Michael Shank: "Le Mans la nostra sfida più grande"

Il titolare del team statunitense si mostra fiducioso in vista della 24 Ore francese ed elogia l'arrivo di Vanthoor

Come già anticipato la scorsa settimana, il Michael Shank Racing è stato invitato dall'ACO a partecipare alla prossima 24 Ore di Le Mans. Il team statunitense affronterà così un programma globale che lo vedrà impegnato nell'immediato nella 24 Ore di Daytona.  

Il primo ad esprimere la propria soddisfazione per la possibilità di correre la maratona francese è stato John Pew: "Quando ho iniziato la mia collaborazione col Michael Shank Racing nel 2007, non avrei mai pensato che avrei avuto la possibilità di partecipare a Le Mans con una LMP2. La 24 Ore francese è la vetta del motorsport, sarà un vero onore per me poter partecipare. Lo scorso anno siamo andati a Le Mans come osservatori ed è stato un evento fantastico! E' grandioso il rapporto di partnership che si è instaurato con la Onroak e con la Honda".

Il patron del team, Michael Shank, ha voluto sottolineare come l'invito a Le Mans debba motivare tutta la squadra a fare il massimo possibile per ottenere un risultato di prestigio: "Questo è un grande annuncio ed un grande progetto per tutta la mia organizzazione. Siamo in grado di competere a livello mondiale e l'opportunità di correre a Le Mans ci consente di dimostrare cosa siamo in grado di fare. Ricevere l'invito a partecipare da parte dell'ACO non è semplice e per questo voglio ringraziare l'IMSA per le ottime relazioni che ha con gli organizzatori". 

Shank ha poi voluto sottolineare la propria felicità per aver raggiunto un accordo con Laurens Vanthoor"Siamo eccitati di avere con noi Vanthoor. L'ho incontrato lo scorso anno a Le Mans ed ho seguito con attenzione la sua gara. Avevo detto a Pew che se mai avessimo dovuto correre la 24 Ore avremmo dovuto avere in squadra Laurens; mi considero molto fortunato ad averlo nel mio team. Quella che ci attende è la più grande sfida mai affrontata dalla nostra organizzazione e siamo determinati a fare bene".

Il vincitore della recente 24 Ore di Dubai, Laurens Vanthoor, ha replicato a Shank mostrando tutto il suo entusiasmo per la prossima avventura col team americano: "Sono davvero soddisfatto di aver siglato un accordo col Michael Shank Racing per disputare la 24 Ore di Le Mans. Correre la maratona francese è un obiettivo per ogni pilota e vincere la gara è un sogno. Correre per la seconda volta con lo stesso pacchetto tecnico dello scorso anno sarà certamente un vantaggio per me. So cosa attendermi e come progredire velocemente. Il Michael Shark Racing è un ottimo team con un grande potenziale. Sono sempre stato un appassionato delle gare statunitensi - ha proseguito Vanthoor - e siglare un accordo con loro per Le Mans potrebbe aprirmi la strada ad una ulteriore collaborazione col team in futuro. Sarebbe fantastico se ciò accadesse, ma adesso concentriamoci su Le Mans e cerchiamo di fare del nostro meglio".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans , WEC
Evento 24 Ore di Le Mans
Circuito Le Mans
Piloti John Pew , Laurens Vanthoor
Team Michael Shank Racing
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag le mans, lmp2, wec