondiale Cross Mx2
Dopo la trasferta asiatica, il Mondiale MXGP torna in Europa con il GP di Repubblica Ceca

Previous article

Dopo la trasferta asiatica, il Mondiale MXGP torna in Europa con il GP di Repubblica Ceca

Next article

Jonass rialza la voce nel GP d'Asia e la spunta su Jonass per la pole position

Jonass rialza la voce nel GP d'Asia e la spunta su Jonass per la pole position

Su questo articolo

Serie Mondiale Cross Mx2
Evento Semarang
Autore Adriano Dondi
Tipo di articolo Gara