Bartocci adesso può guardare la Tv

Bartocci adesso può guardare la Tv

Giorgio è resta in isolamento al Sant'Eugenio: ha trascorso una settimana a pancia in giù!

Giorgio Bartocci è stato trasferito in una camera più confortevole del reparto isolamento dell'Ospedale Sant'Eugenio di Roma, la struttura della Capitale specializzata in grandi ustionati. Il pilota romano è sempre ricoverato in seguito al terribile incidente di Brno del 22 maggio e la sua degenza si preannuncia ancora lunga. Giorgio ha una settimana ha l'opportunità di vedere la televisione in una camera più "confortevole", ma resta in un ambiente asettico per evitare il pericolo delle infezioni che resta ancora alto. I medici che lo hanno amorevolmente in cura lo hanno girato ed è stato costretto a stare l'intera settimana a pancia in giù per far "respirare" le ferite alle gambe che solitamente stavano a contatto con le lenzuola. Ricordiamo che Giorgio ha gli arti inferiori ustionati gravemente nella prima delle tre gare previste a Brno dal Lamborghini Blancpain Super Trofeo, il monomarca dedicato alle Gallardo: Bartocci era alla conclusione del primo giro quando ha perso il controllo della vettura e si è schiantato contro lo spigolo del muretto box. 

L'impatto è stato devastante: la macchina si è spezzata in due e ha subito preso fuoco. Il pilota romano è stato salvato dal coraggio di Fabio Babini, il compagno di squadra che doveva dividere l'abitacolo della Gallardo con lui, e da Manfred Fitzgerald, l'uomo che oltre a curare lo stile del marchio segue anche il Super Trofeo. I due uomini coraggiosi hanno estratto Bartocci prima che venisse spento completamente l'incendio dal momento che i soccorsi sono stati gravemente tardivi. Il morale di Bartocci è i continua altalena: alterna momenti di entusiasmo per i piccoli, ma graduali e continui segnali di miglioramento, a momenti di totale sconforto dal momento che non può avere contatti con l'esterno e può comunicare con parenti ed amici solo attraverso un telefono. Il calvario di dolore per fortuna si è un po' attenuato dopo i primi giorni che sono stati veramente difficili, ma Giorgio deve essere sottoposto ad una serie di interventi che sfibrerebbero chiunque. OmniCorse.it vuole essergli vicino, facendo sentire a Bartocci che non è solo a lottare in questa che è diventata la sua più impegnativa gara di durata: avrà tanti amici che lo vogliono sostenere ed accompagnare fino al traguardo di questa esperienza drammatica. Forza Giorgio!
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Lamborghini Super Trofeo
Piloti Giorgio Bartocci
Articolo di tipo Ultime notizie