Herlings vince, ma concede una manche a Ferrandis in Trentino

Per la prima volta in questa stagione il pilota della KTM non ha fatto una doppietta, venendo battuto da quello della Kawasaki in gara 1: il suo ruolino di marcia comunque parla di 397 punti conquistati su 400 a disposizione.

Jeffrey Herlings (Red Bull KTM), al “Ciclamino” di Arco di Trento, sede del GP del Trentino, vince il suo ottavo GP consecutivo ma la novità è che questa volta non è dominio assoluto.

Già dalla manche di qualifica del sabato, Herlings si è piazzato “solo” terzo, preceduto da Dylan Ferrandis (Monster Kawasaki) e da Jeremy Seewer (Suzuki World MX2). E proprio Ferrandis è stato il suo avversario per tutta gara 1. Allo start Ferrandis scatta bene, ha al suo fianco Herlings ma non si fa intimorire. Tiene aperto il gas, ed anche se c’è il contatto fisico, gira primo alla prima curva restando poi al comando per tutta la gara.

Herlings è secondo e precede il suo compagno di squadra Pauls Jonass. Jeremy Seewer parte sesto ed il massimo che riesce a fare è il quarto posto mentre Max Anstie (Rockstar Husqvarna) è quinto in rimonta dall’11esima piazza. Ottimo piazzamento di Samuele Bernardini (TM Factory) che scatta bene al via riuscendo a tenere la seconda piazza per cinque giri e riesce a chiudere sesto con merito.

Buono il 13esimo posto per Ivo Monticelli (Marchetti KTM) partito bene ed a lungo nei primi dieci. Michele Cervellin (Honda Martin) ha sognato la nona piazza ma, proprio all’ultimo giro, si è dovuto ritirare per un problema tecnico.

Era presumibile che Herlings volesse la rivincita in gara due ed infatti l’olandese scatta primo e vola al traguardo che significa anche ottava vittoria consecutiva ed allungo ulteriore nella classifica generale. Per quattro giri la seconda posizione è di un sorprendente Roberts Justs (HSF Motorsport KTM) ma, inesorabili, arrivano gli altri e termina settimo.

Pauls Jonass è secondo e precede Ferrandis transitato solo settimo al primo passaggio. Aggressiva seconda manche di Samuele Bernardini che termina sesto ma in rimonta dal 15esimo posto. L’italiano, gara dopo gara, sta vedendo che può tranquillamente occupare le posizioni di vertice, ed il quarto posto assoluto nella classifica di giornata, lo sta a dimostrare.

Anche Michele Cervellin migliora in continuazione ed in questa seconda manche, corsa senza problemi, si piazza decimo. Ancora a punti Ivo Monticelli così come sono andati a punti anche Giuseppe Tropepe (due volte 17°) ed il giovane Simone Furlotti (15esimo in gara due).

CLASSIFICA MX2

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 47 punti; 2° Dylan Ferrnadis (Francia – Kawasaki) 45; 3° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 25; 4° Samuele Bernardini (Italia – TM) 30; 5° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 27; 6° Benoit Paturel (Francia – Yamaha) 25; 7° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 25; 8° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 24; 9° Brian Bogers (Olanda – KTM) 21; 10° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 21.

CLASSIFICA CAMPIONATO

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 397 punti; 2° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 297; 3° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 260; 4° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 211; 5° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 210; 6° Petar Petrov (Bulgaria Kawasaki) 202; 7° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 183; 8° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 182; 9° Samuele Bernardini (Italia – TM) 179; 10° Dylan Ferrandis (Francia – Kawasaki) 162.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross Mx2
Evento GP del Trentino
Sub-evento Domenica
Piloti Jeffrey Herlings
Team Red Bull KTM Factory Racing
Articolo di tipo Gara