Michelin primo partner del progetto DeltaWing

La casa francese di pneumatici esplora nuovi orizzonti con il rivoluzionario prototipo Nissan

Michelin primo partner del progetto DeltaWing
Un’automobile da competizione che corre su tre punti di appoggio. Così potrebbe essere schematicamente definita la Nissan DeltaWing, il prototipo che dopo avere superato con successo la giornata di test e le verifiche tecniche, ha affrontato oggi pomeriggio le prove libere della 24 Ore di Le Mans, scendendo in pista la prima volta nelle mani di Marino Franchitti alle ore 16.12. Quasi una sola ruota. In realtà i punti di appoggio, ovvero gli pneumatici, sono quattro. L’avantreno però ha una carreggiata di appena 60 cm, una soluzione che richiede un approccio molto diverso da quello convenzionale anche da parte di chi gli pneumatici li costruisce. La Michelin, forte di una vastissima esperienza e della vittoria delle ultime 14 edizioni della 24 Ore di Le Mans, ha visto nel progetto DeltaWing l’opportunità di affrontare nuove tematiche. Da risolvere in maniera efficiente e rapidissima, come è sempre richiesto per tutto ciò che riguarda le gare automobilistiche, ma che saranno di grande aiuto anche per gli pneumatici delle auto di serie. Per questo la Casa francese è stato il primo partner tecnico a dichiarare il proprio sostegno al progetto DeltaWing. Leggera ed efficiente. La carreggiata anteriore stretta è stata scelta da Ben Bowlby, il progettista inglese della vettura, per questioni aerodinamiche e di leggerezza. Bassa resistenza all’aria e basso peso sono due caratteristiche che aiutano a rendere più efficiente un’automobile, a farle consumare e inquinare di meno senza ridurre le prestazioni. Con l’obiettivo di battere gli avversari, in una competizione come la 24 Ore di Le Mans, o semplicemente di rendere più economico ed ecologico l’impiego di un’auto per l’uso quotidiano. In ogni caso, obiettivi molto importanti per una Casa di pneumatici, che può accelerarne in misura sensibile il raggiungimento. L’importanza delle corse.Corriamo per imparare e corriamo per vincere”: questo è lo slogan di Silvia Mammone, project leader della Michelin per quanto riguarda gli pneumatici della DeltaWing. E c’è davvero da imparare, anche nell’ottica del prodotto di serie, dallo sviluppo di pneumatici come quelli anteriori della Nissan DeltaWing, se pensiamo che hanno un battistrada largo appena 10 cm, e che devono durare per centinaia di chilometri su un’automobile capace di superare i 300 km/h! Soprattutto considerando la differenza con i classici pneumatici anteriori dei prototipi di Le Mans che, sulla vettura vincitrice del 2011, avevano una larghezza di ben 36 cm! Anche le gomme posteriori sono più piccole del consueto, ma in misura minore, visto che con il loro battistrada di 31 cm sono più strette di 6 cm rispetto a quelle di una LMP2. Dalla pista alla strada. Ora l’avventura è davvero iniziata. La Michelin ha raccolto la sfida lanciata dalla Nissan DeltaWing e volta allo sviluppo di automobili sempre più efficienti: meno peso, meno resistenza all’aria, grandi prestazioni anche con motori piccoli, come il Nissan 1.6 litri del prototipo, e nello stesso tempo minori consumi non soltanto di benzina, ma anche di pneumatici. Obiettivi condivisibili per chi corre a Le Mans e per chi con l’auto va al lavoro.
condivisioni
commenti
La Toyota non esclude di lottare per le pole
Articolo precedente

La Toyota non esclude di lottare per le pole

Prossimo Articolo

Dominio Audi nelle prove libere di Le Mans

Dominio Audi nelle prove libere di Le Mans
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Il (mezzo) colpo al cuore di WRT Prime

Le migliori gare del 2021: Il (mezzo) colpo al cuore di WRT

Una 24 Ore viene dichiarata chiusa alla bandiera a scacchi. A volte è il destino a mettersi in mezzo a sogni di gloria ormai coronati e quest'anno la storia si è ripetuta ai danni di Ye/Kubica/Delétraz, proprio a pochi km dal termine.

Le Mans
15 gen 2022
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021
Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola Prime

Toyota: con la Hypercar trionfa la Supercazzola

A Spa ha vinto la GR010 Hybrid #8, ma la settimana belga è stata caratterizzata più dalle lamentele che i giapponesi hanno mosso a FIA WEC ed ACO sulle gestioni dei nuovi regolamenti, risultate poi infondate con relativa figuretta...

WEC
6 mag 2021
Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare" Prime

Pirro, nuova vita in Lamborghini: "SCV12 fatta per emozionare"

In questa intervista esclusiva di Motorsport.com, il cinque volte vincitore di Le Mans racconta l'avventura con la Casa del Toro partita con l'Essenza Hypercar, ma anche di programma giovani e futuro roseo che vede per WEC e IMSA coi nuovi regolamenti.

WEC
29 apr 2021