Warm Up: Lotterer in una sessione che non è servita a nessuno

condivisioni
commenti
Warm Up: Lotterer in una sessione che non è servita a nessuno
Guido Schittone
Di: Guido Schittone
18 giu 2016, 08:10

Miglior tempo del pilota Audi in un warm up interrotto due volte per le uscite di pista di Chatin e di Cheng. La pista ancora umida e le continue sospensioni hanno impedito di realizzare tempi di rilievo

#7 Audi Sport Team Joest Audi R18: Andre Lotterer
#25 Algarve Pro Racing Ligier JSP2 Nissan: Michael Munemann, Chris Hoy, Parth Ghorpade spins
#6 Toyota Racing Toyota TS050 Hybrid: Stéphane Sarrazin, Mike Conway, Kamui Kobayashi
#6 Toyota Racing Toyota TS050 Hybrid: Stéphane Sarrazin
#5 Toyota Racing Toyota TS050 Hybrid: Anthony Davidson, Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima
#8 Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro: Lucas di Grassi, Loic Duval, Oliver Jarvis
#36 Signatech Alpine A460: Gustavo Menezes, Nicolas Lapierre, Stéphane Richelmi
#66 Ford Chip Ganassi Racing Ford GT: Olivier Pla, Stefan Mücke, Billy Johnson
#71 AF Corse Ferrari 488 GTE: Davide Rigon, Sam Bird, Andrea Bertolini

Warm up all'insegna di quella che sembra essere la regola di questa 24 Ore di Le Mans: riuscire a girare con continuità sembra impossibile. È quindi ben poco probante il risultato che i 60  hanno ottenuto nella ultima e tradizionale sessione interrotta con due bandiere rosse e poi dichiarata definitivamente conclusa.

Ci ha pensato dapprima Paul Loup Chatin ad andare a sbattere di lato tre le due curve del Karting danneggiando la Ligier gommata Michelin del team Panis-Barthez. Motivo:come già segnalato da qualcuno in alcune zone della pista c'era dell'olio  incontrato anche da Patrick Pilette con la Porsche RSR ufficiale che poco prima era finito nell'erba e poi ripartito.

Dopo una sospensione di quindici minuti il warm up è ripartito  dando appena il tempo all'Audi R18 di André Lotterer di conquistare la migliore prestazione in 3'25"888 davanti alle due Toyota 050 Hybrid Hybrid di Conway, 3'27"129, alla Porsche che scatterà in pole position di Marc Lieb che ha preceduto la seconda Audi R18 di Lucas Di Grassi.

Tempi quindi poco indicativi perché  mentre le squadre più importanti stavano iniziando a cercare il ritmo ci ha pensato David Cheng a chiudere i giochi quando mancavano dieci minuti alla conclusione. Il cinese dell'Oreca-Alpine che divide con Panciatici e Tung, è andato a percorrere la traiettoria della velocissima Indianapolis in traiettoria ideale non accorgendosi-era stato comunicato-che il cordolo e la zona vicino ad essa erano inzuppati ancora d'acqua.

La bella Oreca è schizzata all'esterno andando a colpire dalla parte dell'abitacolo le barriere. A quel punto la direzione ha deciso di esporre la seconda bandiera rossa e di dichiarara quando mancavano 7' alla fine la chiusura anticipata del warm up.

Jeannette al posto di MacNeil?

In LMP2 il miglior tempo è andato all'autore della pole position René Rast davanti alla Ligier-Honda di Pew e all'altra Ligier di Pizzitola mentre Dirk Muller con la Ford GT si è ripetuto andando a prendersi la prima posizione tra le GTE PRO davanti all'Aston Martin di Stanaway e alla Porsche del campione del mondo Richard Lietz.

Più indietro le Ferrari 488 in un riscaldamento dove i tempi sono stati altissimi anche a causa di un asfalto ancora umido. Intanto è molto probabile che non corra Cooper MacNeil che divide la seconda Porsche del team Proton con Keen e Marc Miller. Lo statunitense non si è sentito bene nel corso della notte e probabilmente verrà sostituito da Gunnar Jeannette che nel prologo aveva percorso con la stessa vettura una ventina di giri.

Cla#PilotiAutoClassTempoGapDistaccokm/h
1 7  Andre Lotterer 
 Marcel Fassler 
 Benoit Tréluyer 
Audi R18LMP1 3'25.886     238.308
2 6  Stéphane Sarrazin 
 Kamui Kobayashi 
 Mike Conway 
Toyota TS050 HybridLMP1 3'27.129 1.243 1.243 236.878
3 2  Romain Dumas 
 Neel Jani 
 Marc Lieb 
Porsche 919 HybridLMP1 3'27.355 1.469 0.226 236.620
4 8  Lucas Di Grassi 
 Loïc Duval 
 Oliver Jarvis 
Audi R18LMP1 3'29.173 3.287 1.818 234.563
5 5  Anthony Davidson 
 Kazuki Nakajima 
 Sébastien Buemi 
Toyota TS050 HybridLMP1 3'30.256 4.370 1.083 233.355
6 13  Alexandre Imperatori 
 Dominik Kraihamer 
 Matheo Tuscher 
Rebellion R-OneLMP1 3'38.619 12.733 8.363 224.428
7 26  Will Stevens 
 Roman Rusinov 
 René Rast 
Oreca 05LMP2 3'40.724 14.838 2.105 222.288
8 49  Laurens Vanthoor 
 John Pew 
 Oswaldo Negri Jr 
Ligier JS P2LMP2 3'41.149 15.263 0.425 221.861
9 25  Michael Munemann 
 Chris Hoy 
 Andrea Pizzitola 
Ligier JS P2LMP2 3'43.432 17.546 2.283 219.594
10 36  Nicolas Lapierre 
 Gustavo Menezes 
 Stéphane Richelmi 
Alpine A460LMP2 3'44.326 18.440 0.894 218.719
11 38  Giedo van der Garde 
 Simon Dolan 
 Jake Dennis 
Gibson 015SLMP2 3'44.609 18.723 0.283 218.443
12 43  Bruno Senna 
 Ricardo Gonzalez 
 Filipe Albuquerque 
Ligier JS P2LMP2 3'44.702 18.816 0.093 218.353
13 4  Simon Trummer 
 Oliver Webb 
 Pierre Kaffer 
CLM P1/01LMP1 3'45.164 19.278 0.462 217.905
14 35  Nelson Panciatici 
 Ho-Pin Tung 
 David Cheng 
Alpine A460LMP2 3'45.244 19.358 0.080 217.827
15 41  Julien Canal 
 Nathanaël Berthon 
 Memo Rojas 
Ligier JS P2LMP2 3'46.595 20.709 1.351 216.529
16 31  Pipo Derani 
 Ryan Dalziel 
 Chris Cumming 
Ligier JS P2LMP2 3'48.161 22.275 1.566 215.042
17 37  Vitaly Petrov 
 Viktor Shaytar 
 Kirill Ladygin 
Prossimo articolo Le Mans

Su questo articolo

Serie Le Mans
Evento 24 Ore di Le Mans
Sotto-evento Sabato, preparazione
Location Circuit de la Sarthe
Autore Guido Schittone
Tipo di articolo Ultime notizie