Jeffrey Herlings sale a quota nove vittorie in Spagna

Ennesiam doppietta del pilota della Kawasaki, mentre sul podio salgono Paturel e Jonass. Dopo aver vinto le qualifiche, Ferrandis invece si è arreso ai piedi del podio, pagando una gara 2 difficile.

La cavalcata di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM) non si arresta. Dei trentaquattro giri complessivi delle due manche, ne ha percorsi in testa ben ventinove. Gli altri se li sono divisi Dylan Ferrandis (Monster Kawasaki) e Benoit Paturel (Kemea - Yamaha).

Alti anche i distacchi inflitti da Herlings ai suoi avversari: 20 secondi a Ferrandis in gara uno, solo sette a Paturel in gara due ma da metà manche non ha più spinto come fa di solito. Ovvio che di questo passo Herlings il Mondiale lo potrebbe vincere molto presto. Già ora, dopo nove gare, ha un vantaggio su Jeremy Seewer (Suzuki World MX2), secondo nella generale, di 122 punti.

Il secondo gradino del podio è di Benoit Paturel pupillo campione del mondo degli anni ’80 Jacky Vimond, che da quest’anno ne è anche il suo "tutor" ed i risultati si vedono. Pauls Jonass si prende l’ultimo gradino del podio e approfitta anche della giornata sfortunata di Seewer per avvicinarlo nella classifica generale. Sono infatti 25 i punti che separano Jonass, terzo, dallo svizzero della Suzuki che è secondo.

Proprio Seewer ha avuto una giornata sfortunata. Al primo start è coinvolto in una caduta e riparte penultimo. Dopo una bella rimonta chiude 11esimo ma, ovviamente, perde punti importanti. Nella seconda è terzo per metà gara ma poi viene passato da Jonass e termina quarto.

Dylan Ferrandis dopo il secondo posto di gara uno, non riesce a ripetersi al secondo start. Partito decimo, in pochi giri è sesto ma ormai i primi sono lontani e non va oltre la quinta piazza che gli vale comunque il quarto posto assoluto. Alexandr Tonkov (Wilvo Standing Yamaha) con due sesti posti si piazza quinto davanti ad un sorprendente Brian Bogers (HSF Logistic KTM) che da quattro GP è costantemente nei primi dieci.

Ottima prestazione dei nostri portacolori. Al termine della giornata, Samuele Bernardini (TM Factory) è ottavo, Michele Cervellin (Honda Martin) è nono. Cervellin disputa un’ottima prima manche restando nel gruppo dei migliori terminando settimo. Nella seconda non parte benissimo ma agguanta la top ten. Da parte sua Bernardini non è da meno. Dopo una gara uno nella quale ha un po’ subito il ritmo elevato di chi lo precedeva perdendo un paio di posizioni (alla fine è decimo), nella seconda manche scatta bene al cancello e finisce settimo.

A punti anche Simone Furlotti (19° in gara uno) e Simone Zecchina (20° pure lui in gara uno).

GP DI SPAGNA - CLASSIFICA MX2

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 50 punti; 2° Benoit Paturel (Francia – Yamaha) 40; 3° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 40; 4° Dylan Ferrnadis (Francia – Kawasaki) 38; 5° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 30; 6° Brian Bogers (Olanda – KTM) 29; 7° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 28; 8° Samuele Bernardini (Italia – TM) 25; 9° Michele Cervellin (Italia – Honda) 2; 10° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 22.

CLASSIFICA CAMPIONATO MX2

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 447 punti; 2° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 325; 3° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 300; 4° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 251; 5° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 240; 6° Petar Petrov (Bulgaria Kawasaki) 210; 7° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 205; 8° Samuele Bernardini (Italia – TM) 204; 9° Dylan Ferrandis (Francia – Kawasaki) 200; 10° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 197.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross Mx2
Evento GP di Spagna
Sub-evento Sabato
Piloti Jeffrey Herlings
Team Red Bull KTM Factory Racing
Articolo di tipo Gara