Test Le Mans: Toyota chiama, Glickenhaus risponde!

Toyota svetta al mattino, mentre al pomeriggio ruba la scena la Glickenhaus grazie a Oliver Pla. Porsche sempre davanti in LMGTE-PRO, ma le Ferrari sono vicinissime.

Test Le Mans: Toyota chiama, Glickenhaus risponde!

La giornata dei test ufficiali della 24 Ore di Le Mans 2021 è andato in scena oggi sul tracciato della Sarthe e ha visto cogliere il miglior tempo alla Toyota GR010 Hybrid numero 8, quella condotta da Nakajima/Hartley/Conway.

L'equipaggio del team Toyota Gazoo Racing ha fermato il cronometro in 3'31"263, precedendo di 256 millesimi di secondo l'Alpine A480 Gibson di Negrao/Lapierre/Vaxiviere. La seconda Toyota GR010 Hybrid, la numero 7 di Conway/Kobayashi/Lopez, ha colto il terzo tempo, staccata però di poco meno di 6 decimi dal miglior tempo ottenuto dalla vettura gemella.

La prima Glickenhaus 007 LMH è quarta ed è quella di Derani/Mailleus/Menezes, a 652 millesimi di secondo dal tempo di riferimento della Toyota GR010 Hybrid. La seconda, invece, è solo 19esima assoluta. Il ritardo della 007 LMH numero 709 è di 4"8.

Il team United Autosports ha dominato la LMP2 firmando i due migliori tempi. Le due Oreca del team Americano hanno colto i riferimenti della categoria, con Di Resta/Boyd più rapidi di Hanson/Scherer/Albuquerque di 4 decimi netti. Spicca il terzo posto della Oreca 07 motorizzata Gibson del team WRT, che a Le Mans schiera un equipaggio formato da Kubica/Deletraz/Ye.

In LMGTE PRO è ottimo l'avvio delle Porsche con le due 911 RSR - 19 a occupare le prime due posizioni di classe. La prima è la numero 92, quella di Estre/jani/Christensen, che ha fermato il cronometro in 3'52"901. La seconda, la numero 91 di Bruni/Lietz Makowecki è staccata di appena 3 millesimi di secondo.

Se le Porsche non scherzano, le Ferrari sono subito dietro, almeno per quanto riguarda le posizioni. Le 488 GTE Evo numero 51 e 52 sono rispettivamente al terzo e quarto posto. Pier Guidi/Calado/Ledogar sono stati più lenti di circa 9 decimi rispetto alla migliore delle Porsche, mentre Serra e Molina - in attesa di conoscere il sostituto dell'infortunato Davide Rigon - sono stati 6 decimi più lenti dei compagni di squadra che li hanno preceduti.

Aston Martin svetta in LMGTE AM grazie alla Vantage AMR di Dalla Lana/Thiim/Gomes. Il loro 3'55"710 è stato sufficiente addirittura per mettersi alle spalle un buon numero di LMGTE PRO. La seconda vettura di classe è la Porsche 911 RSR - 19 affidata dal team Absolute Racing ad Haryanto/Picariello/Seefried.

Sessione pomeridiana

Nella sessione pomeridiana ecco spuntare a sorpresa la Glickenhaus davanti a tutti. Merito di Pla, capace di fermare il cronometro in 3'29"115 al volante della 007 LMH numero 708.

Questo tempo ha scalzato quello ottenuto nella sessione mattutina dalla Toyota ed è divenuto il riferimento dei test odierni. Le Toyota GR010 Hybrid numero 7 e 8 sono rispettivamente al secondo e terzo posto, staccate di 2 decimi e mezzo secondo dal riferimento della Glickenhaus 007 LMH numero 708.

Alpine si conferma nelle prime posizioni firmando il quarto tempo con Negrao/Lapierre/Vaxiviere. L'equipaggio del team francese è riuscito a mettersi alle spalle la seconda Glickenhaus, la numero 709, affidata a Briscoe/Westbrook/Dumas/Menezes.

In LMP2 il team United Autosports non è riuscito a ripetersi, tanto che il miglior tempo di categoria è stato firmato dall'equipaggio del team IDEC Sport formato da Lafarque/Chatin/Pilet. Seconda posizione per la Oreca 07 Gibson del team Pamnis Racing affidata a Canal/Stevens/Allen, mentre si conferma nelle prime posizioni il team WRT con Kubica/Deletraz/Ye.

Porsche continua a comandare nella LMGTE PRO grazie alla Porsche 911 RSR - 19 del team WeatherTech Racing. Si tratta della numero 79 affidata a Macneil/Bamber/Vanthoor, che ha preceduto la vettura gemella del Porsche GT Team, la numero 91, di Bruni/Lietz/Makowiecki.

Per le Ferrari, rispetto alla sessione mattutina, non è cambiato niente. Terzo e quarto posto per le Rosse di AF Corse, con la 488 GTE Evo numero 51 di Pier Guidi/Calado/Ledogar davanti alla numero 52 di Serra/Molina. La Ferrari numero 51 è risultata più lenta delle 2 Porsche di pochi centesimi.

Porsche sugli scudi anche in LMGTE AM con la 911 RSR - 19 del team Proton Competition. Si tratta della numero 99 affidata a Tincknell/Inthraphuvasak/Latorre, capace di battere la vettura gemella del team Project 1 di Perfetti/Cairoli/Pera. La prima Ferrari 488 GTE Evo è quella del team JMW Motorsport, di Neubauer/Sales/Fannin.

condivisioni
commenti
Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...
Articolo precedente

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

Prossimo Articolo

24h di Le Mans 2021: ecco programma e orari della 89a edizione

24h di Le Mans 2021: ecco programma e orari della 89a edizione
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021
Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola Prime

Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola

A Spa ha vinto la GR010 Hybrid #8, ma la settimana belga è stata caratterizzata più dalle lamentele che i giapponesi hanno mosso a FIA WEC ed ACO sulle gestioni dei nuovi regolamenti, risultate poi infondate con relativa figuretta...

WEC
6 mag 2021
Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare" Prime

Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare"

In questa intervista esclusiva di Motorsport.com, il cinque volte vincitore di Le Mans racconta l'avventura con la Casa del Toro partita con l'Essenza Hypercar, ma anche di programma giovani e futuro roseo che vede per WEC e IMSA coi nuovi regolamenti.

WEC
29 apr 2021
Chinchero racconta Alonso (pt.3) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.3) - It's a long way to the top

Tredicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la terza e ultima puntata sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
26 apr 2021