Prima fila tutta Audi alla 24 Ore di Le Mans!

Prima fila tutta Audi alla 24 Ore di Le Mans!

Grande equilibrio nelle qualifiche con le prime sei vetture racchiuse in mezzo secondo

Se le premesse sono queste, a cavallo tra sabato e domenica ci attende una 24 Ore di Le Mans veramente infuocata: le quattro ore di prove ufficiali andate in scena oggi a cavallo tra il tramonto e la serata ci hanno infatti regalato una griglia di partenza che vede i primi sei equipaggi racchiusi nello spazio di appena mezzo secondo. La notizia però è che dopo qauttro anni di dominio Peugeot nelle prove ufficiali, quest'anno ci sarà una Audi a prendere il via al palo. Anzi, le nuove R18 TDI della Casa di Ingolstadt sono riuscite a monopolizzare la prima fila. A centrare la pole è stata la vettura numero 2, cioè quella affidata a Marcel Fassler, Andre Lotterer e Benoit Treluyer. Proprio quest'ultimo ha realizzato il crono di 3'25"738, che è valso al suo equipaggio la pole per appena 61 millesimi ai danni della vettura gemella dei vincitori della passata edizione, cioè Rockenfeller/Bernhard/Dumas. In seconda fila si andranno invece a schierare due Peugeot 908 HDI FAP, con quella di Pagenaud/Lamy/Bourdeais che ha chiuso staccata di appena un paio di decimi, precedendo quella tutta "made in France" di Minassian/Sarrazin/Montagny. Solo quinta l'Audi dei veterani, a causa anche di un'uscita di pista di Tom Kristensen, avvenuta proprio nei momenti cruciali della sessione. Dal settimo in giù invece i distacchi sono abissali, con la Peugeot della Oreca, che paga circa 4"3 dalla pole position. La prima delle LMP1 a benzina, infine, è la Lola-Toyota della Rebellion, ottava con Prost-Jani-Bleekemolen. Per quanto riguarda la classe LMP2, il 14esimo tempo assoluto è valso la pole alla Oreca-Nissan affidata ad Ayari-Mailleux-Ordonez. Una prestazione clamorosa soprattutto per quest'ultimo, che due anni fa fu il vincitore della GT Academy, cioè il concorso che portava i giocatori di console a correre nella realtà. Dietro di loro però la nota lieta è il secondo tempo della Strakka Racing, la cui HPD è stata competitiva nonostante il brutto incidente avvenuto nelle qualifiche di ieri. Tra le GTE-Pro la BMW è riuscita ad avere la meglio sulla Ferrari. Il miglior tempo lo ha fatto segnare Augusto Farfus, che dividerà l'abitacolo con Jorg Muller e Marco Werner, in 3'57"592, tempo che gli ha permesso di inserirsi di circa mezzo secondo davanti alla 458 Italia dell'AF Corse affidata a Fisichella/Bruni/Vilander. Terzo tempo per l'altra BMW, rimastata ai box dopo l'incidente di Andy Priaulx nella seconda sessione di qualifiche. La AF Corse si è rifatta nella GTE-Am, con la Ferrari F430 di Cioci-Perazzini-Breslin che ottiene il 42esimo tempo assoluto, rifilando la bellezza di 2" al più vicino degli inseguitori della classe.

24 Ore di Le Mans - Griglia di partenza

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Piloti André Lotterer , Marcel Fässler , Benoit Tréluyer
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto elettrica