Nissan DeltaWing promossa anche sul bagnato

Franchitti e Krumm hanno effettuato il primo test sotto la pioggia a Snetterton

Nissan DeltaWing promossa anche sul bagnato
I test europei sul prototipo sperimentale Nissan DeltaWing hanno preso il via ieri a Snetterton, nel Norfolk, e il pilota scozzese Marino Franchitti e il tedesco Michael Krumm hanno avuto l’opportunità di provare, per la prima volta, la vettura sull’asfalto bagnato. In mattinata, grazie alla pioggia intensa e costante, il team e il partner Michelin, hanno potuto lavorare sullo sviluppo del veicolo sul bagnato e apprezzare il comportamento dell’innovativo motore benzina turbo da 1,6 litri DIG-T. Rispetto ad una tradizionale vettura sportiva presente a Le Mans, Nissan DeltaWing ha metà del peso, dei cavalli e della resistenza aerodinamica – le ruote anteriori sono spesse poco più di 10 centimetri. A meno di due mesi dall’inizio della 24 Ore di Le Mans, con questi test il team di Nissan DeltaWing ha potuto raccogliere informazioni interessanti sul comportamento della rivoluzionaria vettura in condizioni climatiche e ambientali tipiche dell’Europa. Ciò è stato molto utile, soprattutto perché finora lo sviluppo di Deltawing era stato condotto prevalentemente in America. Darren Cox, General Manager di Nissan Europa, ha dichiarato: "Tutto il team Nissan DeltaWing sta attraversando un rapido processo di apprendimento. I test statunitensi hanno consentito di iniziare i lavori preliminari, ma questa entusiasmante vettura correrà in Francia. Ieri, tutta la squadra ha avuto un assaggio delle condizioni meteorologiche che si potrebbero incontrare il 16 e 17 giugno. Perciò, nonostante possa essere meno divertente guidare sotto la pioggia intensa della regione di Norfolk, è la miglior condizione possibile per testare una vettura che, solo per arrivare a fine gara, sarà sottoposta a stress incredibili". Franchitti ha corso per quasi tutta la mattina in condizioni estreme – raccogliendo informazioni importanti sulle prestazioni della vettura. A Sebring, Nissan Deltawing aveva effettuato solo a un breve percorso sull’asfalto bagnato (ottenuto artificialmente), per cui le prove su pista di ieri hanno segnato un passo importante per lo sviluppo degli pneumatici. Michael Krumm ha guidato nel pomeriggio, quando la pista era più asciutta, mentre il team lavorava sugli aggiustamenti di sospensioni, freni e cambio. Marino Franchitti: "Madre natura ci ha reso un favore oggi: è stato eccezionale girare sul bagnato. Ho guidato in condizioni meteorologiche avverse, mentre Michael ha potuto provare la vettura sull’asfalto asciutto. E’ stato molto utile testare la vettura e le gomme. La giornata ci ha consentito di mettere alla prova le gomme in condizioni reali di guida – non abbiamo dovuto bagnare la pista, poiché è stata una “vera” giornata piovosa. Abbiamo potuto raccogliere informazioni importanti e anche Michelin ha ottenuto indicazioni rilevanti per il futuro sviluppo del progetto. La risposta di cambio e motore è stata davvero sorprendente – ne abbiamo sperimentato il reale comportamento sulla pista bagnata, e abbiamo potuto valutare anche la reattività dell’impianto frenante. Nel complesso è stato un giorno molto positivo e non vediamo l’ora di affrontare la prossima prova". Michael Krumm: "Da Sebring, i ragazzi hanno fatto un gran lavoro sulla vettura. Anche se le condizioni meteorologiche sono state difficili e non abbiamo potuto testarla adeguatamente sull’asciutto, sono molto soddisfatto del suo comportamento. Abbiamo introdotto diverse modifiche sul veicolo: lo sterzo per esempio, è stato molto migliorato. Prima delle prove, tutti si domandavano se la vettura avrebbe sterzato con facilità – in effetti, probabilmente sterzava un pò troppo e abbiamo migliorato questo aspetto. E’ fantastico inaugurare i test europei, perché Le Mans è sempre più vicina. A Sebring il clima era decisamente più mite e assolato, ma le condizioni meteorologiche di ieri sono esattamente quelle che, qualche volta, si possono trovare a Le Mans. Dopo questi test sul bagnato e il lavoro fatto da Michelin sulle gomme, adesso sappiamo cosa aspettarci".
condivisioni
commenti
Graf e Luhr portano la HPD al successo a Long Beach
Articolo precedente

Graf e Luhr portano la HPD al successo a Long Beach

Prossimo Articolo

Graf e Luhr dominano la 6 Ore di Laguna Seca

Graf e Luhr dominano la 6 Ore di Laguna Seca
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Il (mezzo) colpo al cuore di WRT Prime

Le migliori gare del 2021: Il (mezzo) colpo al cuore di WRT

Una 24 Ore viene dichiarata chiusa alla bandiera a scacchi. A volte è il destino a mettersi in mezzo a sogni di gloria ormai coronati e quest'anno la storia si è ripetuta ai danni di Ye/Kubica/Delétraz, proprio a pochi km dal termine.

Le Mans
15 gen 2022
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021
Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola Prime

Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola

A Spa ha vinto la GR010 Hybrid #8, ma la settimana belga è stata caratterizzata più dalle lamentele che i giapponesi hanno mosso a FIA WEC ed ACO sulle gestioni dei nuovi regolamenti, risultate poi infondate con relativa figuretta...

WEC
6 mag 2021
Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare" Prime

Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare"

In questa intervista esclusiva di Motorsport.com, il cinque volte vincitore di Le Mans racconta l'avventura con la Casa del Toro partita con l'Essenza Hypercar, ma anche di programma giovani e futuro roseo che vede per WEC e IMSA coi nuovi regolamenti.

WEC
29 apr 2021