McLaren: interessa il ritorno a Le Mans con il cambio delle regole

Zak Brown assicura che McLaren sarebbe interessata a costruire e gestire dei prototipi nella classe LMP1 in una serie globale che comprenda la 24 ore di Le Mans se le regole dovessero rendere la categoria più economica.

Zak Brown ha promesso che McLaren avrebbe costruito e gestito vetture nella classe LMP1 di racing sportiva globale - tra cui le 24 ore di Le Mans - se le regole sono rese più economiche.

Brown ha ammesso che la McLaren sta valutando tutte le possibilità dove il marchio di Woking potrebbe essere interessato ad andare a correre, includendo nella lista anche il Campionato del Mondo FIA ​​Endurance o l’IMSA in America a partire dal 2019.

Il manager americano pensa che le regole della classe LMP1 siano diventate "invalicabili" a causa dei Costruttori che affrontano la serie con i costi di un team di F.1 e ritiene che vada presa un nuova direzione per riconquistare il successo degli anni passati.

"Credo che il WEC abbia la grande opportunità di schiacciare il pulsante del reset", spiega Brown. "Mi piacerebbe tornare ai giorni delle Porsche 956, quando i team ufficiali e quelli privati potevano correre insieme sapendo che ognuno aveva possibilità di vincere”.

"Adesso, con le regole attuali, non è più possibile, ma basta guardare il successo della categoria LMP2, dove i costi sono controllati a beneficio di tutti: mi piacerebbe che questo approccio venisse trasferito anche alla LMP1”.

"E basterebbe guardare quello che si è registrato con le DPi in IMSA. I Costruttori hanno fatto delle scelte con i piedi per terra. Se il WEC potesse adottare delle regole con lo stesso spirito, mantenendo la tecnologia ibrida - di cui sono un grande sostenitore - allora saremmo interessati".

LMP1 con un budget di 20 milioni di dollari

Con i costi LMP1 che si sono avvicinati nelle ultime stagioni, i motivi di Brown che la ricompensa dei produttori non hanno aumentato rispetto alla spesa aggiuntiva.

"I prototipi della classe LMP2 oggi hanno una velocità superiore a quella delle LMP1 di pochi anni fa", ha proseguito Zak. "Questo è davvero un dato impressionante se si considera che i team spenderanno 5 milioni di dollari per partecipare ad una stagione del WEC completa”.

"Se seguissimo in LMP1 dei concetti visti nella categoria cadetta, potremmo varare una classe top per la quale potrebbe bastare un budget di 20 milioni di dollari”.

"Non credo che sia necessario replicare nel WEC la piattaforma DPi dell’IMSA, perché ciascuno ha la sua storia, ma force ci si potrebbe ispirare allo stesso spirito normativo. L’alternativa, altrimenti, è di rendere le DPi una piattaforma globale".

Brown ha concluso: "Credere nelle corse per investire nella ricerca e sviluppo dà dei grandi vantaggi ai Costruttori, perché possono ottenere dei risultati da trasferire al prodotto di serie, aggiungendo un grande ritorno d’immagine, perché le corse automobilistiche sono anche un esercizio di marketing".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans , WEC
Piloti Zak Brown
Team McLaren
Articolo di tipo Ultime notizie