Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
07 Ore
:
17 Minuti
:
39 Secondi
MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
6 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
13 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
16 lug
-
19 lug
Postponed
WSBK
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
20 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento concluso
G
ePrix di Berlino I
05 ago
-
05 ago
Prossimo evento tra
25 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
33 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
62 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
55 giorni
Lamborghini World Final 2019
Topic

Lamborghini World Final 2019

Lamborghini, AM+LC: gran successi di Aghahkani e Reed in Gara 1

condivisioni
commenti
Lamborghini, AM+LC: gran successi di Aghahkani e Reed in Gara 1
Di:
26 ott 2019, 14:29

Il pilota US RaceTronics è perfetto e batte Snow e Rattenbury, mentre quello della Dream Racing rimonta su Johnson e lo beffa nel finale. Errore grave per Vannelet, Giannoni K.O. al via per mano di Gomar, podio LC per il penalizzato Collado.

Steven Aghahkani e Chad Reed hanno trionfato in Gara 1 della World Final che i piloti del Lamborghini Super Trofeo hanno disputato sull'assolato tracciato di Jerez de la Frontera per le Classi AM e Lamborghini Cup.

Aghahkani, dopo aver conquistato la pole position questa mattina in qualifica, è stato perfetto fin dallo spegnimento dei semafori mantenendo la leadership con la Huracan della US RaceTronics, mentre alle sue spalle sono subito state scintille fra tutti.

In particolar modo, chi ci ha rimesso già al giro 2 è stato Raffaele Giannoni, costretto ad alzare bandiera bianca per una toccatina subita sul posteriore da parte di Nicolas Gomar (GS Events), che ha causato un problema al motore della vettura del pilota di Automobile Tricolore, in quel momento secondo.

Più indietro, una tamponata da parte di José Collado (AGS Events) ha mandato in testacoda Ashton Harrison; il portacolori di Prestige Performance - in pole per Gara 2 - ha poi provato a ripartire, ma la sua posteriore destra si è afflosciata facendolo insabbiare alla curva 4. Qui è dovuta entrare la Safety Car, anche perché alcuni istanti dopo, un problema ai freni accusato da Randy Sellari non ha dato scampo allo statunitense della Dream Racing Motorsport, il quale è piombato prima addosso all'incolpevole Takamichi Matsuda (YH Racing Team) e poi violentemente contro le barriere della curva 1.

La vettura di sicurezza è rimasta in pista parecchio, lasciando il nuovo via livera a tutti con 33'50" sul cronometro da affrontare e la finestra dei pit-stop ad aprirsi di lì a poco.

Jake Rattenbury (Leipert Motorsport) ha superato Gomar salendo secondo, ma ha commesso un errore finendo largo alla curva 1 e cedendo la piazza d'onore al francese.

Nella girandola dei pit-stop, Aghakhani ha approfittato delle lotte alle sue spalle per guadagnare spazio e tenersi il primato; Gomar ha lasciato il posto al compagno di squadra Gillet Vannelet, rientrato secondo davanti a Saravut Sereenthoranakul, rivelatosi nettamente più lento rispetto al compagno Sarun Sereenthoranakul, con il concorrente della PSC Motorsport ha perdere velocemente terreno e posizioni a vantaggio di McKay Snow (Change Racing), particolarmente in palla e a salire sul podio tirandosi dietro Rattenbury, l'ottimo Cameron Cassels (Prestige Performance), Sheena Monk (Dream Racing Motorsport) e Huilin Han (T Squared Racing).

Nei minuti finali si è invece infiammato il duello per il successo nella Classe LC: il leader Mel Johnson (GMG Racing) ha ereditato il volante da Thomas Lovelady senza però tenere lo stesso ritmo del collega, tant'è che un indiavolato Reed lo ha raggiunto rapidamente cominciando a farsi vedere negli specchietti del rivale.

Con dietro anche Suttiluck Buncharoen (True Vision Motorsport) e Collado, il quartetto ha raggiunto il lentissimo Sereenthoranakul e Reed ha colto la palla al balzo per scavalcare prima Johnson e poi il thailandese, cogliendo così il successo di categoria.

Con Aghahkani ormai comodamente in testa, il colpo di scena fina lo ha regalato Vannelet, finendo in testacoda alla curva 2 perdendo la piazza d'onore, per la gioia di Snow e Rattenbury a completare il podio AM.

Cassels chiude quarto nonostante 1"245 di penalità da scontare per una infrazione commessa al pit-stop, seguito dalla Monk, Han, Vannelet-Gomar e dal vincitore LC Reed.

Sereenthoranakul si salva dagli ultimi attacchi giungendo nono sotto la bandiera a scacchi, con Buncharoen a completare la Top10 sfruttando la penalità data a Collado (+5" per l'incidente al via con Harrison), che è 12° dietro a Johnson, ma comunque sul podio LC.

Ecco quindi come sono ora le classifiche dopo Gara 1 (a punti i primi 10 di ogni categoria + 1 punto per la pole position)

Classifica Lamborghini World Final Classe AM

1) Steven Aghahkani (US RaceTronics) - 17 punti
2) Snow McKay (Change Racing) - 12
3) Jake Rattenbury (Leipert Motorsport) - 10
4) Cameron Cassels (Prestige Performance) - 8
5) Sheena Monk (Dream Racing Motorsport) - 6
6) Huilin Han (T Squared Racing) - 5
7) Nicolas Gomar-Gillet Vannelet (AGS Events) - 4
8) Sarun Sereenthoranakul-Saravut Sereenthoranakul - 3
9) Suttiluck Buncharoen (PSC Motorsport) - 2

Classifica Lamborghini World Final Classe LAMBORGHINI CUP

1) Chad Reed (Dream Racing Motorsport) - 15 punti
2) Thomas Lovelady-Mel Johnson (GMG Racing) - 13
3) Josè Collado (AGS Events) - 10
4) Gabriele Murroni (GDL Racing) - 8
5) Hans Fabri (Imperiale Racing) - 6
6) Kumar Prabakaran (VS Racing) - 5
7) Matt Dicken (Change Racing) - 4
8) Ashton Harrison (Prestige Performance) - 1

LAMBORGHINI WORLD FINAL - AM+LC: Gara 1

Prossimo Articolo
Lamborghini, PRO+PRO AM: Schandorff e Spinelli volano in pole

Articolo precedente

Lamborghini, PRO+PRO AM: Schandorff e Spinelli volano in pole

Prossimo Articolo

Lamborghini, PRO+PRO AM: spettacolare volata-trionfo di Cecotto

Lamborghini, PRO+PRO AM: spettacolare volata-trionfo di Cecotto
Carica commenti